L’Empoli matematicamente salvo a Torino se…

L’Empoli matematicamente salvo a Torino se…

Ad essere fiscali la matematica non ci permette ancora di poter festeggiare la salvezza, anche se la serata di ieri, complice la magnifica prestazione con vittoria ai danni del blasonato Napoli, ha dato a tutti quella gioia e quella sensazione di aver ormai già raggiunto la meta. Sono 2, ad oggi,

Commenta per primo!

Ad essere fiscali la matematica non ci permette ancora di poter festeggiare la salvezza, anche se la serata di ieri, complice la magnifica prestazione con vittoria ai danni del blasonato Napoli, ha dato a tutti quella gioia e quella sensazione di aver ormai già raggiunto la meta. Sono 2, ad oggi, i punti che mancano per poter chiamarci già dentro la prossima serie A. Dopo la vittoria di ieri, infatti, l’Empoli ha portato a 14 punti il distacco sulla terzultima (Cesena e Cagliari sono appaiate) ma, essendoci ancora 15 punti in palio, ed essendo in svantaggio con il Cagliari negli scontri di diretti, avremmo appunto avuto bisogno di averne 16 di punti in più per  poter considerare chiusi i giochi. Ricordiamo invece che siamo in vantaggio con i romagnoli per quanto concerne gli scontri diretti. Ancora è impossibile delineare la classifica avulsa in caso di arrivo a tre (siamo nell’ambito del fantacalcio) visto che ancora si deve disputare la gara di ritorno tra Cesena e cagliari in programma sul campo dei bianconeri alla penultima giornata. Non dimentichiamoci, anche se per questi calcoli si deve guardare al terzultimo posto che, sotto agli azzurri, ci sono anche Sassuolo ed Atalanta.   empoli-napoli (20)Mercoledi a Torino potrebbe però arrivare anche la parte matematica, vediamo come, partendo tra l’altro dal presupposto che gli azzurri giocheranno conoscendo già il risultato di Cagliari (impegnato in casa col Parma) e Cesena (fuori casa con la Fiorentina). Se gli azzurri dovessero vincere a Torino non ci sarebbe davvero nemmeno bisogno di conoscere gli altri risultati, perchè anche se almeno una delle due squadre dovesse aver vinto la propria gara, mantenendo il +14, con a quel punto 12 punti a disposizione, i giochi sarebbe chiusi. Il discorso quindi vale per qualsiasi risultato arrivi in parallelo: le due antagoniste pareggiano e l’Empoli pareggia, le due antagoniste perdono e l’Empoli perde. Sopratutto va detto che, sia a Cagliari che Cesena, non basterà (nei confronti dell’Empoli) pareggiare perchè,anche se gli azzurri dovessero malauguratamente perdere a Torino, il distacco verrebbe portato a 13 ed essendo poi 12 i punti a disposizione non ci sarebbe più niente da fare ed Empoli matematicamente salvo.   Se invece in Cagliari dovesse vincere la sua gara, all’Empoli non basterà il pareggio: distacco che andrebbe a +12 e, come detto, con lo scontro diretto a sfavore si dovrebbe andare alla gara successiva. Perdere lo porterebbe a +11. Se invece il Cagliari non dovesse vincere, ma per assurdo vincesse il Cesena, ecco che all’Empoli basterebbe un punto perchè in quel caso, il +12 sarebbe sufficiente avendo lo scontro diretto in vantaggio. Empoli che quindi, viste tutte le casistiche, potrebbe trovare anche la matematica salvezza davanti alla Tv e scendere in campo contro il Torino già aritmeticamente salvo.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy