Saponara & Regini, due dediche d’amore

Saponara & Regini, due dediche d’amore

Per Riccardo Saponara sicuramente e per Vasco Regini molto probabilmente, quella di ieri sera è stata l’ultima gara giocata in maglia azzurra. I due ragazzi, dopo aver giocato la gara del “Picchi” sono andati in auto verso Roma dove questa mattina si sono poi imbarcati per Tel Aviv.   Due ra

Commenta per primo!

Per Riccardo Saponara sicuramente e per Vasco Regini molto probabilmente, quella di ieri sera è stata l’ultima gara giocata in maglia azzurra. I due ragazzi, dopo aver giocato la gara del “Picchi” sono andati in auto verso Roma dove questa mattina si sono poi imbarcati per Tel Aviv.   Due ragazzi semplici, di quelli che potrebbero andare in giro a testa più che alta avvezzandosi della loro bravura sportiva e della loro notorietà, ma che invece gli occhi, spesso gli abbasso, che mantengono sempre un profilo basso che non perdono occasione per ricordarci e ricordarsi da dove sono venuti. Ed ieri, ambedue, erano visibilmente commossi, una commozione unita certo al dispiacere sportivo, ma una commozione viva e sincera perchè sapevano che stavano imboccando una strada senza ritorno per Empoli.   Non gli abbiamo intervistati, ma abbiamo avuto il piacere di passare con loro alcuni minuti, di abbracciarli, salutarli e fargli i notri migliori in bocca al lupo. Hanno però voluto lasciare una traccia, alcune parole, che potessero riflettere il loro stato d’animo, affidandosi, come fanno normalemente tutti i ragazzi della loro età, ai social network.   SAPONARAQuesta è l’ultima immagine che porterò con me (vedi foto) come ricordo di Empoli. Lacrime di dolore per non aver raggiunto il sogno sperato e per il quale abbiamo lottato tutti insieme, ma lacrime di felicità per avere passato 5 anni splendidi della mia vita in questa città, per avere vestito questi colori e per avere conosciuto persone vere come voi che rimarranno per sempre nel mio cuore.   REGININon so se sarà l’ultima partita che giocherò con questa maglia…ma intanto voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a farmi diventare un calciatore ma soprattutto un uomo migliore.. stasera abbiamo dato tutto..ci abbiamo messo voglia gambe e soprattutto cuore..nella vita e nello sport non sempre vincono i più forti…l’importante è essere vincenti dentro xke la vita ti da sempre una seconda possibilita..non lascio dei compagni ed una città,  ma degli amici con cui ho condiviso per ben 2 anni ogni cosa…vi voglio bene come fratelli..grazie di cuore a tutti amici..   Ragazzi, anche noi (ci permettiamo di farci portavoce di tutti i cuori azzurri) dobbiamo ringraziarvi, per quanto fatto in campo, dove avete sempre dato il massimo, con giornate meno positive e giornate superlative. Ma il grazie più grande è per le persone che siete, sempre corretti, sempre leali, sempre attaccati alla città ed a questa maglia. In bocca al lupo, tiferemo sempre per voi.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy