Un nuovo uomo mercato, Marcello Carli

Un nuovo uomo mercato, Marcello Carli

La notizia l’ha pubblicata “Il Messaggero” ed è stata poi ripresa da alcuni siti specializzati. Non sempre quello scritto sulle pagine del principale quotidiano della capitale si è avverato ma di certo un fondo di vertià, almeno relativo all’interesse c’è. Infatti da Roma la società giallorossa

Commenta per primo!

carli intLa notizia l’ha pubblicata “Il Messaggero” ed è stata poi ripresa da alcuni siti specializzati. Non sempre quello scritto sulle pagine del principale quotidiano della capitale si è avverato ma di certo un fondo di vertià, almeno relativo all’interesse c’è. Infatti da Roma la società giallorossa, dopo aver fatto la corte per quasi tutto gennaio a Toneli, starebbe seriamente pensando ad un altro uomo azzurro, il quale ormai ha appeso le scarpe da gioco al chiodo diverso tempo fa, ma di campo e di calcio ne capisce assai: Marcello Carli. Il ds azzurro infatti sembrerebbe essere in pole position nel caso ci sia a fine stagione un addio dell’attuale ds Sabatini (potrebbe andare al Chelsea), che sicuramente nell’ultima stagione non ha fatto bene e si è preso carico di tutte le responsabilità per un’annata che avrebbe dovuto avere una sorte ed un cammino diverso.   Carli piace e potrebbe diventare vero e proprio uomo mercato nella prossima estate. Il valore di Marcello è fuori discussione, ed onestamente (a noi sta bene cosi, sia chiaro) sfugge anche il fatto che nelle ultime girandole di direttori sportivi lui non sia stato preso in considerazione. Adesso però sembrerebbe essere arrivato il momento delle sirene. Chiaro è che di ufficiale non c’è assolutamente niente, crediamo che allo stesso Carli non siano arrivate nemmeno telefonate per adesso, si parla di un interesse che starebbe maturando e che sarebbe sotto la supervisione della società giallorossa nell’eventualità di dover trovare una nuova figura per quella posizione. Carli, dopo la parentesi al fianco di Vitale, ha di fatto preso in mano la squadra dal giorno seguente alla notte più importante della storia azzurra, quella che ci ha fatto sentire davvero vicini al ritorno in C. Da li ha fatto tutto da solo, ha scelto i due tecnici, ha scelto gli uomini (sbagliando anche qualcosa ovviamente) ed ha costruito una nuova identità di spogliatoio e di interfaccia con la gente, non mancando mai di metterci la faccia e raccontando sempre tutto o quasi, con la schiettezza che lo ha sempre contraddistinto anche quando dell’Empoli era calciatore.   Vedremo e seguiremo, di certo è che Marcello in questo momento rappresenta davvero molto ed a lui va dato atto ad una rinascita della squadra sotto il profilo tecnico, grazie poi ai risultati il resto della baracca ha potuto pianificare e crescere, migliorandosi anche in altri settori, fino ad arrivare al pensiero del nuovo stadio. E’ vero che come dice qualcuno, gli uomini vanno e vengono ma perdere Carli potrebbe non avere valore.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy