Dal campo | Si continuano a monitorare i movimenti difensivi

Dal campo | Si continuano a monitorare i movimenti difensivi

Nuovo doppia seduta per l’Empoli, che si sta preparando al meglio per affrontare i prossimi impegni amichevoli (ma con uno sguardo già alle prime partite ufficiali). Anche quest’oggi i ragazzi hanno dato il meglio di loro stessi, sollecitati da mister Giampaolo soprattutto sulla parte tattica. Anco

Commenta per primo!

allenamento 31 luglio 2015Nuovo doppia seduta per l’Empoli, che si sta preparando al meglio per affrontare i prossimi impegni amichevoli (ma con uno sguardo già alle prime partite ufficiali). Anche quest’oggi i ragazzi hanno dato il meglio di loro stessi, sollecitati da mister Giampaolo soprattutto sulla parte tattica. Ancora una volta si è posta l’attenzione sui movimenti che i difensori dovranno fare per scaricare il pallone ai centrocampisti in fase di pressing avversario. I portieri sono stati sollecitati molto dal tecnico e, con tutta probabilità, parteciparanno attivamente alla manovra e alla fitta rete di passaggi. Per fare un paragone, l’Empoli potrebbe fare un 3-5-2 molto simile a quello del Torino di Ventura, con i due laterali pronti a retrocedere in difesa ma anche a presentarsi in avanti a crossare.   Dopo un paio di esercitazioni di questa tipologia, la squadra ha svolto la consueta partitella a campo ridotto, in cui si è evidenziata la voglia di fare e di mettere in pratica i movimenti dettati precedentemente. Prima di terminare la seduta, agli ordini del preparatore Peressutti, i giocatori azzurri hanno svolto un lavoro atletico di scarico, prevalentemente basato sullo stretching.   Alla seduta pomeridiana non hanno partecipato nè Saponara (ancora affaticato) nè Croce (vittima di un fastidioso torcicollo). Anche Levan è stato lasciato a riposo, dopo aver lavorato con vigore durante la mattina. Nessun problema per Krunic, che è tornato regolarmente a disposizione di Giampaolo. Piccola curiosità: questo pomeriggio era presente al campo di allenamento l’ex portiere azzurro Luigi Sepe, che ha approfittato del riposo della sua Fiorentina per venire a salutare quelli che l’anno scorso erano i suoi compagni.   Simone Galli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy