Alberto Pelagotti a PE: “Sono a disposizione per giocarmi le mie carte”

Alberto Pelagotti a PE: “Sono a disposizione per giocarmi le mie carte”

Abbiamo contattato Alberto Pelagotti, portiere azzurro che nella scorsa stagione ha fatto il secondo a Bassi.  L’estremo difensore azzurro, classe ’89, ha inevitabilmente trascorso una stagione non semplice, anche se è stato in grado di fornire il suo contributo quando è stato chiamato in causa:

Commenta per primo!

Abbiamo contattato Alberto Pelagotti, portiere azzurro che nella scorsa stagione ha fatto il secondo a Bassi.  L’estremo difensore azzurro, classe ’89, ha inevitabilmente trascorso una stagione non semplice, anche se è stato in grado di fornire il suo contributo quando è stato chiamato in causa: ricordiamo fra le altre l’ottima prestazione nel 3-0 di Reggio Calabria nella 1° di ritorno. Portiere che si trova in vacanza ma che ha manifestato la voglia di giocarsi le proprie carte per la prossima stagione.   Ciao Alberto come stai? “Bene grazie, mi sto godendo le mie vacanze. Ho completamente staccato in questo periodo. Non sto leggendo e seguendo niente, una sorta di disintossicazione.”   Parliamo della stagione andata in archivio; sicuramente non l’hai vissuta da protagonista, quali sono state le tue sensazioni? “Sicuramente nella prima parte è stato difficile, lo dico in tutta onestà. Anche perchè venivo da una stagione fatta di alti e bassi. Poi con il tempo le cose sono migliorate, ho cercato di sfruttare al meglio questa situazione, imparando e maturando. Servono anche queste annate.”   Comunque quando c’è stato bisogno di te, ti sei fatto trovare pronto… “Si, mi sono messo a disposizione della squadra e del mister, lavorando con grande serietà, e quando c’è stato bisogno del mio apporto penso di aver fornito il mio contributo, anche se non spetta a me dirlo.”   Voci di mercato danno Bassi lontano da Empoli, se così sarà potresti essere tu a difendere i pali per la prossima stagione “Onestamente non so cosa dirti; ho incontrato Davide al matrimonio di Maccarone e mi ha detto che lui non sa niente. Anche io aspetto comunicazioni da parte della società in proposito, e come ti dicevo prima ora mi voglio gustare pienamente questi giorni di vacanza. Ci sarà tempo per fare le dovute valutazioni del caso.”   Nel caso tu ti dovessi giocare il posto, saresti mentalmente pronto oppure ti potrebbe condizionare l’ultima stagione vissuta prevalentemente in panchina? “Non ci sono problemi io devo lavorare per migliorarmi, e il fatto di giocarmi il posto con un altro portiere non mi darebbe preoccupazione, e non mi condiziona di essere stato in panchina in questa stagione. Pensare di essere sicuro del posto sarebbe poi il più grande sbaglio che io potrei fare.”   Veniamo alla nuova stagione che è agli arbori; avrai saputo della conferma di Sarri, sicuramente e’ un buon mattone per partire, anche se ripetersi sarà difficile… “Noi dobbiamo partire dal nostro obiettivo principale, che e’ la salvezza. La scorsa stagione è stata eccezionale, sia per risultati che per il gioco espresso che penso, senza tanti giri di parole, sia stato il migliore della categoria. Abbiamo sicuramente costruito qualcosa di importante che non va disperso, ma sotto certi aspetti dobbiamo dimenticarcelo e partire da zero in questa nuova stagione che sarà sicuramente difficile.” . Per PianetaEmpoli.it Stefano Scarpetti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy