Jacopo Fanucchi è uno degli oggetti più misteriosi transitati da Empoli.

 

Arrivato la scorsa estate dopo il fallimento del Figline, società dove si era messo in mostra nelle ultime stagioni, il centrocampista lucchese, era sbarcato in azzurro per volere del tecnico, anche lui da poco arrivato, Alfredo Aglietti.

Ad Empoli, è vero, ha giocato poco, ma le sue uscite non hanno mai impressionato, vuoi forse per le troppe aspettative che c’erano su di lui (si era detto anche che fosse il sostituto naturale di Vannucchi) vuoi perchè il salto di categoria non è stato ammortizzato a dovere. Di fatto la sua ultima uscita in maglia azzurra fu accompagnata all’unisono da stampa e tifosi come una prestazione ai limiti dell’amatorialità.

Fu inevitabile, alla prima occasione del mercato di gennaio, mandarlo in prestito a ritrovare il se stesso calciatore, e Pisa, grazia anche all’allenatore Semplici che già lo aveva avuto (esonerato poi per Pagliari) divenne la sua destinazione.

 

Aria nuova-Vita nuova: mai detto è stato più azzeccato, in quanto Fanucchi in nerazzurro ha disputato quattro mesi davvero da incorniciare (ha segnato addirittura nove gol), tanto da diventare sia uno degli idoli della curva rossocrociata, sia uno degli obbiettivi primari del prossimo mercato della società del Presidente Battini.

Obbiettivo in quanto il cartellino del giocatore è totalmente di proprietà dell’Empoli, che a Pisa lo ha mandato con la formula del prestito secco. Scelta questa, alla luce di quello che il tempo ha scritto, davvero azzeccata da parte della nostra dirigenza, che nonostante tutto il non bene che in quel momento si diceva, ha comunque creduto nell’investimento, non regalandolo al primo per strada, ma scegliendo accuratamente una situazione consona che potesse far tornare il calciatore visto ed ammirato in maglia gialloblù.

 

Obbiettivo che sembrava dovesse essere più che una formalità per i cugini, anche lo stesso Fanucchi più di una volta (come non comprenderlo) aveva sbandierato che quella di rimanere a Pisa sarebbe stata la sua volontà, dettata da una situazione congeniale per lui e per la sua “crescita”, oltre che l’aver trovato un ambiente che da subito aveva avuto in lui la massima fiducia, ricambiata poi in campo nella maniera che ormai è nota.

Ma la società del presidente Corsi, tornando al discorso di averci visto lungo, sembrerebbe intenzionata a riappropriarsi da subito delle prestazioni dell’ex Figline, mettendo quasi un punto definitivo alle speranze pisane. Anche nel corso di una trasmissione sportiva che parla delle cose nerazzurre, Corsi, è intervenuto proprio per mettere a tacere (facendo rimanere discretamente male gli ospiti) quelle voci, quasi festose, che nel provare a disegnare la squadra per la prossima stagione, mettevano Jacopo come fulcro del team.

Il Presidente, come ribadito anche, seppur in maniera informale, negli ambienti di casa nostra, avrebbe detto che il giocatore è cresciuto, la maturazione arrivata a compimento ed il giocatore è adesso pronto a giocarsi da protagonista la serie B.

 

Già dalla settimana prossima ne sapremo di più e capiremo se l’interesse per Fanucchi è realistico, oppure, ancora una volta, c’è chi la sa più lunga ed a buon intenditor poche parole.

 

To. Che.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCon Roberto Soriano – Grazie Empoli
Articolo successivoLunedi a Parma la "partita del cuore"
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

8 Commenti

  1. Ma che siamo pazzi??? Ma lasciamoglielo al Pisa, un conto è giocare nei dilettanti, un conto è giocare in serie b. Ma poi manco fosse giovane..

  2. Ma se tu hai una richiesta per un giocatore che fai dici subito si?E’chiaro che il Corsi vuole mettere in tasca piu’ soldi possibile…..lasciali lavorare e vedrai che per Fanucchi prende i soldi che gli interessano….Dovresti sapere che Vitale ci sa fare e parecchio…..

  3. Aldilà di diversi e sparsi errori di battitura , sono presenti , nell’articolo , diversi errori di ortografia :
    1) rigo 5 : tra il centrocampista lucchese , ed era sbarcato , la virgola non serve , è un errore grave
    2)Tra Corsi , e è intervenuto proprio per mettere a tacere , la virgola non serve per la stessa correzione di cui sopra
    3)Di fatto la sua ultima uscita in maglia azzurra(,)fu accompagnata : anche quella virgola , che io ho inserito tra parentesi , è un errore che avete fatto ; la virgola messa in una proposizione principale tra un soggetto e un verbo si chiama “virgola assassina” , ed è un errore lessico-concettuale-ortografico pesante
    Maggior attenzione , forza ! Cordiali saluti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here