Azzurri in campo nel pomeriggio per l’ultimo allenamento, prima della rifinitura di domani, in vista della trasferta sempre ostica di Ascoli. Gara in programma sabato alle ore 15:00.

 

La seduta di questo pomeriggio, svolta come da tempo non succedeva, sotto una pioggia battente, è stata improntata all’aspetto tattico con mister Sarri che ha mischiato bene le carte come spesso fa, anche se la formazione che ha in mente traspariva in modo evidente. Il modulo che sarà il solito 4-3-1-2. Provato a tratti anche il 4-4-2, una soluzione questa che, nei momenti di pressione dell’avversario è già tornata utile e potrà tornare tale anche contro i bianconeri. Provate spesso anche le conclusioni dalla media distanza, soluzione sempre poco adottata dalla squadra in partita.

 

Era questa una seduta attesa per capire chi potesse essere abile ed arruolabile in gara, e da questo punto arrivano notizie incoraggianti.

Erano regolarmente in campo i due difensori Laurin e Regini: i due stanno discretamente bene e saranno sicuramente inseriti tra gli undici titolari. Sempre guardando alla difesa dovrebbe essere stato sciolto il nodo circa l’altro centrale che andrà affiancare proprio Regini. Il ballottaggio è stato vinto da Romeo, quello che anche fisicamente pare star leggermente degli altri e quello cui, crediamo, mister Sarri voglia dare la possibilità di riscattare le prime non positive prove. A sinistra regolarmente Hysaj che rientra dal turno di squalifica.

Regolarmente in campo anche Saponara che ha fatto vedere di star bene giocando per tutta la seduta a ritmi davvero alti e con movimenti che avrebbero potuto mettere in pressione la zona lombare : andrà a posizionarsi dietro le due punte, inamovibili: Tavano e Maccarone.

Tornando al centrocampo, confermiamo la scelta logica di Signorelli (squalificato Valdifiori) accanto a Moro e Croce.

 

Non ci sono grosse novità a livello di indisponibili con i vari Pratali (non sono arrivati ancora gli attesi esami della risonanza), Casoli, Tonelli, Mchedlidze, Camillucci e Ferreira che non saranno per ovvie ragioni tra i convocati. Discorso diverso per Coralli che è, anche se difficilmente potrà essere della spedizione, si allena ormai con continuità con il resto della squadra. Già detto della forzata permanenza ad Empoli di Valdifiori.

 

Per domani mattina è prevista la rifinitura che sarà seguita dall’abituale conferenza stampa di mister Sarri.

 

Nico Raffi

CONDIVIDI
Articolo precedente" Il Punto ", con Alessandro Marinai
Articolo successivoTegola Pratali. Frattura al bacino
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

6 Commenti

  1. Abbiamo 6 punti sul Brescia (7 in realtà, visto che siamo in vantaggio negli scontri diretti: Firmerei per un bel pareggio ad Ascoli. Voi?

    • no.
      che senso ha firmare per un pari a Ascoli dopo aver vinto con Livorno, pareggiato (con partita rubata) con sassuolo, pareggiato (con partita rubata) con verona, pareggiato con padova, vinto con il Brescia e vinto con il Varese?
      Questa squadra può vincere in tutti i campi, così come può perdere (sia chiaro), però la vittoria quest’anno è sempre nelle nostre corde. Possiamo puntare alla vittoria su tutti i campi. poi vincere è un’altro conto. speriamo

  2. partire con l’idea del pareggio,secondo me è un errore.La nostra forza è soprattutto davanti e va sfruttata, Bisigna giocare sempre per vincere, poi prendiamo quello che viene, ma noi siamo in grado di imporre sempre il nostro gioco.Forza azzurri!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

  3. Accardi ha giocato un’intera stagione nella Samp con la difesa a 4 come centrale di difesa.
    Inoltre, insomma in termini di spesa fisica, fare il centrale non è come fare il terzino. Il centrale può avere anche meno fiato e meno gamba, vedi Pratali, vedi Stovini ecc.ecc..
    Probabilmente Accardi potrebbe benissimo giocarci. Sono sempre stato a favore di questa opzione, anche se, giorno dopo giorno sto convincendomi che infondo il Romeo che abbiamo visto noi forse non era il vero Romeo. Alla fine se l’è portato dietro Sarri, che ha dimostrato di non essere un c0gli0n€, e nel periodo in cui l’abbiamo visto ha sicuramente risentito del periodo negativo complessivo della squadra e della Difesa in particolare. E’ passato un periodo in cui una volta succedeva una Tonellata, la volta dopo una Romeata.. Sembra almeno per Tonelli sia passato questo periodo.. dunque boh speriamo lo sia anche per lui.. vediamo un po’, ma oggi stranamente sono fiducioso. Beh, certo che avere uno come Mori e non farlo giocare per valorizzare quelli di nostra proprietà è un vero peccato da un certo punto di vista..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here