Eccoci tornati con la rubrica settimanale di approfondimento in compagnia del collega Alessandro Marinai. Con Alessandro proveremo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.

 

marinaiAlessandro ben trovato. Domenica scorsa con il Cesena c’era da vincere, il resto sarebbe contato poco e l’Empoli ha risposto presente…

“Era fondamentale ritrovare la vittoria che mancava ormai da troppo tempo, non era prioritario il bel gioco ma devo dire che sono più contento che la squadra abbia di nuovo sfornato una bella prestazione. Vincere e convincere è un’ulteriore presa di coscienza per affrontare il proseguo del campionato con fiducia”.

 

Una gara che vedeva assenza importanti, con poi l’aggiunta di Vecino che si è fermato nel riscaldamento ma chi è entrato, chi ha giocato, ha fatto davvero bene…

“Le assenze erano di rilievo e con l’aggiunta di Vecino è venuto a mancare quasi tutto il centrocampo. Se n’è accorto qualcuno? No, e questo dimostra che ci sono altri titolari in questa rosa, che c’è un gruppo sul quale fare affidamento. A me non convinceva la formazione iniziale perchè mi sembrava poco equilibrata, son sincero, ma non potevo sapere l’apporto che avrebbe potuto dare Zielinski in quella zona del campo. Ho sempre sostenuto che l’Empoli aveva in casa le risorse necessarie per centrare il difficile obbiettivo della salvezza, ne sono sempre più convinto”.

 

Ovviamente poi il gol di Signorelli ha poi avuto un suo significato molto importante…anche quello di Maccarone, per altri versi…

“Sembra studiato tutto a tavolino, come una piccola favola, un racconto fantastico: il gol dell’attaccante tanto invocato sul mercato e quello del giocatore più criticato. La rete di BigMac è da attaccante di razza, da grande attaccante, e in quel sinistro ha scaricato tutta la rabbia che si è trasformata in gioia. Per Signorelli sono estremamente felice, spero che questo gol abbia contribuito a cancellare un po’ di amarezza accumulata nel tempo. Avrei voluto essere nella sua testa mentre raccoglieva l’applauso del cuore caldo della tifoseria, chissà che mix di sensazioni ed emozioni avrà vissuto in quei secondi”.

 

Cesena la seconda retrocessa insieme al Parma?

“E’ ancora presto per dirlo perchè di punti in palio ce ne sono tanti, ma se il Parma è praticamente retrocesso, soprattutto dopo la sconfitta con il Chievo, diciamo che il Cesena non se la passa benissimo…”.

 

Senti Alessandro da qualche settimana si parla dell’attacco e si dice che tutti e quattro sono in ballottoggio al 25%, però la coppia Maccarone-Pucciarelli sembrerebbe ad oggi quella preferita da mister Sarri…

“Sono quattro attaccanti con caratteristiche diverse che in alcuni elementi deve trovare la forma migliore. Maccarone contro il Cesena, gol a parte, è apparso in crescita mentre Pucciarelli è quello più impiegato negli ultimi incontri. Ritengo, tuttavia, che l’Empoli avrebbe bisogno di ritrovare i gol di Tavano. Che arriveranno, magari dalla prossima in casa…”.

 

Adesso a Milano per provarci…

“Come sempre. La differenza è lo scenario che si presenta di volta in volta agli azzurri e questo è uno dei più affascinanti. Il “Meazza” rimane per me uno degli stadi più belli e l’Empoli ci arriva in condizione psico-fisica ottimale. Non c’è nulla da perdere, uscire sconfitti da San Siro ci sta, ma come ha detto Sarri nel post-Cesena, la squadra dovrà salire sul pullman con la lucida follia di andare a Milano a giocare meglio del Milan”.

 

Cosa temi del Milan? Dove invece potremmo fargli male?

“Davanti un po’ di qualità ce l’hanno, poi è stata una settimana particolare dove sono state versate molte lacrime in seguito alle polemiche della gara contro la Juve… In difesa non mi sono sembrati insuperabili, potrebbero soffrire l’organizzazione e le ripartenze degli azzurri”.

 

Chiudiamo come sempre con i promossi ed i bocciati dello scorso turno…

“Promuovo le torinesi. La Juventus ormai si avvia a vincere nuovamente il tricolore, il Toro invece ha fatto un exploit che onestamente mi ha sorpreso. I granata visti a Empoli non lasciavano certo immaginare che avrebbero poi collezionato ben 17 punti in 7 partite. Complimenti a Ventura che ancora una volta sta sorprendendo anche se la rosa non è proprio il massimo. Bocciato il Parma e tutto il suo contorno grottesco. Spero solo che non venga falsato il campionato ma faccio fatica a crederci”.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'arbitro di Milan-Empoli
Articolo successivoTrasferta di Milano – Info per chi andrà in auto
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

  1. Ciao Ale. (…ci salutiamo sempre di corsa…tra una stazione…un aeroporto…sempre per il solito motivo ;-). Domanda. Argomento piccante. Parma . Nulla contro la sua meravigliosa gente e stupenda Città. Ma chi lo dice il medico che questa tipologia di squadre , bisogna per forza salvarle ? Sappiamo bene la storia della sua ascesa. Da brividi. Ti ho fatto questa domanda per dare ancora più lustro al nostro ambiente. Saluti

    • Ciao Angelo… L’argomento Parma è delicato quanto doloroso. Doloroso perchè è sempre un dispiacere vedere società sull’orlo del fallimento perchè poi chi ci rimette veramente è il tifoso. Delicato perchè, vista la situazione, c’è il rischio che venga falsato il campionato. Questo è l’ennesimo esempio che dovrebbe far riflettere chi ha a cuore le sorti dell’Empoli, fare il passo più lungo della gamba è rischiosissimo di questi tempi.

  2. Ciao Alessandro, visto che il Milan non è stabile cambia schemi in continuazione e non ha identità credo che possa soffrire molto la nostra organizzazione e la qualità di gioco anche se nei singoli sono superiori a noi. Ovviamente dobbiamo fare i conti con le lamentele di Galliani e i soliti arbitraggi avversi a noi.
    Con una direzione arbitrale giusta ci vedrei quasi favoriti.
    Che ne pensi?

    • Io parto dal presupposto che la direzione arbitrale debba essere giusta, non mi fascio la testa prima di essermela rotta… 🙂 Per il resto fai considerazioni che ho fatto pure io nel pezzo. Per la prima volta andiamo a Milano per giocarsela e per provare a vincere.

  3. Ciao Alessandro , 2 domande ed una considerazione ; 1 ) Se vedi il Verona coinvolto nella zona retrocessione fino alla fine ; 2 ) Ieri ho visto la partita del Parma ( inguardabile ) , secondo te faranno cosi fino alla fine del campionato ??? e poi ho letto le dichiarazioni del presidente Corsi ( io gli farei cmq una statua ) che come numeri siamo inferiori a tutte o quasi …non ti sembra controproducente un discorso del genere e poi ci si lamenta degli arbitri, ad es. il chievo ha una vita che è in serie A , ci vanno sempre 4000 persone e non hanno come noi tante risorse economiche eppure Campedelli darebbe l’ anima x restare a vita in A e non esce con queste sparate , che ne pensi ??? ciao e grazie …ah hai visto domenica ho portato il sole , la vittoria ed il primo gol di Signorelli in Serie A 😉

    • 1) Assolutamente coinvolto 2) Spero di no ma temo di sì … Corsi ogni tanto lo ricorda ma è un dato oggettivo, non credo che possa diventare una dichiarazione controproducente. Anche il presidente azzurro darebbe l’anima per rimanere in A, fidati. In merito all’ultima frase, vedi di tornare presto! 😀

  4. Ciao Alessandro,
    potresti farci avere una foto di Saponara con la varicella? 😀
    Cosa ne pensi delle polemiche che stanno fioccando sul sito riguardo la sua (presunta per alcuni) malattia?
    Grazie

  5. Ciao Alessandro, a proposito delle molte e ingiustificate lacrime versate da Galliani volevo sapere la tua opinione sulle lamentele di alcuni Presidenti come Lotito, De Laurentiis, Preziosi e Pozzo e di alcuni dirigenti come lo stesso Galliani riguardo le direzioni di gara per loro insufficienti e non solo… Addirittura in questi giorni si è parlato di sorteggio per le designazioni ma mi sembra che si stia esagerando. Per la partita di domenica conferma in blocco dell’undici che ha battuto il Cesena con i rientri di Croce e Vecino dall’inizio? Ho letto su Tuttomercatoweb che Tavano è prossimo al rinnovo, confermi?

    • Lamentarsi degli arbitraggi è sport nazionale, soprattutto da parte di presidenti e/o dirigenti che hanno cassa di risonanza importante. Quei personaggi che citi non li sento mai chiacchierare quando usufruiscono di favori che nell’arco di un campionato ci stanno. E’ un cattivo costume soprattutto italiano che non mi appassiona. Credo che siano poi loro a non volere il sorteggio, avrebbero tutto da rimetterci anche se pure io sono contrario perchè ritengo che, come una squadra di calcio, debbano scendere in campo i migliori e i più in forma. La formazione lasciamola fare a Sarri, lui sa chi può dargli ciò che vuole… A me, ripeto, non piaceva la formazione di domenica scorsa perchè presentava dei rischi prima della gara, ma sapere che il ventaglio di alternative si allarga ulteriormente mi fa stare bene e soprattutto tranquillo. Questo è un grande gruppo con notevoli risorse. Sulla carta sembrano scontati i rientri di Croce e Vecino, ma occhio alle sorprese che poi sorprese, a questo punto, non sarebbero neppure. Il rinnovo di Tavano non penso rappresenti un problema, a breve potrebbe arrivare la firma.

    • Zielinski sta bene, è ormai completamente inserito negli schemi ed ha dimostrato di avere una tecnica sopra la media. Non credo tuttavia che la trasferta di Milano possa suggerire il suo impiego nel ruolo di interno al posto di Croce, semmai potrebbe entrare in ballottaggio per la trequarti con Verdi, ma credo che Simone avrà motivazioni ulteriori nell’affrontare la sua ex squadra. Piotr secondo me potrebbe risultare decisivo anche a gara in corso.

  6. 1) Zielinski mi ha sorpreso positivamente come interno, pensi che si possa costruire una carriera proprio in quel ruolo visto che il trequartista è un ruolo sui generis e poco utilizzato?
    2) Sarri gli scorsi anni è stato spesso criticato(anche da me) perchè era ritenuto un po’ troppo integralista e fissato sempre con gli stessi giocatori e con le stesse identiche sostituzioni. Penso che sotto questo punto di vista il mister sia cresciuto molto, sta facendo giocare sempre più spesso chi è in forma e anche la scelta di Zielinski come vice-Croce sono convinto che la scorsa stagione non l’avrebbe fatta, sei d’accordo con me?

    • 1) Chi sa giocare a calcio il posto lo trova sempre e Zielinski è uno che sa giocare a calcio. Le carriere poi si formano grazie anche alle situazioni in cui ci si trova e agli allenatori che si incontrano lungo il proprio percorso.
      2) Cresciuto forse anche perchè ha più alternative valide rispetto al passato. Ogni allenatore ha le sue peculiarità e non solo Sarri si affida ad un gruppo di giocatori, anche chi cambia spesso e tanto viene criticato. La differenza nelle scelte la fa la qualità e quest’anno, complessivamente, ne ha molta di più l’Empoli.

    • In che senso veritiera? Io ho visto una vittoria netta di una squadra che ha battuto l’avversario non solo nel punteggio ma anche nella prestazione. Ho visto la stessa squadra che mi ha fatto divertire spesso quest’anno, stavolta trovando la via del gol che era mancata nelle partite precedenti. Il resto sono chiacchiere.

  7. Ciao Alessandro, baratteresti una sconfitta domenica con la certa vittoria contro il Chievo? Daresti fiducia a Franco per la prossima?

    • Io parto dal presupposto che l’Empoli ha nelle corde le potenzialità per fare sei punti e i baratti in questo senso mi piacciono poco… Però, volendo giocare ed essendo obbligato a scegliere, se uno mi mette per iscritto che perdendo a Milano arriverebbe sicuramente la vittoria contro il Chievo la risposta sarebbe sì.

  8. Io credo che in questo momento l’Empoli possa tranquillamente giocarsela alla pari con questo Milan, però sono altresì convinto che la partita successiva sia importantissima. Visto che a Milano non abbiamo niente da perdere daresti spazio a qualche seconda linea che poi tutti hanno dimostrato che seconde linee non sono?

    • Appunto, non esistono seconde linee 😀 Comunque no, non sono solito pensare in questi termini, per me a Milano deve scendere in campo la migliore formazione senza fare nessun tipo di calcolo per il Chievo.

  9. Marinai buonasera, leggo sempre Pianeta Empoli e questa ottima rubrica era però da molto tempo che non le scrivevo. Volevo onestamente sapere da lei cosa ne pensa sul caso Saponara? Ma soprattutto su tutto quello che si è millantato in questi giorni, Per quanto non possa essere una foto a sciogliere i dubbi definitivi

    • Penso le peggio cose… Per prima cosa non esiste nessun caso Saponara… In secondo luogo penso che qualcuno stia veramente perdendo il capo e trovo disgustoso tutto quello che ho letto su Riccardo. Non si scherza sulla salute e non si può mancare di rispetto in maniera così indecorosa. Se la società avesse voluto inventarsi un infortunio diplomatico non avrebbe certo avuto bisogno di ricorrere a una varicella… Che senso avrebbe fargli saltare una settimana intera di allenamento quando sarebbe bastata un’influenza o un affaticamento muscolare al venerdì? Poi non capisco i dubbi della foto… Ma davvero pensate che Saponara si possa esser fatto i puntini col pennarello???

  10. Ciao Alessandro,secondo te,in proiezione,quanto sta diventando pericoloso questo Chievo che non incanta,ma che già fuori casa ha vinto diverse partite?Dando per scontata la nostra salvezza,chi vedi di sotto insieme a Cesena e Parma?

    • Vincere a Parma di questi periodi è decisamente meno complicato di quando ci vinse l’Empoli… E’ presto per capire chi retrocederà… Io pensavo addirittura che avrebbe lottato anche il Torino, ma Ventura ha confezionato l’ennesimo capolavoro. Il Chievo lo misureremo tra dieci giorni…

  11. Ciao Alessandro, domenica Verdi o Zielinski sulla trequarti? Al rientro di Saponara prevedi che sará Riccardo il trequartista titolare?

    • Vedo Verdi con Zielinski pronto a subentrare a gara in corso. Probabile che sarà Saponara il trequartista titolare, ma potrebbe anche esserci un accorgimento nel modulo. Di soluzioni ce ne sono diverse.

  12. Buonasera Marinai
    la faccenda parma è emblematica: una società che fa 3/400 operazioni di mercato all’anno è chiaro sintomo che i bilanci non sono veritieri e che, soprattutto, la federazione non fa il mestiere che dovrebbe: controllare e sanzionare chi va fuori dalle regole, non con un punto in meno in classifica tanto per essere chiari
    ma le domande: se il parma non finisce il campionato che cosa succede, considerando che gli abbiamo anche preso 3 punti, ed i giocatori si possono accasare anche a girone di ritorno in corso?
    grazie

  13. Buonasera Marinai credo che le risposte a tutte le informazioni richieste le darai stasera durante penalty…..io ottimisticamente chiederei un pensiero sul futuro di questa squadra e questa società. …inutile negare che i prestiti rientreranno e i giocatori che più si sono messi in luce avranno mercato….Senza contare gli estimatori di Sarri che aumentano ad ogni gara……il giocattolo si romperà o come penso verrà sostituito da un altro…I cicli azzurri sono stati sempre una costante….che ne pensi??

    • Beh… Sei parecchio avanti te eh… 🙂 Vedremo, molto dipenderà chiaramente anche dalla categoria perchè in caso di salvezza le cose potrebbero cambiare. D’altra parte è lo scotto da pagare quando hai giocatori e allenatori bravi. Se non li avessi avuti non saresti dove sei…

  14. ciao Alessandro, detto che ci stiamo stupendo sempre di più di come cambiano gli uomini ma la sostanza del gioco rimane immutata quindi un grande impatto alla partita, non credi che anche se hanno nomi importanti oltre al chievo e cagliari nella corsa alla retrocessione può entrare Udinese non più abituata alla lotta e una panchina forse corta, Atalanta e Verona?

    • L’Udinese mi sembra difficile, l’Atalanta credo ne uscirà fuori, il Verona c’è dentro nella lotta per non retrocedere.

  15. Ciao Alessandro, un dubbio tecnico che mi porto dietro da domenica. Il gol di Signorelli è arrivato in una situazione in cui abbiamo portato diversi uomini in area, e non solo attaccanti e trequartista. Secondo Me non è un caso. Mi spiego: se non hai un ariete, Un “toni”, un bonazzoli, e non tiri spesso da fuori, DEVI cercare di portare terzini e centrocampisti a inserirsi. Noi spesso, purtroppo, abbiamo una punta che si allarga, e nel mezzo rimangono solo un paio di elementi, senza avere 3-4 uomini che aggrediscono l’area. Ovviamente non sto suggerendo di cominciare a giocare buttando palloni a caso in area, ma secondo me non possiamo prescindere da avere maggiore presenza in area avversaria, con movimenti intelligenti ovviamente, non a casaccio. Che ne pensi? Il gol di domenica è stato un caso o è voluto il fatto di cercare di avere maggiore presenza in area avversaria?

    • I numeri dicono che l’Empoli rispetto alla passata stagione gioca più palloni in area avversaria, la presenza quindi c’è. Gli inserimenti dei terzini ci sono sempre stati, soprattutto sulla sinistra è sovente assistere all’ormai collaudato schema su fallo laterale. Essendo una squadra molto tecnica, priva di torri in avanti e di tiratori dalla distanza è abbastanza normale che accada quello che dici tu. A volte persino troppo.

    • Non sta facendo malissimo e sta trovando maggiore continuità in fatto di tenuta fisica che rappresentava il primo aspetto da perfezionare. Continuo a ritenere che i mezzi fisico-atletici di Levan siano di notevole importanza, magari non sarà un bomber da 15 reti ma uno che lavora molto per la squadra. Forse non è perfettamente tagliato per questo modo di giocare, ma è una vecchia scommessa da tenere ancora aperta.

  16. Ciao.
    Lo so che è dura aver portato la propria squadra in A e poi essere scalzato da un giovane bravo può far salire il nervo.
    Ma io se fossi Davide Bassi non andrei via da Empoli…te lo vedi possibile un suo rinnovo?
    E quanto lo vedi più maturo… di quattro anni fa.. quando rientro in azzurro come terzo e poi divenuto titolare…
    Alla sua età facesse una scelta più di cuore che di portafoglio…
    Grazie
    Io ci credo sempre..e se mister Sarri facesse un folle scherzo a Inzaghi..che contenti che saremo !!
    Ciao ciao da Firenze

    • Onestamente il rinnovo di Bassi lo vedo come ipotesi piuttosto remota. Nel calcio però mai dire mai, cambiano situazioni da un minuto all’altro e fino a che i giochi non sono fatti è preferibile mantenere cautela.

  17. Ciao Alessandro, firmeresti per un 2 a 2 come all”andata o pensi che possiamo fare anche meglio?Sicuramente i ragazzi sono cresciuti e oggi abbiamo probabilmente più certezze di quante ne avevamo nel girone d’andata..anche allora il Milan doveva essere sulla carta più forte…si ma sulla carta ahi loro!
    Come profetizza il nostro grande Mister Potrebbe bastare giocare meglio di loro per vincere?
    Un caro saluto

    • Io credo che l’Empoli andrà a Milano per vincere ed ha le potenzialità per provarci. Dovesse uscire un pareggio prenderemmo anche quello, ci mancherebbe… Mi basta sapere che l’Empoli andrà per giocarsela anche se di fronte ha sempre il club più titolato al mondo. Giocando bene alla lunga paga sempre.

  18. alessandro dimmi la verità quale Empoli ti piaceva di piu’? te ne metto tre a caso: l’empoli di spalletti con esposito e cappellini, quello di baldini con il nuovo modulo 4231 o questo di sarri con una grande coralità di squadra.
    Io non saprei scegliere perchè a loro modo mi hanno emozionato tutti e tre.
    From Cincinnati Usa

    • Domanda difficilissima alla quale non credo si possa dare una risposta netta. Quello di ora credo sia il più completo anche in fatto di continuità di risultati. Quello di Baldini è forse stato il più forte tecnicamente e quello di Spalletti leggendario con il doppio salto… Personalmente sono legatissimo anche all’Empoli 2004/2005, quello della vittoria in Serie B perché fu un anno che vissi intensamente con la squadra. Ripeto, per gioco è divertimento credo che quello attuale abbia più costanza.

    • L’Empoli di Spalletti x i tempi di allora, giocava un signor calcio,calcio che sino ad allora ad Empoli non si era mai visto, questo di Sarri sfrutta maggiormente il possesso palla,che ai tempi di Spalletti non era così esasperato, ma con un po’ meno di concretezza. Comunque i 2 Empoli di Spalletti e Sarri li metterei al primo posto a pari merito 2 o 3 gradini sotto quello di Baldini.

  19. Ciao Alessandro, non scopro l’acqua calda dicendo che gli azzurri giocano il miglior calcio ,o quasi,della serie A, però tutto questo volume di gioco molte volte risulta vano perché portiamo pochi giocatori in area di rigore…….molte volte durante lo svolgimento dell’azione dó uno sguardo in area e quando và bene ci sono 2 giocatori,ora, non sarebbe il caso anche i centrocampisti si inserissero in modo da avere qualche chance in più sottoporta?. Sarebbe molto importante avere un contributo maggiore in fase realizzativa da parte dei nostri centrocampisti,dato anche il fatto che non abbiamo grandi tiratori da fuori area. Ciao!!

    • Dipende dal tipo di azione, ma non sono molto d’accordo su questa riflessione. I numeri dicono che rispetto all’anno scorso l’Empoli gioca più palloni nell’area avversaria quindi significa che di uomini ne presenta. Anche nel gol di Signorelli c’erano ben cinque giocatori nei sedici metri avversari. Sinceramente non avevo mai pensato a questo problema che per me problema non è.

      • Non voglio aprire un dibattito che non avrebbe senso……ma tu, da buon osservatore, ti sei accorto infatti, che nelle pochissime occasioni in cui ci presentiamo con qualche giocatore in più, creiamo i presupposti x quei gol su azione che ultimamente mancavano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here