Empoli in campo nel pomeriggio per riprendere la preparazione e guardare avanti al prossimo match di campionato che vi vedrà impegnati sabato nella trasferta di Castellamare contro la sorprendente Juve Stabia.

 

Un allenamento atletico e tattico che però non ha dato particolari informazioni quello odierno, un po’ come spesso accada al primo giorno della settimana si è badato più a rimettere benzina nelle gambe che a soffermarsi su schemi e dettagli tattici minuziosi.

Da dire che comunque la squadra ha lavorato sul possesso palle ed ha svolto alcuni movimenti che sembravano essere delle correzioni, immaginiamo dopo aver rivisto la gara di venerdi scorso.

Una seduta che oltretutto è stata vissuta sotto una bella giornata invernale ma con un clima interno molto cupo, dettato, lo immaginiamo noi, dalle decisioni prese quest’oggi sull’obbligo della firma a Monteboro.

Come detto non sono arrivate indicazioni su come la squadra intenderà andare a giocarsi la gara in Campania, da capire soprattutto se ci sarà o meno il cambio di modulo, paventato dallo stesso tecnico Carboni all’indomani della sconfitta riportata in Veneto.

Da quanto percepito si potrebbe giocare con due fantasisti dietro le punte nella speranza di creare maggiore intensità e pericolosità negli ultimi metri, situazione che nelle ultime due gare di campionato ha visto non poche difficoltà.

Con piacere registriamo la regolare presenza al campo di Saponara che ha definitivamente smaltito il trauma subito nella gara di venerdi scorso, cosi come torna  a disposizione anche Flavio Lazzari. I due sono ampiamente candidati ad una maglia da titolare.

Non è ancora apposto invece Valdifiori: l’infiammazione al ginocchio sembra più seria del previsto tanto da far mettere le mani avanti e dire che la sua presenza contro le vespe è a forte rischio.

Oggi mancavano anche Guitto per influenza e Stovini per l’incontro programmato tra capitani ed arbitri. Ricordiamo che Mchedlidze sarà assente al prossimo match per squalifica.

 

Per domani è in programma una doppia seduta di allenamento: si comincia alle 10 del mattino, pranzo assieme e nel pomeriggio a partire dalle 15 ancora al campo per iniziare plasmare squadra ed assetto.

 

To. Che.

CONDIVIDI
Articolo precedentePunti di Svista | E' l'ora dei fatti
Articolo successivoWeek end azzurro giovani – I risultati
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

7 Commenti

  1. Correre,correre e ancora correre.Grinta e cattiveria da ora in avanti sempre presenti,sconti non è possibile farne più a nessuno.La gratitudine nel calcio purtroppo non può esistere,quanto fatto in passato rimane nella mente dei tifosi ma i risultati si fanno giorno dopo giorno,settimana dopo settimana.Vediamo di fare cinque mesi con un pò di continuità;in altri ambienti dopo partite come molte del girone d’andata sarebbero stati problemi seri.Da noi,fortunatamente,non è così però questo deve essere un punto di forza,non di debolezza.

  2. ha ragione renaissance,correre,grinta e vediamo se ci riesce a fare 4 o 5 risultati utili,per venire fuori dalla bassa classifica forza empoli

  3. Alle 7 di mattina dovevano darvi l’obbligo di firma, almeno qualcuno di questi viziatelli imparava anche cosa vuol dire alzarsi presto la mattina x andare a lavoro…

  4. i nostri giovani pensano troppo alla juve….. milan… udinese…. poi in campo si vede che campioncini sono !
    in c2 i nostri belli e splendenti giovani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here