Il punto sul mercato azzurro

Il punto sul mercato azzurro

Si conclude una settimana molto importante, quella che ha visto la risoluzione di tutte le comproprietà e dei prestiti con diritto di riscatto. Dalla settimana prossima, anche se il mercato ufficialmente inizierà il 1 Luglio, si inizierà a fare ancora più sul serio e fino al 31 agosto i colpi di

Commenta per primo!

Si conclude una settimana molto importante, quella che ha visto la risoluzione di tutte le comproprietà e dei prestiti con diritto di riscatto. Dalla settimana prossima, anche se il mercato ufficialmente inizierà il 1 Luglio, si inizierà a fare ancora più sul serio e fino al 31 agosto i colpi di scena saranno garantiti. Andiamo a vedere, reparto per reparto, quella che ad oggi è la situazione in casa azzurra:   PORTA Salvo offerte mirabolanti per Pelagotti (il Cesena è sulle sue traccie), i due portieri saranno lo stesso Alberto con Dossena a fare da secondo. Ci sarà da trovare una situazione ad altri due estremi difensori: Bassi ed Addario. Per il primo che rientra dal prestito al Torino si cercherà di arrivare a vendere almeno la metà del suo cartellino, ad oggi il Varese sembra la squadra maggiormente interessata a lui, anche se non è definitivamente chiusa la pista Napoli, preferita sia dallo spezzino sia dall’Empoli. Addario andrà a farsi le ossa in una squadra di LegaPro, si stanno vagliando alcune soluzioni che poi verranno presentate al diretto interessato.   DIFESA Se dovesse tornare Buscè (ci sono ottime possibilità), per tre quarti l’Empoli sarebbe già apposto. Resta da sistemare l’estremità sinistra del campo dove però la dirigenza azzurra ha già le idee chiare su chi far arrivare. Si è detto che saranno ingaggiati due calciatori, uno giovane da far crescere ed uno più navigato che sia subito pronto. I nomi sono quattro, due ballottaggi che da una parte vedono Sini e Regini (con il primo preferito) e dall’altra Gorzegno e Mora. Sicuramente entro la fine della prossima settimana si saprà qualcosa in più perché l’obiettivo sarebbe quello di presentarsi al raduno con la difesa apposto. Potrebbero arrivare di qui alla fine del mercato offerte per Mori che ha già avuto nel corso della stagione dei sondaggi, difficilmente però l’Empoli si priverà del suo Nazionale. Da capire se verrà data una chance a Iacoponi o si rimanderà ancora in prestito il ragazzo.   CENTROCAMPO Iniziamo come sopra, ovvero che se dovesse tornare Buscè per tre quarti saremmo apposto, aggiungendo che Antonio sta aspettando un’eventuale chiamata dal Qatar, se questa non arrivasse o venisse formulata in maniera diversa dalle sue aspettative, il comeback all’Empoli sarà cosa fatta. Partendo dal presupposto che mister Aglietti ha dichiarato che giocherà con il 4-4-2, facendo i conti della serva, va da se che gli azzurri hanno nell’esterno alto a sinistra un buco, anche se sia Saponara che Lazzari sono adattabili. Forestieri poteva essere la soluzione giusta ma la situazione ha preso una piega inaspettata ed il “Topa” vestirà al 99% un’altra maglia. Ci sarà quindi da capire, per adesso ci sono idde ma non contatti, chi potrà tingersi d’azzurro, di fatto un giocatore dovrà arrivare. Per quanto riguarda le uscite non sono poche le probabilità che Valdifiori lasci l’Empoli, su di lui si stanno iniziando a muovere seriamente il Cagliari ed il Siena, anche se offerte concrete non ne sono arrivate. Anche Musacci è sul mercato, dopo un sondaggio del Cesena la situazione sarebbe in stallo ma non è escluso che il viareggino possa trovare un’altra sistemazione dato il fatto che rimanendo in azzurro andrebbe in scadenza (ha dichiarato di non voler rinnovare) ed uscirebbe poi a zero. Sarà provato Guitto in precampionato ma sono quasi a zero le sue credenziali per giocare il campionato in riva all’Arno.   ATTACCO Il reparto è praticamente fatto, tanto che non ci sarà nemmeno bisogno di richiamare Dumitru che andrà in prestito in un altro club di B. Con Tavano l’attacco si è notevolmente rinforzato, adesso ci sarà da sistemare Eder (Cesena in pole ma Atalanta, Samp e Novara osservano), una cessione che frutterà non meno di 3 milioni di euro, forse anche qualcosa in più. Rientrerà alla base Cesaretti che inizierà il lavoro con l’Empoli ma è più presumibile che il quinto attaccante (se non andrà via Laurito) sarà uno tra Castellani e Pucciarelli che verrà aggregato stabilmente alla prima squadra (l’alto andrà in prestito) pronto per subentrare in caso di infortuni e squalifiche. Anche se per adesso è tutto fermo, ci aspettiamo che arrivino delle offerte per Coralli che saranno poi valutare da giocatore e società.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy