” Il Punto “, con Alessandro Marinai…

” Il Punto “, con Alessandro Marinai…

Torna l’appuntamento settimanale di approfondimento in compagnia del collega ed amico, Alessandro Marinai.

14 commenti

Ciao Alessandro. Sabato con il Palermo una vittoria importantissima, come detto, non decisiva, ma sicuramente spartiacque per questa stagione…

Eh beh, una vittoria pesantissima in termini di classifica perchè consente all’Empoli di prendere un buon margine sulla zona calda e consente di acquisire ulteriori certezze. L’errore imperdonabile sarebbe quello di pensare di essere già salvi“.

Un Empoli che sta cambiando atteggiamento, mentalità, volto più al sacrificio e meno alla qualità. Ci dovremo abituare a questo nuovo abito?

Si deve fare di necessità virtù. La qualità tarda ad arrivare e fa fatica ad imporsi e allora la squadra assume altri connotati per portare a casa i risultati. Non lo so se ci adovremo abituare a questo nuovo trend, in questa squadra ci sono giocatori che possono dare tanta qualità e che in questo momento non riescono a darla. Chissà se acquisendo maggiore serenità grazie ai risultati non si possa tornare a vedere del bel calcio“.

Una vittoria firmata Massimo Maccarone, sempre più uomo simbolo di questa squadra…

Bello, molto bello che sia stato lui a mettere la firma su questa vittoria anche se non c’era bisogno di questo gol per farne l’uomo simbolo di questa squadra. La storia parla per lui, è dalla sua parte, è il cannoniere più prolifico del club nella massima divisione. Un autentico campione che ha avuto la freddezza e gli attributi per presentarsi sul dischetto un minuto dopo che aveva messo piede in campo“.

Di contro un Saponara che inanella gare sotto la sufficienza una dietro l’altra…

Saponara può e deve dare di più. Per la squadra ma anche per se stesso perchè se non torna ad essere decisivo, ad essere quel giocatore che tutti hanno ammirato sarà difficile che possa di nuovo avere l’opportunità di approdare in un top club. Speriamo in un girone di ritorno importante, se lui cresce la salvezza per l’Empoli sarà una pura formalità“.

E’ finita la breve storia di Gilardino ad Empoli. Ci sarebbe da aggiungere poco rispetto a quanto già detto e non soltanto nei tempi recenti, ti chiedo pero’ se si poteva/doveva evitare che potesse andare a Pescara, interrogativo di molti tifosi…

L’Empoli mica ha fatto un’operazione di mercato con il Pescara… Ha risolto il contratto con il calciatore che, a quel punto, è andato dove ha voluto. Non penso che la società potesse impedirglielo, ma penso che la risoluzione sia stata la cosa più giusta e logica da fare“.

E’ arrivato Thiam. Faccio fatica a da un giudizio de giocatore che lo ricordo vagamente ai tempi del Lanciano. Hai un pensiero per questo nuovo attaccante?

Io non faccio fatica, non lo esprimo proprio un giudizio visto che non ho elementi sufficienti per farlo. Posso solo dire di averci scambiato due parole due sabato scorso allo stadio. Ha una faccia simpatica, speriamo possa essere il profilo giusto per l’Empoli“.

Rimango in tema di mercato visto che il vero oggetto del desiderio è Alberto Grassi. E’ l’uomo giusto che puo’ sistemare il centrocampo?

Anche lui lo conosco poco, però è un giovane sul quale si dice un gran bene e che ha avuto la sfortuna di incappare in un brutto infortunio. Il fatto che sia un prodotto del vivaio dell’Atalanta è una garanzia, potrebbe essere davvero un tassello importante per rinforzare il centrocampo azzurro“.

Domenica andiamo a trovare quel Marco Giampaolo che ancora ricordiamo con grande affetto e che alla Samp sta facendo un altro buon lavoro. Che gara ma soprattutto che Samp ti aspetti?

Una Samp ferita dopo l’immeritata sconfitta di Napoli. Ritrovare Giampaolo è un piacere, aldilà di quello che ognuno può pensare dal punto di vista tecnico, da quello umano l’ex tecnico azzurro ha lasciato un ottimo ricordo e quest’anno sta facendo il suo buon campionato con la Sampdoria“.

Salvo fatta eccezione per il Cagliari l’Empoli ha battuto solo le tre che stanno dietro, a mio avviso servirebbe quel blitz per certificare che questa salvezza è più merito nostro che demerito altrui…

Solo? E ti pare poco? L’Empoli gira a 17 punti, 15 li ha ottenuti con formazioni dal decimo posto in giù contro le quali ha subìto soltanto 5 reti. Ciò significa che contro le squadre più vicine al proprio rango l’Empoli sta facendo il proprio dovere. Sono numeri importanti, numeri che dicono che anche l’allenatore sta facendo il suo nonostante sia bersaglio di molti fin dall’inizio di questo campionato. Il blitz magari arriverà nel girone di ritorno, ma è molto più importante centrare l’obbiettivo stagionale, anche se questo dovesse arrivare più per demerito altrui che non per meriti propri“.

Torno sul mercato ma chiedendoti come si stanno muovendo per te le nostre dirette concorrenti…

Il Pescara mi sembra la società più attiva sul mercato, ma attenzione perchè non sempre è positivo cambiare così tanto soprattutto a metà stagione. E’ vero che non potrebbe fare diversamente perchè la posizione di classifica impone alla società abruzzese di provare a salvare il salvabile, l’impresa per Oddo e i suoi è di quelle titaniche. Le altre non mi sembra che al momento abbiano fatto grandi manovre. A parte Zamparini che sta giò pensando di cambiare di nuovo allenatore…“.

14 commenti

14 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. gabrielevolpi_238 - 7 giorni fa

    Gilardino è andato via meglio così non era per noi. Noi abbiamo Maccarone. Peccato solo sia andato a Pescara.
    Apparte questo volevo dire due cose su Saponara, anche contro il Palermo che è una squadra modesta non riusciva a combinare nulla, con lui sembra quasi di essere in dieci a volte e quando è uscito per Pucciarelli tanti hanno tirato un sospiro di sollievo. Il problema è che si vede che ha grandi qualità però non riesce a fare molto in campo, intendiamoci per noi averlo è una gran cosa però si vede che potrebbe spaccare le partite e non riesce. Io penso che se avesse il carattere di Gattuso a quest’ora sarebbe al real madrid. Te come la vedi Alessandro? perchè se continua su un rendimento di questo genere chi lo prende per cifre alte? che fa rimane a Empoli a vita uno come lui?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro*Marinai - 7 giorni fa

      L’ho detto nel pezzo, se Riccardo vuol ambire ad un club importante può e deve fare qualcosa in più. Su di lui ci sono giustamente aspettative alte ed anche quando gioca una partita normale risulta essere una prestazione insufficiente. Con il Palermo non ha fatto benissimo anche se a mio avviso non è nemmeno stato così pessimo come sento dire. Non mi sembra che sia cambiato molto dopo la sua sostituzione. Certo, avesse avuto un carattere come Gattuso chissà che carriera avrebbe fatto, ma è un discorso che potremmo fare per tantissimi altri calciatori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giovanni - 7 giorni fa

    Sono d’accordo con Lei: l’Empoli gioca male, però se arrivano i risultati va anche bene. Insomma, rassegnarci mai…ma francamente si gioca maluccio. Solo una cosa vorrei sapere, per non tediarla troppo: noi in genere giochiamo un tempo solo. Lei come lo spiega? Perché mi sembra una cosa francamente strana, visto che si ripete puntualmente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro*Marinai - 7 giorni fa

      Non è sempre stato così, lo è stato soprattutto negli ultimi mesi ma è difficile dire con esattezza quale sia la causa. Tendenzialmente di fronte a questo stato di cose addossiamo le colpe alla preparazione estiva, ma possono essere molteplici le cause. Io rimango fiducioso per il girone di ritorno. E curioso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. verità - 7 giorni fa

    Mi ero promesso di non parlare più in questo forum, dove trovo solo persone che amano sfogare le loro ansie contro l’Empoli e sono anche incapaci a riportare le loro critiche, però con te mi permetto ancora di parlare, in quanto ti ritengo l’unico davvero competente sia da un punto di vista giornalistico che anche più in su, qui a Empoli. Venendo al dunque, E’ naturale che qualcosa quest’anno è stato sbagliato, lo hanno ammesso anche i soliti dirigenti, però non possiamo sempre indovinuare tutto ogni stagione, come è un po che succede, quindi credo sia stato un caso gli anni precedenti e che la verità della Società Empoli sia questa, cercare di salvarsi all’ultima giornata, lottando con gli occhi di fuori fino da ultimo, quindi tutte le critiche che sento, ma solo qui, perchè allo stadio si pensa a tifare, non hanno senso. In merito a rinforzare la squadra, come ti avevo detto anche in precedenza, purtroppo vedo questo problema Saponara, che nonostante tutto, per me deve giocare, ma mi sembra evidente che non abbiamo un sostituto naturale, almeno non tira fuori dal cappello un jolly il nostro mister, ma la vedo dura, quindi mi chiedevo se era il caso di trovare anche un giovane, non importa che sia un campione, non farebbe spogliatoio, ma uno nel suo ruolo, per intercambiare quando Saponara incappa in giornate difficili, come ultimamente. Ti saluto e ti ringrazio sempre per la tua schiettezza e onestà nelle risposte, ciao.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro*Marinai - 7 giorni fa

      Prima di tutto grazie per i complimenti… La missione del girone di ritorno dovrà essere anche il recupero di Saponara, cercare di farlo tornare al proprio standard. Il sostituto naturale sarebbe il giovanissimo Pereira, altri tipo Croce, Krunic o Pucciarelli possono ricoprire quel ruolo in caso di necessità. Escludo che l’Empoli possa andare sul mercato a cercare un simile profilo anche perchè stiamo parlando di un ruolo particolare, un ruolo ricoperto da calciatori che spesso determinano nelle loro squadre e a gennaio nessuno si priverebbe di un simile giocatore. A meno che non ballino tanti soldi ma non è il caso dell’Empoli, anche perchè sarebbe comunque uno destinato a fare la panchina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Riccardo - 7 giorni fa

    Ho paura del Pescara, squadra che a mio avviso si è completata molto con acquisti dove aveva bisogno, in particolar modo davanti con un Gilardino che dovrà concretizzare la mole di gioco. Domanda, se Gilardino dovesse segnare con una certa continuità, quale potrebbe essere il contraccolpo psicologico in società e area tecnica secondo te? Io avrei fatto in modo, almeno con scrittura privata, di impedire a Gilardino di andare a Pescara da firmare in contemporanea con la rescissione del contratto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro*Marinai - 7 giorni fa

      Il Pescara sta cambiando tanto, forse troppo, ma non potrebbe fare altrimenti vista la posizione di classifica. Cambiare tanto, però, potrebbe presupporre un maggior tempo per trovare l’amalgama, la giusta quadratura e in più non devi sbagliare nessun tassello altrimenti si fa dura. Vorrei inoltre ricordare che il Pescara sul campo ha ottenuto 6 punti… Su Gilardino ho già risposto nel pezzo, l’Empoli ha rescisso e il calciatore è andato dove ha voluto. Non credo che la società azzurra avesse una forza tale da poterglielo impedire. Se dovesse iniziare a segnare con continuità non penso proprio che a Empoli qualcuno potrebbe avere dei contraccolpi psicologici. Ribadisco per l’ennesima volta che per quanto mi riguarda l’errore non è stata la rescissione, ma l’ingaggio la scorsa estate.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Andre - 7 giorni fa

    L incopetenza di martusciello è stata dimostrata ampiamente quando dopo il gol non ha sostituito laurini palesemente con i crampi cosa che vedevamo tutti e quindi non capisco come possa essere difeso.
    Inutile che venga a fine partita sotto la maratona a fa il fenomeno applaudendo i tifosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro*Marinai - 7 giorni fa

      Se avessi esordito dicendo “Secondo me Martusciello ha sbagliato perchè…” oppure “Credo che Martusciello si sia preso un grosso rischio…” avrei potuto anche risponderti, ma se inizi il post scrivendo “L’incompetenza di Martusciello” capisco che sei prevenuto come ormai lo è una fetta di tifosi. Martusciello può sbagliare, ha sicuramente commesso errori e sicuramente ne commetterà ancora, ma tacciarlo di incompetente, via su…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. nostradamus - 6 giorni fa

        Concordo in pieno con Andre Martuscello è la causa principale del gioco anemico dell’Empoli che se continuerà anche per girone di ritorno ci porterà in serie B. Alla lunga la qualità del gioco paga sempre e quelle sotto di noi, a parte forse il palermo, giocano meglio. Come al solito Alessandro ti innervosisci se qualcuno muove critiche a Martusciello. Incomprensibile e sopratutto poco professionale.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Alessandro*Marinai - 6 giorni fa

          Da cosa deduci che mi sia innervosito? Mi hai visto scrivere la risposta in maniera rabbiosa oppure hai scorto qualche smorfia sul mio volto? Guarda, te lo dico con molta serenità: se davvero mi dovessi innervosire a rispondervi eviterei di farlo. Ho altri problemi a cui pensare che non a quelli che hanno una visione o opinione diversa dalla mia su aspetti calcistici. Trovo che Andre, come te del resto e altri, sia prevenuto quando si parla di Martusciello. L’altro giorno Facebook mi ha ricordato un post scritto due anni fa esatti dove anche lì c’era chi criticava l’Empoli di Sarri al primo anni di A per la poca propensione offensiva. Non importa che aggiunga altro, non ho molta voglia di discutere con degli insoddisfatti cronici.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. claudio - 1 settimana fa

    Ale per te i numeri parlano? Dicono qualcosa? L’hai saputo che Skorupski ha mantenuto la porta inviolata più di Buffon? Ben 8 volte! Non avremo la difesa degli anni scorsi (con Rugani, Tonelli e Mario Rui) però è solida: Che mi dici?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro*Marinai - 7 giorni fa

      I numeri sono sempre indicativi e non mentono mai. La difesa non ha mai rappresentato un grosso problema fino ad oggi ma il parallelo tra Skorupski e Buffon è un dato puramente statistico. Non credo tu volessi sottintendere altro insomma…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy