L’Empoli scivola al quarto posto, Volano Brescia e Parma

L’Empoli scivola al quarto posto, Volano Brescia e Parma

Sono stati giocati in serata gli anticipi della 19° giornata del girone d’andata.   Alle 19 è andato in scena l’anticipo Brescia-Grosseto, terminato con il successo delle rondinelle per 1-0, gol decisivo di Caracciolo al 34° del primo tempo.   Dalle ore 21.00 ha avuto

Sono stati giocati in serata gli anticipi della 19° giornata del girone d’andata.

 

Alle 19 è andato in scena l’anticipo Brescia-Grosseto, terminato con il successo delle rondinelle per 1-0, gol decisivo di Caracciolo al 34° del primo tempo.

 

Dalle ore 21.00 ha avuto inizio l’altro anticipo, Parma-Cittadella finito 1-0 per i ducali con gol vittoria di Paloschi al 30° della ripresa. Così, in attesa di tutte le altre gare che saranno disputate domani sabato 20 dicembre con inizio ore 16, lunedi non è previsto il posticipo, Brescia e Parma sono balzate al comando della classifica agganciate al Sassuolo.

 

L’Empoli è così scivolato al quarto posto, ora per tornare capolisti in solitario dovremo battere il Mantova e sperare che il Sassuolo non vinca a Livorno.

 

Nella gara di Brescia partone bene gli ospiti, con Carparelli pericoloso al 14′ (traversa di testa) e al 20′, tiro ribattuto con un braccio in piena area e rigore che ci doveva stare, anche se Pierpaoli lascia correre. Il Brescia passa al 34′: fa tutto bene Caracciolo, controllo di petto al limite e veronica a superare il difensore, prima del diagonale imparabile per Caparco. Sei minuti più tardi Jadid avrebbe la palla per il 2-0 ma arriva tardi sul cross di Zambrella. Lo stesso Jadid, ingenuamente, lascia in dieci il Brescia dopo appena 2′ della ripresa. Grosseto arrembante? No, è il Brescia in contropiede a creare i pericoli maggiori. Viviano non fa mai il fenomeno e anche per questo Sonetti non cambia uomini fino al 32′. Ma anche dopo le sostituzioni, stessa musica: il Grosseto resta a 29 e non trova le soluzioni alla crisi.

 

Parma in testa, ma che fatica. Al 30′ si fa male Reginaldo (stiramento ai flessori) e dentro Paloschi, 7′ più tardi stupida reazione di Falcone su Meggiorini e rosso giusto. In dieci per un’ora, i ragazzi di Guidolin spingono sull’asse Morrone-Lucarelli ma non passano. Dall’altra parte Pavarini è chiamato al super-lavoro su Bonvissuto, prima, e su Volpe, poi. La parata sul colpo di testa del centrocampista veneto vale un gol. Un minuto più tardi (30′ della ripresa) Paloschi è solo in area e stacca alla perfezione per battere di testa Pierobon. Terza rete in campionato per il gioiello del Milan. Forcing finale del Cittadella ma niente da fare: dopo gli sgambetti a Brescia e Pisa e il pari col Grosseto, la squadra di Foscarini torna a guardarsi le spalle: la zona a rischio è propro lì.

 

1 0 34′ Caracciolo
1 0 75′ Paloschi

 

G.G.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy