Azzurri in campo quest’oggi sia al mattino che nel pomeriggio in preparazione al derby, importantissimo, di sabato prossimo contro il Livorno.

 

La mattinata, come auspicabile, è stata impiegata soprattutto dallo staff atletico per delle esercitazioni ad hoc, lavoro quindi di palestra e fisico.

Nel pomeriggio è salito in cattedra il tecnico Aglietti che ha messo mano alla squadra che sta nascendo.

Un Aglietti che da quando è tornato chiede davvero molto ai suoi, soprattutto in termini di intensità.

La velocizzazione della manovra (molte verticalizzazioni) ed il recupero della posizione in fase di non possesso, sono due degli aspetti sul quale il tecnico di San Giovanni sta insistendo molto.

Non trascurando la difesa, di fatti Aglietti ha ripreso un discorso con il reparto difensivo, già iniziato in estate, dove minuziosamente si mette li, giocatore per giocatore, spigando il possibile movimento dell’avversario e la contromossa.

La squadra che dovrebbe andare ad impattare contro i labronci sembra avere ormai un volto abbastanza delineato, a partire dal modulo che sarà ancora con il centrocampo a rombo, 4-3-1-2.

 

In difesa c’è sempre più convinzione nel dare fiducia a Regini come centrale accanto a Stovini. L’ex Samp dovrà adattarsi in una posizione non sua ma comunque già ricoperta proprio in quella Primavera allenata da Aglietti. E’ un gioco-forza, visto che tutti gli altri centrali sono off, data la squalifica di Ficagna e le potenziali indisponibilità di Mori e Tonelli.

I due hanno lavorato a parte, facendo capire di aver superato il grosso del problema, ma è davvero difficile sapere se per almeno uno dei due ci sarà la possibilità di esserci nell’elenco dei convocati.

 

A centrocampo invece l’unico vero dubbio sembra essere quello del trequartista. Questo perché Lazzari è tornato in gruppo e sembrerebbe avere qualche chance in più del “concorrente” Brugman che fino ad ieri ricopriva quella posizione tra i probabili titolari. Per il resto le chiavi della regia sono ormai custodite da Moro e Coppola (reintegrato da Aglietti) agirà a sinistra. Gallozzi o Ze Eduardo a destra, con il giocatore di proprietà del Chievo che oggi potrebbe aver superato il brasiliano anche a causa di un affaticamento di quest’ultimo.

In questo reparto c’è un grande indisponibile: Mirko Valdifiori.

Purtroppo dobbiamo registrare un passo, forse due, indietro da parte del giocatore, che ha dovuto interrempere l’allenamento per il riacutizzarsi del dolore al ginocchio. Una situazione che non complica niente in vista di sabato, ma che potrebbe però togliere quel sorriso che era venuto ai più vedendolo meglio negli ultimi giorni.

 

In avanti, accanto a Tavano, se la giocano Dumitru e Mchedlidze. Oggi i due sono alla pari, ma questo significa che l’italo-romeno ha fatto passi da gigante conquistandosi le attenzioni di Aglietti. Maccarone e Shekiladze sono out.

 

Per domani è prevista una seduta nel pomeriggio.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedentePunti di Svista | Quindici finali
Articolo successivoRaiola: "Brugman è già seguito da molti club"
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

15 Commenti

  1. ma perche’ aglietti non “vede” busce’ come
    esterno destro di centrocampo?
    in fin dei conti difende,spinge ed e’ sempre
    pericoloso sotto porta(non a caso e’ il
    secondo cannoniere azzurro),
    mi sembra sprecato relegarlo eventualmente in difesa…

  2. GRANDE COBRA CORALLI.
    CREMONESE 2 – TRAPANI 4
    E non ha segnato.
    Continua il digiuno del FENOMENO INCOMPRESO!

    FORTISSIMO!!!

  3. Mi sembra che dumitru si cominci a svegliare adesso….
    Comunque busce’ non so se regge si o no.. pero’ deve essere il nostro terzino destro perché non possiamo mettere vinci!!!!!

    E per quanto riguarda il centrocampo voglio rivedere moro come lo ho visto l’ultima partita e la mezza ala destra darei fiducia a ze eduardo!!!!!!!!

    DOBBIAMO SPAKKARGLI IL C***O A QUEI LIVORNESI DI M***a!!!!

    DAI RAGAZZI!!!!!

  4. Ehi grande e informatissimo Alessandro lo so che è infortunato, nonostante abbiate scelto di non dirlo su PE.
    Era solo per dire che non s’è perso nulla, anzi notevolmente guadagnato visto che maccarone è infortunato (per modo di dire) ma ha fatto un goal e tanto gioco. Coralli nemmeno nel’unica partita giocata nonostante fosse in legapro è riuscito a fare qualcosa.. L’ennesimo pollo.
    Ma sicuramente farà carriera nella cremonese.. Mbah

  5. Ma far provare a giocare Chara centrale di difesa con Stovini non mi sembrerebbe male….. visto che a Firenze in coppa italia non ha fatto per niente male…… io lo proverei!!!!!

  6. chara ha giocato bene a firenze, ma questa con il livorno è una partita da dentro o fuori, affidare un ruolo così importante come il centrale di difesa a un ragazzino è molto rischioso (vedi tonelli). io farei giocare levan, invece di dumitru, mi pare in forma

  7. Scusate se parlo d’altro ma l’avete vista l’under 21 ieri sera. Bella prova di Saponara.
    Incredibile che Aglietti non riesca a trovargli un posticino in campo. Dai… il resto degli azzurrini di Ferrara gioca titolare fisso e Saponara fra un pochino viene passato avanti anche dai magazzinieri. Se abbiamo dei giocatori di qualità vanno messi in campo. D’altronde i tre trequartisti lazzari brugman saponara non sono alternativi uno all’altro. Tutti e tre hanno segnato in questo stagione e nessuno ha mai giocato con regolarità. Almeno nel girone di ritorno cerchiamo di trovare un modulo, una quadra e far giocare due di questi ragazzi. Sarà il mister a valutare nel corso della settimana quale dei tre, a seconda della loro forma fisica e mentale ecc. Invece che il rombo il mister potrebbe adottare un centrocampo a 4 con due ali e due mediani. Sulle fascie dunque potrebbero giocare due dei tre in questione. Saponara e Lazzari hanno già giocato più di una volta in quel ruolo.
    Che ne pensate voi?

    • La nazionale under 21 gioca (e bene) con un centrocampo a 4. Saponara ieri come altre volte ha ricoperto il ruolo di esterno destro. A inizio anno sia lui che Lazzari hanno giocato da esterni sinistri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here