All’indomani della sconfitta subita a Crotone, che ha riportato la squadra azzurra con i piedi per terra, ha parlato il diretto sportivo della società di Monteboro, Marcello Carlo. Ha raccolto le sue parole il collega Marco Pagli riportandole nell’edizione odierna de “ Il Tirreno”.

 

Senza fare tragedie, dobbiamo però commentare una gara gettata alle ortiche visto che la si era riacciuffata in una situazione complicata…

“ La gara di Crotone ce la siamo fatta sfuggire di mano, siamo molto dispiaciuti perché l’avevamo in pugno. Siamo andati sotto, quindi abbiamo pareggiato per poi andare a perdere su una disattenzione. Ormai dovremmo avere imparato che le partite non finiscono fino al triplice fischio dell’arbitro e invece spesso commettiamo gli stessi errori che hanno caratterizzato il nostro avvio di campionato. Per questo abbassare la tensione, nonostante venissimo da quattro vittorie consecutive, è sempre sbagliato.”

 

Un passo indietro nell’atteggiamento sostanzialmente?

“ Nella prima parte di gara eravamo riusciti a portarci in vantaggio, ed i nostri avversari sembravano in difficoltà, non erano brillanti, mentre noi controllavamo la gara. In quel momento forse dovevamo spingere di più, cercare di essere più precisi nelle rifiniture e cercare la profondità con maggiore frequenza. Invece, abbiamo abbassato i ritmi e gli abbiamo fatti giocare. L’espulsione, poi, ci ha penalizzato tantissimo. D’altronde sapevamo che questo era un campo difficile: il Crotone ha buone individualità, specialmente davanti e sulle fasce, e avevano messo in difficoltà anche squadre più blasonate. Purtroppo non abbiamo saputo far fruttare cio’ che eravamo stati bravi a costruire.”

 

La terza rete rossoblù è quella che lascia maggiormente l’amaro in bocca…

“ Nel momento in cui eravamo riusciti a rimettere il risultato apposto, ed a ristabilire anche la parità numerica, dovevamo avere più forza, soprattutto a livello mentale. La terza rete, arrivata su una disattenzione difensiva, mi ha fatto molto arrabbiare perché a quel punto ero convinto che almeno un punto lo avremmo portato a casa, ed invece siamo tornati a mani vuote e questo deve farci riflettere perché è solo dagli errori che possiamo riprendere il cammino nel migliore dei modi.”

 

Una sconfitta che non oscura il cammino fatto ultimamente ma che evidenzia alcuni limiti…

“ Il campionato di serie B è lunghissimo e difficile, per cui dobbiamo essere bravi a mantenere un atteggiamento equilibrato sia nelle situazioni difficili, come abbiamo dimostrato di saper fare, che nei momenti di entusiasmo come quelli da cui provenivamo. Il nostro lavoro pagherà se continueremo ad applicarci come finora abbiamo fatto. Lavorare a testa bassa e imparare dagli errori, questa è l’unica ricetta vincente per raggiungere il nostro obbiettivo.”

CONDIVIDI
Articolo precedenteI numeri del match (Crotone-Empoli)
Articolo successivoDal campo…si pensa al derby
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

12 Commenti

  1. HO VISTO CARLI INCAZZATO A BESTIA
    ALLA VECCHIA MANIERA!
    CONTRO I CROTONESI QUANDO NON HANNO
    RESTITUITO LA PALLA CON MORO A TERRA.
    STESSA GRINTA DI QUANDO ERA GIOCATORE!
    QUESTA COSA IO L’HO APREZZATA A NASTRO!
    E’ STATO UN GRANDE…
    A LIVELLO DI GESTIONE
    RIPROVERO A LUI E A CORSI DI NON AVER
    PORTATO (FIN DA SUBITO O UTILIZZABILI DA SUBITO)
    DIFENSORI DI SPESSORE.
    LOTTIAMO PER SALVARCI.
    QUINDI DIETRO BOBBIAMO ESSERE FORTI.

  2. Vero Dash, la difesa e’ troppo leggerina, e il nostro errore e’ che abbiamo creduto troppo a Tonelli o Romeo come centrali!!!
    Il terzo goal preso sembra che i nostri difensori non ci siano, Calil ha avuto tutto il tempo di stoppare la palla e guardare dove metterla e fa bene Carli ad inc@zzarsi, perché questi errori non si devono ripetere!!!!

  3. sam ascolta il giorno in cui romeo rientra e fara’le sue grandi prestazioni xkel’ho sempre seguito e so che giocatore e’….vengo da te di persona perche’so chi sei e ti sputo in viso…

  4. Tifoso stai calmo..mi fa piacere che mi conosci..però la tua bella saliva te la puoi tenere nella tua bocchina 😉 !!
    Io non sono come te un fans di Romeo, non lo’ seguito in passato perciò quello che ha fatto nelle scorse stagioni non lo posso giudicare, però quest’anno lo’ ammirato il tuo gioiellino e posso dire che per il mio parere per lui la serie B e’ troppo, avendo limiti tecnici e fisici per questa categoria….
    Poi spero mi smentisca con una grandiosa prestazione fin da Sabato, ma per ora ho visto solo un modestissimo giocatore!!
    La bocca usala per tifare la squadra il Sabato!!!!!
    Saluti

  5. Carli fa bene ad arrabbiarsi per il terzo gol ma a ben vedere dovrebbe arrabbiarsi anche per il secondo gol, e prima di scatenare inutili polemiche è meglio rivedersi l’azione del gol.
    Se “leggiamo la partita” il loro attaccante più forte Gabionetta era liberissimo in area con i nostri difensori in linea, schierati o se preferite avanti alla palla.
    Chi ha sbagliato?

  6. E’ VERO CHE CHE LA SQUADRA SI E’ COME ADDORMENTATA
    UNA VOLTA RAGGIUNTO IL 2-2 MA A MIO AVVISO DOVEVA
    INTERVENIRE SUBITO MISTER SARRI TOGLIENDO TAVANO PER
    PUCCIARELLI E PASSARE AL 4-4-1 CON SAPONARA E
    PUCCIARELLI ESTERNI DI CENTROCAMPO…
    ERA TROPPO IMPORTANTE RIUSCIRE A STRAPPARE QUEL PUNMTICINO, SIA PER IL MORALE SIA PER NON PERDERE ANCORA UNA VOLTA UNO SCONTRO DIRETTO…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here