L’anticipo più atteso, Verona-Livorno finisce in parità! Quasi rissa al triplice fischio!

L’anticipo più atteso, Verona-Livorno finisce in parità! Quasi rissa al triplice fischio!

Era l’anticipo più atteso da tutti, più visto per svariati motivi, per lo spettacolo, per il futuro di questa stagione di Serie B.   Hellas Verona-Livorno, la terza contro la seconda, divise da due punti in classifica, finisce 1-1. Livorno in vantaggio in avvio di partita con Paulinho (10′), su e

Era l’anticipo più atteso da tutti, più visto per svariati motivi, per lo spettacolo, per il futuro di questa stagione di Serie B.

 

Hellas Verona-Livorno, la terza contro la seconda, divise da due punti in classifica, finisce 1-1. Livorno in vantaggio in avvio di partita con Paulinho (10′), su errore di Moras. Il Verona reagisce a pareggia con Martinho (35′) che beffa sul proprio primo palo il non perfetto estremo difensore labronico Fiorillo. Primo tempo spettacolare e aperto.

 

Nella ripresa lo spettacolo resta alto, con le due squadre che si affrontano a viso aperto. Al 62′ il Livorno fallisce una clamorosa palla-gol e sul rovesciamento di fronte il Verona è pericoloso in contropiede. L’attaccante Cacia dopo un dubbio contatto con il livornese Duncan va giù ad un metro dall’area di rigore: per il direttore di gara Tommasi ci sono gli estremi per il secondo giallo e l’espulsione di Duncan.

Livorno in dieci che comunque resta compatto e resiste agli assalti di un Verona comunque molto disordinato.

 

Al triplice fischio finale i livornesi fanno festa in campo e saltano i nervi ad alcuni giocatori di Mandorlini. Il più esagitato di tutti è Maietta che rischia di provocare una maxi rissa subito sedata dall’intervento di alcuni dirigenti.

 

Un pareggio più utile al Livorno che mantiene i due punti di vantaggio sul Verona e la seconda posizione…

 

Gabriele Guastella

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy