ESCLUSIVA PE: intervista a Gustinetti

ESCLUSIVA PE: intervista a Gustinetti

Elio Gustinetti ha lasciato poco il segno ad Empoli, un avvio di campionato sfortunato, nel primo anno di B da neoretrocessi lo ha visto esonerato per l’avvento, il tempo avrebbe detto poi fortunato, di Silvio Baldini. Ma il “Gus” non ha dimenticato quei mesi, che lui continua a de

Elio Gustinetti ha lasciato poco il segno ad Empoli, un avvio di campionato sfortunato, nel primo anno di B da neoretrocessi lo ha visto esonerato per l’avvento, il tempo avrebbe detto poi fortunato, di Silvio Baldini.

Ma il “Gus” non ha dimenticato quei mesi, che lui continua a definire importanti per la sua crescita di tecnico. Lo abbiamo raggiunto a pochi giorni dal match che ci vedrà affrontare la sua nuova squadra, l’Ascoli.

 

Mister intanto buonasera, siamo a pochi giorni da un match molto importante per lei, sia come uomo sia come tecnico:

Affrontare l’Empoli ha sempre qualcosa di affascinate, come abbiamo avuto modo di dirci anche in passato, la mia permanenza nella vostra città, se pur non lunga e nemmeno felice da un punto di vista dei risultati, per me è stata fortificante e la rifarei. Con il senno di poi Elio Gustinetti, neo tecnico dell'Ascolisi possono dire tante cose, da quell’esonero è passata tanta acqua sotto ai ponti, quindi anche le amarezze sono svanite, ma ricordo sempre con molto entusiasmo il periodo della preparazione a quella stagione.”

 

Adesso, dopo aver fatto molto bene a Grosseto, c’è questa nuova avventura ad Ascoli, che dire iniziata bene è dir poco:

A Grosseto non c’erano più i presupposti per andare avanti, appena mi si è presentata l’opportunità di venire ad Ascoli non ci ho pensato due volte. E’ una piazza molto calorosa, c’è voglia di fare ed entusiasmo. Siamo partiti, e tutt’ora lo siamo, a fari spenti, sapevo che la squadra avesse delle qualità, ed in queste prime gare siamo riusciti a tirarle fuori. Credo che gli otto punti racimolati in questo avvio siano stati meritati.”

 

Anche l’Empoli parte in questa stagione a fari spenti, ed anche l’avvio degli azzurri è stato positivo, che match sarà quello del Del Duca?

Giocheremo a viso aperto. Ho visto come Aglietti sta facendo giocare i suoi ragazzi, sono molto veloci, amano il gioco offensivo e creano tanto, un po’ come noi. Credo che potrà venire fuori una bella partita con tante occasioni da gol da ambo le parti.”

 

Lei ha sicuramente visionato le gare dell’Empoli, cosa l’ha impressionata di più della squadra di Aglietti?

Un po’ come ho già detto, la grande mole di occasioni da rete che la squadra costruisce in ogni partita. E’ una squadra, anche se il campo ha dato altri responsi, che potrebbe fare 3-4 gol a partita. Lasciano qualcosa in più in mezzo al campo, ma mi piace come Aglietti sta facendo giocare questa squadra sì giovane ma molto esperta.”

 

Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy