Al termine dell’allenamento ha parlato uno dei protagonisti di questo inizio di campionato, Assane Dioussé, che a neanche 18 anni ha già conquistato tutti a suon di grandi prestazioni. Ecco le sue parole:

 

assane diousse“Ancora non mi sento protagonista, ho fatto per ora solo due partite in Serie A. Io continuo a lavorare con tanto impegno e poi vediamo, non mi sento ancora arrivato. La prova di San Siro? Entrare in quello stadio mi ha fatto un certo effetto, nel riscaldamento mi guardavo intorno e il colpo d’occhio era incredibile. Poi però, sceso in campo, ho scordato dov’ero: il mister mi dice sempre di non stare a guardare dove gioco, ma che devo fare le cose come se fosse un allenamento. La mia vita non è cambiata molto, sono rimasto sempre lo stesso, sono felice della mia situazione. Devo solo continuare a fare del mio meglio e a migliorarmi di giorno in giorno, lavorare a duemila e diventare un giocatore importante dell’Empoli. Ho fatto solo due partite, non cento, perché due volte si può fare bene ma la più difficile è la terza. L’interesse delle grandi squadre nei miei confronti? Fa piacere, ma io sono un giocatore dell’Empoli e sono concentrato su questo anno. Non voglio pensare ad altre squadre, devo solo migliorare. Giocare contro l’ex Sarri sarà sicuramente particolare e mi darà un certo effetto, ma una volta sceso in campo cercherò di concentrarmi. Il mio arrivo? Sono stato un ragazzo fortunato, devo tutto a mio padre che mi ha fatto arrivare qua in Italia. Sono ormai cinque anni che sono a Empoli e sto benissimo. Da piccolo giocavo tutto il giorno a pallone, era questo il mio sogno. Sono molto attaccato al mio paese, il Senegal, e vorrei aiutare chi ha più bisogno (come ad esempio i bambini). Il mio idolo? Mi ispiro soprattutto a Thiago Motta, è un calciatore che ammiro molto”.  

 

Simone Galli

CONDIVIDI
Articolo precedenteSettore ospiti esaurito ?
Articolo successivoDal campo | In attesa di notizie su Levan
Empolese DOC e da sempre tifoso azzurro, è un amante delle tattiche e delle statistiche sportive. Entrato a far parte della redazione di PianetaEmpoli.it nel 2013, ritiene che gli approfondimenti siano fondamentali per un sito calcistico. Cura molte rubriche, tra cui i "Più e Meno" e "Meteore Azzurre.

6 Commenti

  1. certo che tra diousse ( non vale meno di 15 milioni considerando l’età ) , saponara ( 20 milioni )e tonelli ( 10 milioni ) se riusciamo a salvarci possiamo fare 2 mega stadi …forza Azzurro

  2. E forte Dioussé ,suo padre e un ex internazionale del senegal e a fatto la luchesse in serie B ,per via di un problema di permesso di soggiorno non hanno potutto tesserarlo.se e forte Dioussé, buon sangue non mente.

  3. Sembra un ragazzo con la testa sulle spalle oltre ad essere molto promettente tecnicamente, il futuro è dalla sua e ad Empoli può solo migliorare e crescere ancora di più.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here