Ivano Baldanzeddu con la maglia dell'Empoli nel 2006-2007
Ivano Baldanzeddu con la maglia azzurra

E’ costato carissimo al difensore della Virtus Entella, Ivano Baldanzeddu (’86), un fallo subito sabato contro il Brescia, travolto da Di Cesare. Gli esami a cui si è sottoposto il giocatore hanno evidenziato una “lesione multiligamentosa del ginocchio destro” (crociato anteriore, crociato posteriore e collaterale interno) suscettibile di plastica chirurgica. Baldanzeddu dovrà subire due operazioni a distanza di 6-8 settimane per gli innesti di legamenti artificiali. Il referto conferma una prognosi di 12 mesi, per Ivano si prospetta un anno lontano dal calcio.

.

La redazione di PianetaEmpoli, ma crediamo anche gli sportivi azzurri, augurano ad Ivano Baldanzeddu, promessa cresciuta nella cantera dell’Empoli (con anche l’esordio nel massimo campionato di Serie A durante la stagione 2006/07, due presenze all’attivo come giovanissimo nell’Empoli che centrava la storica qualificazione in Coppa Uefa, ndr) un sincero in bocca al lupo per un pronto riscatto sui campi di calcio.

.

LO SFOGO DEL PRESIDENTE DELL’ENTELLA – Alza la voce il presidente dell’Entella Antonio Gozzi attraverso una nota: “Purtroppo il referto della Risonanza Magnetica effettuata al ginocchio di Ivano Baldanzeddu ha confermato la drammatica gravità dell’infortunio subito in seguito all’intervento falloso di Valerio Di Cesare. In questo momento il pensiero va al nostro giocatore, che dovrà saltare l’intera stagione calcistica e affrontare un percorso riabilitativo lungo e difficile. Sarà una grave perdita dal punto di vista umano e tecnico, per un calciatore che rappresenta per noi un punto di riferimento nello spogliatoio e in campo. Chi mi conosce sa che non mi piace lamentarmi, tantomeno della classe arbitrale. In 4 anni di Lega Pro, come riconosciuto recentemente dallo stesso Presidente Macalli, non ho mai alzato il telefono per un torto reale o presunto, ma a questo punto non posso non rimarcare che dopo l’episodio imbarazzante di Bologna, anche quello di sabato scorso non può essere archiviato alla voce “svista”. Le immagini chiariscono inequivocabilmente la violenza del fallo subito dal nostro giocatore; è incomprensibile che un intervento del genere non sia stato sanzionato con l’espulsione di Di Cesare e nemmeno con il fallo. Siamo una matricola che si affaccia per la prima volta nel mondo della Serie B, ma ci aspettiamo anche per noi l’applicazione delle regole, con precisione e competenza”.

.

L’Entella attraverso il proprio canale ufficiale “EntellaTube” fa girare il video del fallo di Di Cesare su Baldanzeddu: sono immagini davvero molto forti.

.

Gabriele Guastella

15 Commenti

  1. Complimenti all’arbitro. Il macellaio ha distrutto il ginocchio a Baldanzeddu e lui non ha preso provvedimenti.In bocca al lupo ad Ivano!

  2. Dovreste toglierlo o comunque mettere in grassetto che le immagini non sono consigliate a tutti perchè sono davvero davvero molto forti.. si vede praticamente il ginocchio che se ne va dal resto del corpo.. Fanno schifo, potrebbero turbare qualcuno, far vomitare qualcuno o far venire un infarto a qualcuno..

    • Anonimo le immagini sono di dominio pubblico e l’Entella Calcio ha chiesto che vengano fatte girare per mostrare la violenza del gesto… ma cosa cavolo scrivi… se non vuoi guardarlo non lo guardare…

  3. Credo che la prova televisiva debba far giustizia…..La sentenza?….Un anno fuori dai campi per Ivano? Un anno di squalifica per quel macellaio….L’arbitro? Che vada prima di tutto dall’oculista e poi smetta di stare sul rettangolo verde ….nel verde puo ‘ stare solo andando nei campi a contare le margherite

  4. Un fallo pazzeso, immagini davvero molto forti soprattutto per chi ha subito in prima persona la rottura del legamento crociato del ginocchio.
    Povero ragazzo…
    🙁

  5. Ma è il solito che bubbolava pure delle immagini della royal per le nuove maglie??? Ma sei suggestionabile così, chiuditi in casa e spegni il computer…

    • Concordo…se ci fosse una giustizia questa dovrebbe essere la pena per Di Cesare.
      Ma dubito che verranno rpesi azioni disciplinari nei suoi confronti.
      Quindi mi aspetto se Di Cesare è un Uomo che si autosospenda da solo.

  6. La cosa veramente da rimarcare,oltre al fallaccio di Di Cesare naturalmente e l’assenteismo del guardalinee a un passo dall’azione che invece di seguire l’azione davanti ai suoi occhi guarda invece da tutt’altra parte…….magari seguendo il pallone,senza mettere gli occhi su un fallo grosso come una casa….E poi si continua a dire che in fondo la classe arbitrale Italiana è la migliore……ma per favore…..facciamolo intendere a chi non va mai allo stadio,perchè chi ci va….ha occhi per vedere….

  7. Purtroppo quando succedono queste cose non possiamo non criminalizzare il responsabile, ma chi ha giocato a calcio sa perfettamente che la fatalità ha una bella fetta di colpa.Non difendo Di Cesare , ma non me la sento di dargli l’intera colpa.Agli auguri per una pronta guarigione ad Ivano associo anche la solidarietà al presunto responsabile .

  8. Ivano forza sei un grande ragazzo,con grande carattere,ti ho visto crescere a Monteboro,sempre positivo e volitivo,Di Cesare si deve solo vergognare……ma ora è’ importante il tuo ricupero,qui ad Empoli ti siamo tutti vicini, FORZA IVANO!!!!!!

  9. …ci sono dei centrali, tipo Di Cesare…o Cosenza che si continua a farli giocare al calcio. Questa gente ogni santa domenica, da anni, rischia di spaccare qualcuno. A volte li va bene e a volte no (per l’avversario). Non mi meraviglia che sia stato Di Cesare l’artefice. E’ una vecchia conoscenza. Scena da brividi, comunque , anche per chi vede partite dal 234 A.C. . Auguroni ad Ivano 😉

  10. Da quando mi sono rotta un ginocchio anche io nel lontano 1991 non riesco piu’ a guardare immagini così cruente, sono davvero vicina a Ivano perchè so che ha provato un dolore indescrivibile e ne proverà ancora tanto per riabilitarsi, ma ce la farà perchè gli atleti hanno un grande spirito di sacrificio. Per quanto riguarda il responsabile del fallo, sicuramente non avrà fatto apposta, ma posso dire, per la mia breve esperienza cestistica, che quandi si agisce in un certo modo le conseguenze possono essere davvero tragiche come è capitato a me. Quello che piu’ mi ha lasciato perplessa è l’esultanza incontenibile di Di Cesare dopo il gol effettuato, sapeva benissimo, in cuor suo, tutto il male che aveva causato ad Ivano, io al suo posto non sarei riuscita a comportarmi così. Un grosso in bocca al lupo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here