Le pagelle di Empoli-Padova 1-1

Le pagelle di Empoli-Padova 1-1

Ecco le pagelle relative alla gara odierna degli azzurri giocata nel glaciale pomeriggio di oggi contro il Padova, redatte come di consueto dalla redazione di Pianetaempoli.it.   PELAGOTTI: 6.5 Incolpevole sul tiro di Farias, bravo a farsi trovare pronto in almeno due, tre circostanze. Costretto

Commenta per primo!

Ecco le pagelle relative alla gara odierna degli azzurri giocata nel glaciale pomeriggio di oggi contro il Padova, redatte come di consueto dalla redazione di Pianetaempoli.it.   PELAGOTTI: 6.5 Incolpevole sul tiro di Farias, bravo a farsi trovare pronto in almeno due, tre circostanze. Costretto a atterrare De Feudis lanciato verso di lui e non protesta giustamente per il rosso.   LAURINI: 6,5 In sofferenza soprattutto nel primo tempo, quando Piccinni lo mette in difficoltà a più riprese, dalla sua parte prende l’avvio l’azione da cui nasce il gol del pareggio dei biancoscudati. Nella ripresa sale il suo rendimento, si rende protagonista di alcune diagonali ben fatte che permette di togliere le castagne del fuoco.   PRATALI: 5.5 Prestazioni al di sotto del suo standard per il difensore di Buti. Coinvolto nel black-out di tutta la difesa azzurra, in occasione del gol dell 1-1. Soffre tantissimo la vivacità di Farias, ha responsabilità nell episodio del rigore, dove perde una brutta palla a centrocampo innescando il contropiede dei veneti.   REGINI: 6,5 Poco attento anche lui in occasione del gol dei veneti dove viene dato troppo spazio a Farias. Nella ripresa tiene a galla la difesa azzurra messa a repentaglio in più di una occasione, giocando un ottimo secondo tempo come da tempo ci sta abituando.   HYSAJ: 6 Soffre soprattutto nella ripresa la veemenza degli attacchi del Padova, che spingono soprattutto dalla sua parte, sull asse Cutolo-Rispoli. Nella ripresa si propone in qualche circostanza in fase offensiva.   VALDIFIORI: 5.5 Fa girare la squadra in maniera efficace nel primo tempo, dettando con efficacia i tempi della manovra. Nella ripresa il suo rendimento cala in maniera inversamente proporzionale con quella dei centrocampisti biancoscudati, che lo mettono alla frusta. L’espulsione nel finale da parte del mediocre direttore di gara, ci è parsa frettolosa.   CROCE: 6 Qualche buono spunto soprattutto nella prima frazione, nella seconda soffre come tutta la squadra per le condizioni del campo che inevitabilmente lo penalizzano. Tuttavia si conferma una risorsa importante nello scacchiere di Sarri, soprattutto quando i campi saranno più asciutti.   DOSSENA: 9 Quella di Renato è una storia da raccontare: Doveva essere il terzo portiere prima dell’indisponibilità di Bassi, poi dopo l’espulsione di Pelagotti. Il tempo di un rapido riscaldamento (cosa non semplice nel gelo di oggi) e compie il miracolo, deviando con uno splendido balzo sulla propria destra il rigore calciato (peraltro non in maniera malvagia da Vantaggiato). Fa rivivere a tutti un breve flash-back nella stessa porta, e nello stesso angolo dove neutralizzò 8 giugno il Penalty che valse la salvezza con il Vicenza. Strepitoso.   SIGNORELLI: 6 Abbastanza bene nel primo tempo soprattutto in fase offensiva, dove da il suo contributo, mentre in fase di non possesso dimostra di fare fatica ad aiutare Laurini troppo spesso preso d’infilata. Anche lui soffre molto le condizioni del terreno che poco si adattavano alle sue caratteristiche ma esce meglio rispetto a sette giorni fa.   CASOLI: 6 Da il suo contributo sistemandosi nella posizione di Signorelli, riuscendo a fare le due fasi, dando fosforo e fisicità al centrocampo azzurro, apparso in affanno nel corso della ripresa.     SAPONARA: 6 Non al top della condizione, per il mal di schiena che lo tormenta. La punizione di Maccarone è procurata da un suo spunto. Qualche buona accelerazione, che purtroppo non ha prodotto risultati nei 16 metri finali. Maccarone nel dopo gara ha fatto un appello, affinchè si sostenga il ragazzo che si sta impegnando. E non bisogna pensare che la sua testa sia gia rivolta a Milanello.   TAVANO: 6 Un paio di buoni spunti, dimostrando di aver metabolizzato al meglio l’errore dal dischetto di 7 giorni fa a Terni. Per il resto da il suo contributo anche in fase di ripiegamento.   BATIONO: S.V.   MACCARONE: 6 Nobilita la sua prestazione con un gol d’astuzia su calcio di punizione, trovando  il pertugio giusto in una barriera posizionata non al meglio, e trovando l’angolo giusto alla sinistra del portiere avversario. Per il resto prestazione contraddistinta da alti e bassi, meglio nel primo tempo nella ripresa dopo l’ottimo assist per Tavano si deve dedicare alla fase di non possesso.   MISTER SARRI: 6 Dopo un primo tempo tutto sommato positivo, la squadra ha sofferto la maggiore fisicità del Padova, e anche un tasso tecnico non da trascurare soprattutto nella ripresa, la squadra ha mostrato di faticare il campo pesante. E’ un pareggio da accogliere positivamente considerato il rigore parato dallo strabiliante Dossena e l’inferiorità numerica finale. Adesso non c’è tempo per smaltire le tossine di questa gara, che c’è da preparare la trasferta di Brescia sperando in una serata meno improba di quella con la quale si è giocato questa gara; sicuramente passato questo week-end di maltempo con la stagione che sarà più mite, e i campi più asciutti, la squadra potrà sfruttare al meglio le proprie caratteristiche.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy