Carmine Esposito BoCaCalcio 2011-2012

Carmine Esposito BoCaCalcio 2011-2012

Di Gabriele Guastella

.

Trentotto gol in ottantasei partite in tre stagioni, tra serie C1 e serie A, dal novembre 1995 a maggio 1998; una promozione in B, una promozione in A, una salvezza nella massima serie, una vittoria ai Play Off di C1, una Coppa Italia di Serie C. E’ il palmares di Carmine Esposito con la maglia dell’Empoli. L’inossidabile Carmine Esposito che fino a pochi mesi fa ha continuato a segnare gol nei campionati dilettantistici del bolognese. L’ultima maglia indossata, l’ultima della sua carriera, è giallorossa, quella del Bo.Ca.Calcio 1966, nel girone L della Seconda Categoria dell’Emilia Romagna.

 

Lui, Carmine, che non ha mai dimenticato il suo più grande amore calcistico, l’Empoli. C’era anche lui l’8 giugno scorso al Castellani a soffrire insieme a noi per Empoli-Vicenza, e a gioire con noi… e ci ha promesso che tornerà… per un altro grande appuntamento.

 

Guarda il video di PE che abbiamo dedicato a Carmine Esposito con tutti i gol in maglia azzurra.

.

18 Commenti

  1. … e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Carmine Esposito, si chiama Carmine Esposito, si chiama Carmine Espositoooo, e segna sempre lui!

    • ho pensato lo stesso coro … cantato a squarciagola chissà quante volte … e insegnato da poco ai miei figli che ora mi cantano in coretto insieme a “Oioio Oioioio Cappellini segna per noi” e a quello su Ekstroem …
      Altri tempi … altre emozioni … stessi brividi allo stadio quando si fa gol

      • Davvero, come darti torto…
        Il Cappe è stato un grande e rivedere quelle immagini m’ha fatto venire un tuffo al cuore… e poi il Castellani PIENO!
        Mamma mia…

  2. mitico, mi ricordo ancora il gol che fece dopo 3 minuti all’inter di ronaldo………peccato poi per l’euro gol di recoba da 50 metri……….ricordi stupendi

  3. Com’è possibile avere un video del genere, su partite risalenti a diversi anni fa, e poi non avere nemmeno una sintesi di Empoli-Arezzo 1-1 del 2005 che segnò la nostra promozione in serie A ??

  4. NON CI SONO PAROLE…UNO CHE RESTERA’ PER
    SEMPRE NELLA STORIA DELL’EMPOLI CALCIO…
    E PENSARE CHE QUANDO ARRIVO’ INSIEME AD
    ARCADIO SEMBRAVA CHE QUELLO BONO FOSSE ARCADIO…

  5. Peccato per quel suo carattere schivo che l’ha fatto essere troppo umile soprattutto quando andando a Firenze gli è mancata la giusta esuberanza per emergere anche in una grande squadra…….Il gol piu’ bello?Se Pianeta Empoli lo ritrova è quello segnato contro il Lecce….mi pare fosse una partita di coppa Italia…a meno che non sia gia nel filmato che ancora non ho potuto vedere per problemi al computer!

      • Pur odiando(sportivamente)la Fiorentina…non mi sembra che possa essere paragonata all’Atalanta,al Chievo o altre squadre di mezza classifica…..sicuramente per Esposito è stata l’occasione di giocare in una delle migliori squadre Italiane….forse ho esagerato nel dire grande….ma magari facessimo noi 50.000 spettatori al Castellani! 🙂

    • Grande Esposito, emarginato dalle Nane perchè dentro non ha mai perso il suo cuore azzurro… mi ricordo ancora quando a Firenze, l’anno in cui c’aveva lasciato, a fine primo tempo, mentre faceva il torello con gli altri della panchina, smise per venire a raccogliere i nostri applausi sotto la Ferrovia…

  6. avevo 8 anni quando mi innamorai dell’empoli grazie a esposito, cappellini, bonomi, ametramo….mi ricordo sempre quando la mi mamma dopo tante fatiche mi comprò la maglia di esposito….e io mi incazzai perchè era falsa..comprata al mercato

  7. …..un bomber e una persona genuina, uno che si sentiva in dovere, dopo ogni goal, di passare sotto la Maratona o il settore ospiti quando eravamo in trasferta. Spesso, quando la palla pareva persa ti tirava fuori la perla, al contrario, quando pareva bastasse spingerla dentro la ciccava, ma era sempre comunque una rarità. Anche in questo video però, nonostante vi sia rievocato uno dei pèeriodi più belli della nostra storia, m’è preso il nervoso. Tutta la gente che frequentava al tempo lo stadio si è clamorosamente estinta. Purtroppo, in qugli anni, SKYfo ancora non imperversava come adesso, andare in uno stadio in quegli anni non era estenuante come ora, ma alla fine torna sempre fuori il discorso dello scarso attaccamento alla propria città, fatta eccezione per quelli che, tutt’ora, litigano in casa con genitori e mogli per stare accanto ai colori del cuore, prendendosi di bischero anche da quelli che, anni fa si professavano tifosi tutti d’un pezzo. Statevene a casa vita natural durante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here