Marcello Carli: “Non arriverà nessun altro”

Marcello Carli: “Non arriverà nessun altro”

Il mercato è finito da poco meno da una settimana ma le voci, soprattutto sui soliti siti che vivono di quello, continuano a rincorrersi, visto che ancora ci sono gli svincolati che possono accasarsi ed alcuni club che hanno avuto delle proroghe e che quindi possono interessare anche altri club. M

Commenta per primo!

carli intIl mercato è finito da poco meno da una settimana ma le voci, soprattutto sui soliti siti che vivono di quello, continuano a rincorrersi, visto che ancora ci sono gli svincolati che possono accasarsi ed alcuni club che hanno avuto delle proroghe e che quindi possono interessare anche altri club. Marcello Carli, ds azzurro, dopo aver chiuso il mercato dell’Empoli nella conferenza stampa tenuta martedi scorso, è tornato su alcuni argomenti sollecitato sugli eventi che appunto, ancora intorno all’Empoli si muovono.   ” Il nostro mercato in entrata è chiuso, siamo anche qualcuno di troppo da un punto di vista numerico e quindi non pensiamo certo ad implementare la rosa. Ne Galloppa ne nessun altro è da noi seguito con quindi il ribadirvi che abbiamo fatto il mercato che avevamo in testa e non ci sono altre operazioni da fare in entrata.”   Ma in uscita… ” Ce lo siamo già detti in conferenza, ci sono due giocatori che potevano essere in uscita ma per i quali non ci sono state le condizioni per un trasferimento. Una squadra di Lega Pro (il Catania, ndr.) ha chiesto seriamente informazioni ma non c’è interesse. Vedremo semmai più avanti.”   Mercato quindi definitivamente chiuso da parte del ds che adesso si dedicherà maggiormente alla gestione del gruppo portando tutta la sua esperienza e la sua saggezza per amalgamare al meglio i nuovi con i vecchi per ricostruire quel gruppo e quella famiglia che in questi anni, proprio grazie al rapporto instaurato dentro lo spogliatoio, ha fatto grandi cose.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy