Come avverrebbe normalmente, anche se ieri si fosse giocato in campionato, quest’oggi, domenica, la squadra avrebbe goduto di un giorno di riposo. E cosi è, di fatti non ci sono allenamenti programmati per oggi. Ieri gli azzurri hanno terminato la loro settimana iniziando a plasmare il probabile undici che tra sette giorni si giocherà molto proprio futuro nel delicato derby interno col Livorno del tecnico Madonna.

 

Il  4-3-1-2 sembra essere il modulo di riferimento, Aglietti dovrà valutare con attenzione però il recupero di alcuni giocatori. In questo momento il problema principale riguarda la difesa, dove tengono banco le condizioni di Mori, fermo, o meglio a parte, con un’altro centrale, Tonelli. Da aggiungere ai due la squalifica di Ficagna che porta tre i probabili assenti per quella posizione. In questi giorni si sono adattati i due esterni Vinci e Regini, con l’ex Samp che sembra aver maggiormente nelle proprie corde il ruolo di centrale.

 

Dall’infermeria arrivano  buone notizie riguardo Mirko Valdifiori, che da qualche giorno lavora regolarmente col la palla. Il romagnolo sente meno fastidio al ginocchio, ma per poterlo considerare arruolato dovremmo aspettare il responso del rientro in gruppo, che potrebbe avvenire martedi. Difficilmente per il giocatore sarà a disposizione col Livorno. Rimanendo in infermeria diciamo che Maccarone ha ripreso a correre. L’ex Siena si sta riprendendo dallo stiramento al flessore della coscia, ma non sarà a disposizione prima di due settimane, forse a Varese potrebbe esserci, non nel suo derby con la Samp. Un problema adesso sta affliggendo anche Lazzari che è stato colpito ad una caviglia in allenamento, ma il romano già domani potrebbe essere con i compagni.

 

Tornando ai piani di formazione che sta nascendo, dovremmo vedere un Empoli molto simile a quello visto a Padova. Ieri mattina il tecnico azzurro ha provato ancora Moro in posizione di regista, con Zé Eduardo e Coppola sulle fascie. Gallozzi se la gioca con il brasiliano che sembra però essersi accapparrato le simpatie sportive di Aglietti.

Dietro le punte, invece, si va verso l’impiego di Brugman dal primo minuto, provato per tutta la settimana in quella posizioni e con un Lazzari ai box, l’uruguainao non dovrebbe avere particolari concorrenze. Saponara partirà per l’Under, ma non è mai stato preso in considerazione per una maglia da titolare.

Davanti, scontata la presenza di Tavano, il dubbio è tra Dumitru e Mchedlidze che se la giocano per adesso alla pari.

 

L’Empoli, consumata questa giornata di riposo, si ritroverà domani alle 14,30.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSerie A | Milan-Juventus e Genoa-Parma: due pareggi
Articolo successivoMario Somma sul campionato di serie B
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

4 Commenti

  1. una cosa deve essere chiara, e cioe’ brugman titolare,senza se e senza ma,tutti gli altri da non prendere neppure in considerazione,vai gaston portaci i punti salvezza,solo tu lo puoi fare.

  2. quindi brugman,si sa gia’ dal venerdi o dal sabato che giochera’??,allora lazzari si e’ fatto male o no??? non capisco cocchi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here