Adesso il distacco è pesante, ma mancano ancora punti

Adesso il distacco è pesante, ma mancano ancora punti

La filosofia giusta è quella che va predicando il tecnico azzurro, Sarri, ovvero di andare a conquistare i quaranta punti prima di fare particolari congetture. Ma i punti conquistati, i distacchi da quelle che adesso rappresentano lo spartiacque tra salvezza e retrocessione, ma anche la famosa medi

Commenta per primo!

empoli-sassuolo (20)La filosofia giusta è quella che va predicando il tecnico azzurro, Sarri, ovvero di andare a conquistare i quaranta punti prima di fare particolari congetture. Ma i punti conquistati, i distacchi da quelle che adesso rappresentano lo spartiacque tra salvezza e retrocessione, ma anche la famosa media del punto a partita fanno pensare che un determinato cammino si stia davvero tracciando in maniera indelebile.   La vittoria conquistata contro il Sassuolo, unita alle sconfitte contemporanee di Cagliari e Cesena, hanno fatto aumentare il distacco, appunto, sulle due terzultime o penultime, ad una quota di ben dodici punti. Stiamo parlando praticamente di quattro vittorie, quattro gare da tre punti ciascuna. Ma la vittoria di ieri ha incrementato anche quella che è la media, come già detto, del punto a partita, quella che mantenuta porterá ai 38 punti, quelli che bastano, forse avanzano, per stappare la bottiglia. La suddetta media, adesso, è di +5. Questo significa che l’Empoli, che ad oggi ha perso soltanto sette volte, potrebbe tranquillamente permettersi di perdere ben cinque volte di qui alla fine, ovvero nelle prossime dieci gare.   Numeri che, come sottolineato, lasciano poco spazio a tanta fantasia, però step by step andiamo a prenderci i punti che mancano e poi ogni discorso potrá davvero, e finalmente, essere chiuso.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy