empoli-lazio (23)Se dopo sette giornate puo’ essere un caso, dopo quattordici certamente no. L’Empoli della stagione 2015-2016, quello targato Marco Giampaolo, continua a mantenere un vantaggio su quello della passata stagione.

Sono tre i punti in più’ alla 14a con la vittoria arrivata domenica, che certifica un buono stato fisico e mentale della squadra in una stagione che certo non si presentava come facile, fosse solo perchè il confermarsi è sempre la cosa più difficile.

 

E la gara di domenica scorsa, con quel gol di Lorenzo Tonelli arrivato da palla inattiva, vede anche quel tipo di situazione in crescita: quello che, nei tanti discorsi da bar, vedeva proprio nelle palle intattive a favore un gap da recuperare rispetto al passato. Si diceva poi che mancavano i gol dei difensori, quelli che lo scorso anno spesso hanno fatto la differenza: detto-fatto.

I numeri sono uno specchio in cui rifletterci e nel quale poter vedere chi siamo. E i numeri sono davvero tutti a favore di mister Giampaolo che, giorno dopo giorno, lavoro su lavoro, ha fatto sua questa squadra prendendosi una non semplice eredità e sapendo sfruttare a suo vantaggio il lavoro passato. Ma la partita con la Lazio resterà un crocevia di questa stagione anche per un altro motivo, da non sottovalutare assolutamente.

La squadra ha saputo snaturarsi.

 

Quante volte abbiamo detto, noi per primi, che questo gruppo sapeva giocare soltanto bene e che le varie situazioni “sporche” erano per noi un terreno minato. Beh il secondo tempo con i biancocelesti è una storia tutta da raccontare. L’inserimento di Zambelli è una splendida lettura in corso della gara, il cambio di modulo ripassando a quello che in estate era stato provato, la famosa “ruota di scorta”. Il sapersi mettere a giocare “a pallonate” rinunciando al gioco, rinunciando ad una specifica fase di possesso per mettersi li a soffrire cercando più di limitare l’avversario che non il costruire. Se questa non  è una crescita mentale…..

Poi tutto si estremizza con i punti e quelli di domenica sono davvero pesanti. Quota 18, a 2 punti dai 20 che ci metterebbero a metà strada dal traguardo (con 37/38 comunque ci si salva), tre punti in più di Sarri, oggi il primo della classe.

Bravo Marco, bravo mister!

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteCi siamo per il rinnovo di Tonelli
Articolo successivoÈ Del Neri il nuovo tecnico del Verona
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

30 Commenti

  1. Questo è un mister intelligente e preparato. Brava la società ad averlo scelto e ad avergli dato fiducia anche durante la mini-crisi Atalanta-Frosinone, quando per molti tifosi andava già mandato via. La squadra è con lui e molti giocatori sono migliorati sotto la sua guida tecnica.
    Domenica è stato bravo e fortunato a riesumare il 352 provato in estate (che poi alla fine era un 532)…non ne avevamo fisicamente e se avessimo continuato col solito assetto ne avremmo presi tre come contro il Chievo. Invece abbiamo intasato gli spazi e ci è andata bene…il mister impara dagli errori che commette, e soprattutto è una persona umile che quando sbaglia lo ammette, senza cercare alibi.
    Complimenti mister!

  2. Saponara,semplicemente,si sta allenando poco per problemi fisici e di conseguenza non è al meglio.Se in settimana ti alleni a scartamento ridotto è ovvio che la domenica non hai la birra necessaria per correre 90 minuti.

  3. Riguardo Giampaolo io ero molto perplesso però riconosco che i risultati gli stanno dando ragione.Anche lo scorso anno con La Lazio in casa giocano gli ultimi minuti a cinque dietro con Bianchetti.

  4. Bravo Giampaolo continua così non c’è niente di meglio di chi, vincente o perdente a fine gara , ci mette comunque la faccia. Poi la cosa bella del calcio , l’ imponderabile , è che con la Lazio non abbiamo giocato meglio che a Firenze e abbiamo vinto. Ecco , la differenza tra lui e sarri è il fatto di riuscire a vincere qualche partita sporca invece di raccogliere ” meritati e stretti pareggi” . A me piace di più così.

  5. Io fino a domenica scorsa avevo nostalgia i Sepe e poi skorupski ha fatto quel po’ po’ di partita! Mi rimane la grossa nostalgia di Mirko Valdifiori (e speriamo che Paredes….)

  6. che incompetenti ,dicono con un saponarain più,x non ammettere che si sono sbagliati nel giudicare troppo in fretta il mister,intanto senza saponara abbiamo vinto due gare di fila,non fraintendete io lo voglio in campo, ma no quando e’ al 25 come domenica, smettete di dare i voti ,siete rofiani rimpiangevate sepe ,con lui avremmo forse meno punti dell’anno scorso ,

  7. Bravo anche chi si ravvede…….è non sei il solo…….quanti gufi a blaterare, non se ne sente più uno……….mah forse sarà il freddo!!!!

  8. il modulo 3-5-2 è un’ottma alternativa a partita in corso quando devi difendere il risultato come con la Lazio anche se sinceramente metterei barba o camporese ( centrali puri ) e non zambelli visto che si va a posizionere nella stessa zona di Laurini

  9. Sono molto contento per il Mister…i mugugni di luglio stanno piano piano sparendo (a suon di risultati)…ora peró viene il difficile: le ultime tre in fila…fare 9 punti sarebbe una cosa celestiale, come toccare il Paradiso…ma già 5 punti non sarebbero affatto male!

  10. Niente calcoli per favore, giochiamole tutte che quest’anno non ci sono due squadre che si autoeliminano come cagliari e parma. Non abbassiamo la guardia: siamo solo a dicembre e basta poco per rivoluzionare la classifica.

  11. Dippe,ma non vieni a vedere gli allenamenti al sussidiario? Saponara ha qualche problema muscolare che non lo fa allenare come vorrebbe,altro che Selfie,vieni al covo che ti si spiega,così non dici minchiate

  12. Io sono no calcoli …
    I calcoli li lascio fare qui a Firenze che due domeniche fa prima di Fiorentins Empoli dicevano le prossime due son sei punti poi una forse si pareggia perché non abbiamo mai pareggiato … borda due X di fila !!

    Ciao bellini … non mettiamoci a far calcoli testa bassa e sul pezzo fino a Bologna per questo 2015 poi a gennaio ci penseremo a stare con il low profile fino a maggio !!

  13. Mister Giampaolo: mai banale nelle interviste (anche se meno scenografico di Sarri) e soprattutto ti fa capire tecnicamente quello che fa e perché lo fa.

    Occhio Mister, pero’, perché temo che quest’anno per salvarsi serviranno 40 punti o più (e’ successo una volta sola negli ultimi 20 anni, con Padova e Genoa che nel 1995 furono costrette allo spareggio)

  14. Lo scorso anno ho detto che ci salvavamo con 5 giornate d’ anticipo , quest’ anno con 7-8 siamo da Europa league basta crederci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here