Abodi: “Dal 2020 si giocherà solo in stadi senza pista”. Empoli si adeguerà?

Abodi: “Dal 2020 si giocherà solo in stadi senza pista”. Empoli si adeguerà?

Che il Presidente Abodi fosse persona dalle mille idee e dalla grande voglia di innovazione, lo si era già capito da tempo, come si era capita la sua grande voglia di mettere (o meglio far mettere) mano ai nostri stadi, che per la gran parte sono sicuramente vecchi e poco funzionali per lo spettaco

Commenta per primo!

Che il Presidente Abodi fosse persona dalle mille idee e dalla grande voglia di innovazione, lo si era già capito da tempo, come si era capita la sua grande voglia di mettere (o meglio far mettere) mano ai nostri stadi, che per la gran parte sono sicuramente vecchi e poco funzionali per lo spettacolo calcio. In fatti per questo era stato già avviato anche il progetto “B futura”.   castellaniLa proposta però che adesso arriva è di quelle forti e pressanti. “Dal 2020, o forse perchè no anche dal 2018″ si potranno iscrivere al campionato le sole squadre che avranno il loro impianto sportivo privo di pista di atletica con, possibilmente, tribune più vicine al rettangolo di gioco”. Una “regola” da introdurre entro la fine del decennio e che di fatto, ad oggi, metterebbe fuori gli azzurri perché il Castellani la sua pista d’atletica ce l’ha da sempre essendo la casa anche dell’atletica empolese che quotidianamente “ruba” proprio il centrale del Castellani agli azzurri che si allenano nell’attiguo Sussidiario.   Addirittura, come ricorderete, il progetto che rimbalza tra i vari uffici comunali, sarebbe quello di rifare la pista, intervento onestamente d’obbligo perchè. basta passeggiarci una volta sopra per capire che anche quella è allo stesso livello degli stadi italiani. Ma rifarla, ovviamente, non vuol dire toglierla. il Comune sarebbe pronto a metterne sul piatto 300mila euro(cifra comunque inferiore a quella della reali necessità) andando a cercare poi altri soldi tra Pubblico e sponsorizzazioni. Un lavoro in fase avanzata con il progetto preliminare già redatto dal settore Lavori pubblici del Municipio e approvato dalla giunta del sindaco Luciana Cappelli. Riguardando però la situazione con gli occhi egoistici di chi vuol pensare solo all’Empoli Football Club, vien da dire che tutto questo, indiscutibilmente positivo, non avrebbe nessun vantaggio per il club d Monteboro che, in Lega, non potrebbe certo far valere l’avere una nuova e super bella, struttura per l’atletica leggere. Anzi, ritraduciamo, metterebbe fuori gli azzurri dalle competizioni sportive.   La società azzurra cosa ne pensa? C’è preoccupazione, come confessato proprio dal Presidente Corsi ai colleghi del Tirreno ieri a margine dell’allenamento: “Ho iniziato a metà anni 90 la battaglia per lo stadio solo per il calcio – sottolinea Corsi – ma mi sono dovuto arrendere perché non ho trovato risposte nella controparte (le amministrazioni comunali, ndr). La proposta di Abodi, insomma, a me piace, la condivido. Per quanto ci riguarda dovremmo iniziare a parlarne in tempo per essere eventualmente pronti per il 2020. Lo spero, altrimenti noi, e tutte le altre società con questo tipo di problema, saremo costretti a pensare anche al “trasloco”   Adesso, se la Lega perseguirà quest’obbiettivo con tenacia, come sembra, si andrà di fronte ad una situazione intricata e non semplice, dove non sarà da escludere, come sottolineato anche dal Presidente, l’ipotesi di doversi spostare geograficamente. Di proposte negli anni ne erano state fatte, come quella che non molti anni or sono vedeva la possibilità di costruire una casa comune tra Empoli e Fiorentina, in zona Signa. Ma l’Empoli, e lo diciamo con fermezza, deve giocare ad Empoli, si deve pensare ai tanti che, per vari motivi, farebbero fatica anche ad uno spostamento di soli 20Km, e quindi, a buon intenditor, poche parole.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy