Puntuali come ogni settimana torniamo in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento, “Il Punto”. Con Alessandro proviamo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.

 

Alessandro ben trovato. A Verona è arrivata la seconda sconfitta consecutiva con l’Empoli che dal dopo Torino e salvezza matematica, non ha fatto più punti. Vogliamo spendere una battuta sulla partita?

“Una partita difficilissima da preparare dal punto di vista motivazionale, l’impresa titanica era proprio questa e non fare risultato a Verona che, tuttavia, con maggiore attenzione e incisività poteva pure arrivare. Il gol in avvio di Saponara ci aveva illuso poi l’Empoli, come una candela, si è consumato a poco a poco fino a spegnersi del tutto. Ha vinto la squadra che ha messo qualcosa in più nella voglia di volerla vincere”.

 

Perchè, semmai, le cose interessanti da Verona sono arrivate nel dopo gara con le dichiarazioni di mister Sarri. Un Sarri che spesso in questi anni ha difeso la squadra di fronte a qualche prestazione cosi cosi e che invece, domenica, con lo “scudetto” già vinto, non ha gradito un certo atteggiamento, minacciando pure di portare tutti in ritiro…

“Rientra nello stile del personaggio, nella filosofia dell’allenatore che scende in campo sempre per vincere e sempre per offrire un gioco spettacolare. E poi perchè probabilmente lo infastidisce molto l’idea di chiudere un campionato straordinario con una serie di sconfitte consecutive. Tuttavia è comprensibile un rilassamento inconscio da  parte della squadra dopo una stagione lunghissima e impegnativa anche dal punto di vista mentale. Comprendo e capisco il mister, anche se stavolta ha esagerato soprattutto sul discorso legato al ritiro”.

 

marinai alessandroOra, Alessandro, ma si puo’ davvero chiedere e pretendere qualcosa in più? Davvero, se per assurdo arrivassero quattro sconfitte consecutive, si potrebbe rimettere in discussione la stagione ?

“Assolutamente no, non scherziamo! Almeno non da parte mia, poi ci sarà sicuramente chi avrà da ridire.  La squadra aveva un obbiettivo e questo lo ha centrato; è vero che i ragazzi dovrebbero continuare a dare il massimo, ma riuscire a trovare le motivazioni giuste non è facile. Visto come vanno le cose, forse sarebbe meglio dare minutaggio a qualcuno che ne ha avuto poco, potrebbe avere motivazioni maggiori rispetto a qualcun altro che ha tirato la carretta tutta la stagione “.

 

Oltretutto, guardando a domenica prossima, ce la giocheremo con una Samp che già parla di gara della vita per questa stagione….

“Beh, mancano due giornate alla fine e loro sono ancora in corsa per un posto in Europa, trovo normale che per la Sampdoria rappresenti una gara da dentro o fuori, una gara importantissima a differenza dell’Empoli che ha però il dovere di riscattarsi da due sconfitte consevutive ma soprattutto di congedarsi dal “Castellani” in maniera dignitosa”.

 

Cambiamo argomento. E’ stata una settimana di premi, e quello più importante, il “Leone d’Argento”, è andato a mister Sarri. Prima volta per un allenatore…

Strameritato, niente da dire. Ha vinto nettamente con enorme vantaggio sugli altri finalisti ma non poteva essere diversamente. I risultati di questo straordinario triennio portano in calce la sua firma e con la città, con la tifoseria si è creato un feeling fortissimo come raramente capita di vedere in questi casi“.

 

La critica ha premiato Croce, il gol più bello quello di Saponara contro il Napoli. Alessandro Marinai è d’accordo ?

“Potrei dire di aver vinto anch’io dal momento che tutti quelli che hanno vinto sono quelli che avevo votato io. Su Croce siamo tutti d’accordo nel dire che avrebbe meritato anche il Leone d’Argento, aver vinto la critica è ugualmente importante e gratificante per lui che ha conosciuto tardi il grande palcoscenico del calcio. Sul gol sono stato indeciso tra quello di Saponara e quello di Mchedlidze in Coppa Italia, alla fine ho optato per quello di Saponara che stilisticamente è stato delizioso da vedere”.

 

Parliamo un attimo di mercato. Saponara è nuovamente oggetto del desiderio di grandi club. Cambia la città (sembrerebbe duello romano) e cambiano ovviamente anche le valutazioni. Tu di fronte all’ipotesi paventata ieri su PE, con Riccardo a Roma per 7 milioni più Barba e Skorupski, che faresti?

“Si parla di cifre importanti, si parla di un grande club come la Roma e a queste condizioni ci si deve rendere disponibili a trattare. Anche per il ragazzo potrebbe rappresentare lo stimolo giusto per dimostrare a tutti, e soprattutto al Milan, che lui in un top club ci può stare. Io rimango dell’idea che se chiamano squadre di quel valore e di quel blasone diventa complicato trattenerli a Empoli”.

 

Sbaglio se dico che man mano che passano i giorni (poi magari verremo miseramente smentiti), mister Sarri sembra sempre più vicino a rimanere ad Empoli?

“Mi sembra una situazione di assoluto stand by, ma secondo me siamo sempre al 50% di possibilità. Ancora il cosiddetto valzer delle panchine non è iniziato e non sappiamo quante e quali società cambieranno allenatore. Continuo a pensare che Sarri se ne andrà solo se per lui dovesse passare il treno bello al quale non puoi dire di no. Diversamente ci sarebbe ovviamente da fare un confronto con la società per capire le strategie da portare avanti e quanti di questa rosa rimarrebbero. E capire se Sarri accetterebbe di ripartire con una squadra che rischia di subire pesanti cambiamenti”.

 

Tu conosci molto bene la LegaPro. Ci puoi anticipare qualcosa su questo Dermaku, fresco di un triennale con l’Empoli?

“Non lo conosco, però mi sono informato e la relazione ricevuta non è tutta rose e fiori. Giocatore con gran fisico ma non particolarmente veloce. Ci sarà da lavorarci, ammesso che poi rimanga ad Empoli”.

 

Come da tradizione chiudiamo con i promossi ed i bocciati dell’ultimo turno…

“Con il campionato pressochè delineato ha poco senso indicare chi è promosso e chi è bocciato anche perchè il rischio di dire delle ovvietà e/o banalità è elevato.  Semmai stenderei un enorme velo pietoso su questo ennesimo scandalo che sta uscendo in questi giorni legato al calcioscommesse. Una pagina veramente triste e ogni volta è un pugno nello stomaco”.

 

Alessio Cocchi

38 Commenti

  1. alessandro io domenica farei giocare chi ha giocato meno, ovvero ragazzi che vogliono anche loro fare qualche Presenza in serie A, tipo levan brillante ecc. . che ne pensi ?

    • Penso che potrebbe essere una possibilità soprattutto per cercare maggiori motivazioni rispetto a qualcuno che potrebbe esserne scarico in questo momento. Ovviamente sarebbe anche un’occasione per vedere all’opera giocatori che hanno avuto poca visibilità e minutaggio.

  2. ….mi dispiace, ma io condivido e difendo il mister anche in questa occasione. Purtroppo ‘sta cosa di gioca’ tanto pe’ fa’ non si sradicherà mai dalla cultura calcistica italiana, è un cancro tanto quanto quelle delle scommesse che, periodicamente, tornano fuori.

    • Opinione rispettabile, ma non credo sia giusto dire che la squadra gioca tanto per fare. E’ umano e comprensibile un calo di motivazioni a livello inconscio, no succede solo nel calcio ma in vari aspetti della vita quando si raggiunge l’obbiettivo. Certo, non è mai piacevole perdere e il mister deve parlare così, ma la battuta sul ritiro l’ho trovata esagerata.

  3. Non credi Alessandro che sarebbe più saggio non seguire più il calcio visto che ormai è appurato che specialmente nelle serie minori mezze partite sono fatte?
    Io da tifoso dell’empoli posso dirti che anche se l’empoli probabilmente è tra le società più oneste da ora in poi credo che seguirò le partite con più distacco tanto ci prendono per i fondelli, bisognerebbe che lo dicessero anche a noi quando sono truccate almeno si guadagnerebbe anche noi

    • Tutte le volte che scoppiano questi scandali diciamo che sarebbe meglio lasciar perdere tutto, ci sentiamo traditi e presi in giro, violentati nella passione, ma è proprio l’amore per questo sport che ci spinge ad andare avanti. Dobbiamo cambiare mentalità, non dobbiamo dire “molliamo tutto”, ma allontanare il marcio dal calcio. Dove ci sono tanti soldi intorno c’è sempre criminalità.

  4. Ciao Alessandro, secondo te ora Saponara quanto vale? Perché siccome parliamo del decimo giocatore più forte del campionato per media voti e per rendimento non penso che si possa scendere sotto i 10 milioni.

  5. Ciao Ale …visto che il cagliari è retrocesso e vogliono rivoluzionare la rosa secondo te giocatori come ekdal , avelaar , cristeig o sau potrebbero essere utili e accessibili economicamente x noi ??? poi ho visto alcuni commenti critici nei confronti di Pucciarelli io invece guardando attentamente tutte le partite del nostro amato Empoli vedo tanto impegno e le difese avversarie in difficoltà a marcarlo secondo me manca solo il gol però vedo tanta corsa e impegno , sei d’accordo ???

    • A Cagliari ci sono giocatori interessanti, così come a Cesena e Parma. I nomi che hai fatto te piacciono anche a me… Vedremo se Carli attingerà da queste squadre.

    • E’ preferibile puntare su un portiere bravo, se poi è italiano meglio. Ci sono alcuni nomi tra i papabili: Skorupski, Scuffet, Leali… Ancora è presto.

  6. Domenica è la partita di addio ad Empoli per diversi calciatori e, molto probabile, del Mister
    Credo che tartasserà i ragazzi come solo lui sa fare perchè vorrà vedere in campo lo spirito che ci ha contraddistinto in questi bellissimi 3 anni
    La domanda: per ora si parla solo di vendere e movimenti minori, molto minori, in entrata anche se il Mister restasse a Empoli il futuro lo vedo molto incerto ed il salto di qualità si fa solo con elementi dagli ingaggi fuori portata per noi…mi puoi fare una piccola rosa di elementi che potrebbero rientrare nei parametri azzurri?
    Grazie e buon lavoro

    • Non sono in grado di fare una rosa di nomi per il semplice motivo che per conoscere i parametri dovrei conoscere gli ingaggi dei giocatori e non li conosco. Però, ad occhio, i nomi che faceva Antonio nel precedente commento credo che potrebbero rientrare nei parametri. Al netto di questi parametri io sonderei anche Defrel, poi ci sarebbe Viviani, magari qualche prestito nell’ambito di qualche operazione in uscita… Insomma, la squadra l’Empoli la farà anche la prossima stagione 🙂

  7. Alessandro non pensi che questo atteggiamento, parlo di quello di Sarri, possa essere controproducente per lo spogliatoio. Ho visto l’intervista post gara ed era divertente vedere Cocchi che faceva quasi da giustificatore per la squadra col mister che ci andava giù peso secondo me eccedendo quando ha detto che se giocano cosi nessuno li compra

    • Assolutamente no… La squadra sa che non ha fatto ciò che è nelle proprie possibilità anche se non lo ha fatto in maniera premeditata. Sarri deve parlare così, secondo me ha solo esagerato nella battuta sul ritiro, ma credo che possa essere stata anche una provocazione.

  8. Buonasera Alessandro,

    Nel caso di Sarri sul piede di partenza, cosa ne penseresti di S’ostina come prossimo allenatore dell’Empoli?
    Naturalmente si tratterebbe di una tappa intermedia prima del suo approdo al Barcellona e dopo alla presidenza degli Stati Uniti.
    Credi sia un’obbiettivo irraggiungibile?

    grazie e saluti

  9. Buongiorno Marinai, ho letto la notizia con l’esito negativo per il Genoa e positivo le la maggior parte delle squadre italiane della licenza UEFA , nell’elenco non viene menzionato l’Empoli, cosa significa non l’abbiamo chiesta o non ce l’hanno data?

  10. ….allora….recapitoliamo. Se va via Vecino, ci metto Rizzo della Samp. con Donsah del Cagliari (prestito dalla Juve) come alternativa. Se va via Valdifiori, ci piazzo Crisetig con Ronaldo pronto alle spalle. Centro sinistra Croce con Buchel o Maiello in caso di forfait del prestigiatore. Davanti , in attesa di colpacci da ultimo minuto , andrei su Melchiorri che con il nostro schema sarebbe perfetto. Ti va bene cosi ? Ciao grande…si scherza…;-)

    • Crisetig mi va bene, anche Viviani però. Pure gli altri non sono male, solo Maiello non mi entusiasma più di tanto. 🙂

  11. Alessandro non credi che se davvero andasse alla Roma,Saponara,verrebbe fortemente “danneggiato” nel ritrovarsi a giocare ancora una volta con una “grande” in un ruolo che potrebbe non essere il suo?E vero che chi sa giocare a pallone emerge magari anche in un altro ruolo…..ma visto il 4-3-3 con cui gioca Garcia,toglierlo dalla posizione centrale in cui gioca mi sembra un vero delitto…..la sua progressione partendo soprattutto da centrocampo in su e il suo saper giocare con entrambi i piedi,lo hanno reso giocatore fortissimo.Al massimo con la maglia giallorossa potrebbe giocare come finto centravanti(per capirsi…alla Totti)…..questa e’ l’unica posizione in cui lo vedrei con la maglia giallorossa,perche’ messo a fare la punta esterna non la reputo una buona idea,come anche metterlo a giocare sulla linea dei centrocampisti.Tu cosa ne pensi….e non credi che se davvero dovesse partire per la sponda Torino,vorrebbe dire,a parte il finire nella squadra piu’ forte,non andare ad “intaccare” il ruolo in cui gioca in quanto la Juventus anche quando gioca a cinque,lascia al centrale del centrocampo “licenza di affondare” verso l’area avversaria……

    • Io penso una cosa fondamentale: chi (e se) prenderà Saponara e non lo metterà in condizione di esprimersi al meglio, non punterà forte su di lui sbaglierà clamorosamente. Già il Milan ha rischiato seriamente di rovinare il talento di Riccardo, la prossima squadra spero sia più intelligente. Personalmente come caratteristiche lo vedrei meglio alla Juventus rispetto alla Roma.

  12. Buongiorno, come sempre parole equilibrate del miglior giornalista sportivo di zona.
    Non voglio tornare su temi di mercato già toccati, quindi ti chiedo se sai se qualcuno dei primavera potrà essere aggregato il prossimo anno, e se dei giocatori in giro qualcuno sarà utile alla causa azzurra. Ti chiedo di approfondire la cosa non appena sarà possibile, nel caso la domanda fosse prematura.
    Personalmente, ma credo sia una cosa comune a molti tifosi, fa più piacere vedere i nostri semilavorati affermarsi rispetto agli altri..

    • Grazie per le parole, ma ce ne sono di molto bravi in zona. Lasciamo terminare i play off alla Primavera, qualcuno potrebbe poi venir aggregato alla prima squadra. Di quelli che sono in giro in prestito faccio fatica ad individuarne qualcuno che potrebbe tornare, ad eccezione di Ronaldo. Con ragazzi che non sono pronti sarebbe controproducente rischiare di fargli perdere un anno. Lasciamo passare ancora qualche settimana, in attesa che le trattative prendano corpo.

    • Ci sono vari profili che potrebbero fare al caso dell’Empoli, a me non dispiace Defrel. Potrebbe esserci Coman della Juve o lo stesso Sau. Su Verdi io punterei a prescindere indipendentemente da ciò che farà Saponara. Dobbiamo prima vedere come si risolverà la comproprietà tra Milan e Torino e poi capire cosa ne vorrà fare chi se lo aggiudica. Secondo me può ancora crescere.

  13. Significa che non abbiamo pagato la licenza UEFA ad inizio anno ..credo che ogni anno alla’ inizio dell’ anno si deve pagare una cifra irrisoria per poter affrontare se ci s’ arriva la licenza UEFA

  14. Alessandro, negli anni precedenti abbiamo mandato tanti giovani della primavera in prestito, chi pensi possa tornare? a me piaceva tanto Frugoli, ma ho visto che non ha combinato granche’ quest’anno fra Pistoia e savona.

  15. Caro Marinai, avrei molto da chiederlema non lo faccio. Voglio invece farle i miei apprezzamenti per il suo acume e la sua passione. Grazie di tutto, anche per aver tenuto in piedi una simpatica rubrica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here