Seconda giornata di lavoro per gli azzurri in vista del match che ci portrà a giocare sabato a casa di Gigi Cagni: Vicenza.

 

Oggi la squadra è stata sottoposta ad una doppia seduta di lavoro, classico del martedi, dove al mattino si è badato di più al lavoro atletico e fisico.

Nel pomeriggio invece il gruppo ha iniziato a riprendere contatto con i movimenti tattici che mister Carboni ha disegnato in queste poche settimane di lavoro. Un mister orientato a portare avanti il discoro del centrocampo a rombo ma che ancora non può avere piene coscienza di quelli che saranno gli effettivi da mandare in campo. Questo anche perché ci sono diverse defezioni, postume del match di sabato, tra tutte quelle di Tavano, Lazzari e Saponara: tutti dovrebbero comunque essere recuperabili per l’incontro. Qualche piccolo problema anche per il giovane Pucciarelli. Tra i tre quello che ad oggi sembra messo peggio è proprio il bomber campano. Saponara ha corricchiato intorno al campo ma continua a sentire dolore alla pianta del piede.

Difficile quindi anche per oggi dare delle indicazioni, Carboni ha fatto vari esperimenti mischiando la carte con delle partitelle a tema otto contro otto provando l’uruguaiano Brugman sia da trequartista che da mediano all Pirlo chiedendogli spesso profondità. Con Brugman si è alternato a fare il vertice basso anche Guitto, un ruolo che l’ex Ravenna sembra saper ricoprire davvero bene. Davanti accanto al Cobra si sono alternati tutti e data l’assenza di Tavano (per lui problemi muscolari che dovrebbero risolversi) si è scatenata una vera e propria bagarre dove si è messo in evidenza anche Cesaretti che da diverse settimane sembra non trovare più spazio in questa squadra.

Parecchio grintoso anche capitan Stovini, si vede che l’essere stato fermo una settimana gli ha messo addosso maggiore adrenalina.

Però lo ripetiamo, mister Carboni non ha dato assolutamente dato indicazioni.

Da dire che continua un lavoro molto interessante dove Binconi si mette con i difensori a fare delle specifiche esercitazioni e lo stesso Carboni fa altrettanto con i reparti avanzati, questo per dire che i due allenatori, al campo di allenamento sono davvero paritari nel lavoro con il gruppo.

Ficagna era assente: ne avrà fino a dopo le festività.

 

Per domani è prevista una seduta a partire dalle 14:30.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteGiudice Sportivo serie Bwin
Articolo successivoNews da Vicenza
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

6 Commenti

  1. A gennaio via casaretti,dumitru e forse il georgiano e bisogna prendersi un attaccante che ha dei goal nelle gambe per sostituire tavano e coralli quando non sono al top…….

  2. Via dumitru per sempre, cesaretti in prestito e teniamo LEVAN poi compriamo un attaccante giovane ma forte, possibilmente non un montato (tipo FABBRINI per intendersi)

  3. Se fosse possibile,darei anch’io via Dumitru e Cesaretti.Mi terrei assolutamente Mchedlidze,porterei Shekiladze più spesso in prima squadra e opterei per un attaccante giovane ma non troppo ( tipo ’85-86 ) che possa essere un’alternativa valida alle punte titolari e ai georgiani quando saranno via per le nazionali.Un solo acquisto ma discreto.

  4. ragazzi, un tempo i giovani si facevano le ossa in serie C. come non ricordare di natale al viareggio? perché giudicare nel bene o nel male dumitru & C? credo che uno o due anni in serie C faccian sempre bene anche ai futuri campioni.

  5. Attaccanti… Ma un difensore no ? Io dico che sarebbe meglio rinforzare lì. e un buon 12° meno giovane. Per il resto quoto le cessioni di Cesaretti e Dumitru, meglio Shekiladze e Brugman.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here