Non puo’ essere certamente definita rosea la situazione legata ai diversi infortunati che l’Empoli ancora ha. Però, la si inizia ad intravedere la luce in fondo al tunnel.

 

A partire da Pratali che sembra, finalmente, aver risolto il grosso del suo problema e da ieri si sta allenando in prospettiva del match di venerdi, nel quale dovrebbe essere uno dei sicuri titolari.

Cosi come un’altra buona notizia (come riportato nel reportage dell’allenamento) è quella legata a Boniperti: il centrocampista ex Carpi ieri si è allenato per buona parte della seduta con la squadra e nella settimana che verrà dopo il match con il Brescia potrebbe essere tra i futuri convocabili.

 

Guardando a chi poi potrebbe in tempi brevi tornare a disposizione, c’è il discorso legato a Saponara, che ad oggi è ancora in forse per la gara con la Ternana, ma ieri il giocatore si è allenato accusando meno dolore alla caviglia. Il problema è quello ed un problema che si trascina, purtroppo, già dalla fase di preparazione alla stagione. Ci sono comunque buone possibilità che il gioiellino azzurro possa essere tra i convocati per il match contro i rossoverdi, magari non dal primo minuto ma sarebbe sempre una freccia da poter poi sparare.

 

Arriviamo poi, senza togliere niente a nessuno, alla situazione che più a cuore sta ai tifosi azzurri: quella di Ciccio Tavano. Una situazione in netto miglioramento perchè, come ben ci spiega lo staff medico azzurro, la lesione muscolare che lo attanaglia adesso si è ridotta a 5 millimetri, dai 4 centimetri abbondanti che era. Oggi verrà fatta una nuova ecografia e se il responso sarà positivo, potremmo anche pensare di vedere Tavano, magari in panchina, nell’infrasettinamale di Padova.

 

Parlavamo di luce in fondo al tunnel, e questo discorso lo potremmo iniziare a fare anche per Daniele Croce. L’ex Sorrento di strada davanti onestamente ne ha ancora da fare, ma da ieri ha ricominciato a correre ed il primo impatto è stato positivo. Tra un mese dovrebbe essere a disposizione.

Stessi tempi per il difensore Gigliotti che nella giornata di ieri ha vissuto anche lui un piccolo passo avanti. Il francese infatti ha attaccato al chiodo le stampelle e tra circa un mese potrà essere anche lui tra le possibili scelte del mister.

 

Un po’ più lunghi saranno i tempi per un altro giocatore molto atteso, anche alla luce di un momento non felice per la difesa azzurra: Daniele Mori. Il difensore di proprietà dell’Udinese, dopo essersi operato al ginocchio, sta facendo un percorso riabilitativo importante proprio nella città friulana. Il giocatore, presente anche a Livorno per sostenere la squadra, no avverte più dolore, ma si pensa che ci vorrà tutto il mese di ottobre per completare le terapie e poterlo definire abile.

 

Ultimo, ma non per questo meno importante, il caso di Coralli. Purtroppo il “Cobra” è il lungodegente più lungo. Fino al 2013 non potrà tornare ad allenarsi, nella speranza che si possa trattare di gennaio e non di andare oltre.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'Empoli cambia ritiro
Articolo successivoUfficiale: Anche per il Bari -2
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

17 Commenti

  1. Menomale rientra Pratali.
    Comunque anche quest’anno sono stati presi giocatori infortunati.
    Troppi. Anche per chi è in vendita come l’Empoli.
    .
    Non possiamo sempre dire aspettiamo questo o qel giocatore perchè sono infortunati….quando saremo tutti sarà un’altra storia…chi manca ora poi ci risolverà i problemi.
    .
    L’anno scorso c’è voluto un campionato intero per risolvere i problemi. E con tanti rabberci in corsa.
    .
    Dopo l’infortunio c’è da aspettare la riabilitazione.
    Abbiamo giocatori inutilizzabili.
    .
    E’ nel presente che ti giochi il futuro.
    Se perdiamo anche questa partita rischiamo seriamente.
    .
    Mi sembra che le scelte in generale non siano state delle migliori.
    E vedendo la cosa anche in ottica infortuni forse era meglio (anche per risparmiare) di curare al meglio almeno il reparto difensivo.
    .
    Anche su questo argomento qualche giornalista con un po’ di acume avrebbe potuto (senza urtare) mettere il dito sulla piaga. Tanto per far sentire che un piccolo male ora se non curato può trasformarsi in un gran male dopo.
    .
    Ma evidentemente…

  2. Speriamo che Pratali sia utilizzabile per la partita con la Ternana e la stessa cosa vale per Saponara…
    Sono convinto anche quando rientrerà Tavano e Croce saremo una bella squadra…anche se rimane sempre il problema del difensore da affiancare a Pratali….

    Concordo con Dash, abbiamo presi giocatori infortunati e nemmeno per poco..non possiamo prenderli per riempire l’infermeria…

    • Il problema è non accumulare troppi punti di distacco dalla quota salvezza, da qui a quando avremo Tavano (su Croce sto zitto perchè non l’ho mai visto giocare), altrimenti sarà comunque dura…
      Per di più non credo che Ciccio alla prima partita del rientro possa essere al top… Ti ricordi quante partite scialbe ha fatto l’anno scorso, dopo l’infortunio, prima di tornare a giocare ai suoi livelli?

  3. redazione di pianetaempoli eliminate questa finestra con il “forse ti interessa anche” perche´ ci sono sempre e solo articoli vecchissimi che nessuno penso legga..

    domanda…ma gigliotti lo abbiamo comprato gia´ rotto?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here