Toto-Allenatore: la Cremonese pronta a liberare Giampaolo

Toto-Allenatore: la Cremonese pronta a liberare Giampaolo

I pezzi del puzzle si stanno componendo e, salvo sorprese (ricorderete che Marco baroni era dato da tutti come ufficiale sulla panchina prima dell’arrivo di Sarri) il nome del prossimo allenatore dell’Empoli sarà quello di Marco Giampaolo. Conferme trasversali arrivano anche da Cremona, dove di fa

Commenta per primo!

giampaoloI pezzi del puzzle si stanno componendo e, salvo sorprese (ricorderete che Marco baroni era dato da tutti come ufficiale sulla panchina prima dell’arrivo di Sarri) il nome del prossimo allenatore dell’Empoli sarà quello di Marco Giampaolo. Conferme trasversali arrivano anche da Cremona, dove di fatto lui è l’allenatore in carica con un altro anno di contratto in essere.   Giampaolo tornerà questa sera dalle vacanze vissute all’estero, ma i contatti con il club grigiorosso non sono mancati, proprio per mettere al corrente la sua attuale squadra che domani, martedi al massimo se ci dovesse essere un ritardo, incontrerà l’Empoli. La Cremonese ha dato il benestare a questo incontro, capendo e non mettendo i bastoni tra le ruote al tecnico che potrebbe seriamente tornare ad allenare in serie A. Se il colloquio con gli azzurri andrà come ormai sembra che debba andare, Giampaolo dovrà tornare a Cremona e risolvere il proprio contratto. Teoricamente, da quanto ci hanno fatto capire dalla città lombarda, le sue dimissioni non sarebbero a costo zero, essendo inserita una penale per “recesso anticipato da parte del tecnico” e la Cremonese difficilmente rinuncerà a questa. Ma che il divorzio tra Giampaolo ed i grigiorossi sia imminente ce lo confermano ancora da Cremona visto che, stando alle ultime, la cremonese sembra aver già raggiunto un intesa di massima con Fulvio Pea per la sostituzione del tecnico italo-svizzero.   In società, a Monteboro, soprattutto il Presidente Corsi continua a sottolineare ale varie testate che lo stanno interpellando in queste ore, che il profilo di Giampaolo è quello giusto e che potrebbe assolutamente non esserci bisogno di incontrare nemmeno un secondo pretendente alla panchina azzurra. i nomi di Rastelli e Marino sono sempre appuntati sui taccuini azzurri ma il dado sembra ormai essere tratto.   Alessio Cocchi  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy