Empoli Fc – la situazione infermeria

Empoli Fc – la situazione infermeria

Non puo’ essere certamente definita rosea la situazione legata ai diversi infortunati che l’Empoli ancora ha. Però, la si inizia ad intravedere la luce in fondo al tunnel.   A partire da Pratali che sembra, finalmente, aver risolto il grosso del suo problema e da ieri si sta allenando in

Commenta per primo!

Non puo’ essere certamente definita rosea la situazione legata ai diversi infortunati che l’Empoli ancora ha. Però, la si inizia ad intravedere la luce in fondo al tunnel.   A partire da Pratali che sembra, finalmente, aver risolto il grosso del suo problema e da ieri si sta allenando in prospettiva del match di venerdi, nel quale dovrebbe essere uno dei sicuri titolari. Cosi come un’altra buona notizia (come riportato nel reportage dell’allenamento) è quella legata a Boniperti: il centrocampista ex Carpi ieri si è allenato per buona parte della seduta con la squadra e nella settimana che verrà dopo il match con il Brescia potrebbe essere tra i futuri convocabili.   Guardando a chi poi potrebbe in tempi brevi tornare a disposizione, c’è il discorso legato a Saponara, che ad oggi è ancora in forse per la gara con la Ternana, ma ieri il giocatore si è allenato accusando meno dolore alla caviglia. Il problema è quello ed un problema che si trascina, purtroppo, già dalla fase di preparazione alla stagione. Ci sono comunque buone possibilità che il gioiellino azzurro possa essere tra i convocati per il match contro i rossoverdi, magari non dal primo minuto ma sarebbe sempre una freccia da poter poi sparare.   Arriviamo poi, senza togliere niente a nessuno, alla situazione che più a cuore sta ai tifosi azzurri: quella di Ciccio Tavano. Una situazione in netto miglioramento perchè, come ben ci spiega lo staff medico azzurro, la lesione muscolare che lo attanaglia adesso si è ridotta a 5 millimetri, dai 4 centimetri abbondanti che era. Oggi verrà fatta una nuova ecografia e se il responso sarà positivo, potremmo anche pensare di vedere Tavano, magari in panchina, nell’infrasettinamale di Padova.   Parlavamo di luce in fondo al tunnel, e questo discorso lo potremmo iniziare a fare anche per Daniele Croce. L’ex Sorrento di strada davanti onestamente ne ha ancora da fare, ma da ieri ha ricominciato a correre ed il primo impatto è stato positivo. Tra un mese dovrebbe essere a disposizione. Stessi tempi per il difensore Gigliotti che nella giornata di ieri ha vissuto anche lui un piccolo passo avanti. Il francese infatti ha attaccato al chiodo le stampelle e tra circa un mese potrà essere anche lui tra le possibili scelte del mister.   Un po’ più lunghi saranno i tempi per un altro giocatore molto atteso, anche alla luce di un momento non felice per la difesa azzurra: Daniele Mori. Il difensore di proprietà dell’Udinese, dopo essersi operato al ginocchio, sta facendo un percorso riabilitativo importante proprio nella città friulana. Il giocatore, presente anche a Livorno per sostenere la squadra, no avverte più dolore, ma si pensa che ci vorrà tutto il mese di ottobre per completare le terapie e poterlo definire abile.   Ultimo, ma non per questo meno importante, il caso di Coralli. Purtroppo il “Cobra” è il lungodegente più lungo. Fino al 2013 non potrà tornare ad allenarsi, nella speranza che si possa trattare di gennaio e non di andare oltre.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy