E’ ovviamente ancora presto per parlare dettagliatamente di mercato visto che le danze si apriranno solo nei primi giorni di gennaio e molto presumibilmente le prime operazioni prenderanno corpo verso la metà del primo mese dell’anno.

Però possiamo iniziare a fare una prima valutazione di quelle che potrebbero essere le mosse della società azzurra nella sessione invernale del calciomercato, mai, nelle recente storia, ricca di movimenti di prim’ordine.

 

Sicuramente il “must” in casa azzurra sarà quello di sfoltire una rosa troppo ampia, considerata tale anche a giugno ma che poi per ragioni diverse ha visto far permanere ad Empoli un ampio gruppo.

Alcuni dei giovanissimi sono dovuti ripiegare in quella Primavera da cui pensavano di essere usciti per far breccia nel grande calcio che invece non gli ha dato, al momento, spazi per espremersi.

 

Partendo proprio da questo principio sarà cura dei dirigenti azzurri che si occupano di mercato, valutare le migliori soluzioni per poter mandare alcuni giovani di belle speranze a farsi le ossa (come capitato comunque in estate ad altri ex Primavera) nei campionati professionisitici.

Non solo giovanissimi però perché ci sono anche alcuni “veterani” che stanno facendo fatica a ritagliarsi un posto al sole e potrebbe essere auspicabile anche in questo senso un dirottamento in corso.

 

Su tutte la situazione di Cesaretti. L’attaccante lucchese, rientrato dalla comproprietà con il Frosinone in estate, sembrava essere già destinato a non vestire d’azzurro fin dall’inizio, ma un convincente precampionato aveva indotto la società e l’allora tecnico Aglietti, ad investire su di lui. Da alcune settimane il giocatore però non riesce più a trovare posto nemmeno in panchina. Si di lui ci sono gli occhi di due club della Prima Divisione della Lega Pro (il Pisa su tutti) che potrebbero garantirgli un posto da titolare.

 

Pisa che da tempo ha messo sotto esame un altro azzurro, Manuel Pucciarelli. Il classe ’91, che a differenza di altri ex compagni della Primavera, è riuscito a restare maggiormente nell’orbita della Prima Squadra, è uno di quei giocatori su cui l’Empoli punta apertamente. Anche per lui gli spazi sono ridotti al lumicino e dalle prime indiscrezioni che arrivano si cercherà di fare il possibile per mandarlo a giocare con continuità in un campionato duro come quello di LegaPro.

 

Potrebbe lasciare Empoli anticipatamente Daniele Mori. Il giocatore, come noto è già al 50% dell’Udinese che in questi giorni avrebbe fatto capire di potere aver bisogno da subito del giocatore. Sono per adesso solo chiacchiere che si sentono nel solo Friuli, ma la chiamata ufficiale potrebbe arrivare con l’inizio del mercato.

 

Potrebbe poi lasciare Empoli anche il terzino La Rocca che dopo gli arrivi di Regini e Gorzegno, non ha praticamente mai più respirato l’odore del campo.

Partirà sicuramente Ivan Fatic. Già fuori rosa il montenegrino, dovrebbe rientrare ufficialmente al Chievo, sua società di appartenenza.

 

Per quanto riguarda le entrate la società ha per adesso fatto capire che non dovrebbero esserci movimenti particolari, soprattutto nel reparto offensivo. Però inutile nascondere che gli occhi sono ben aperti e soprattutto il bomber del Gavoranno Fioretti è sui taccuini azzurri.

Molto probabilmente però un centrocampista potrebbe arrivare e dalle prime indiscrezioni, su diversi nomi che circolano in pieno stitle toto-mercato, in pole sembra esserci il nome del senese Parravicini.

In difesa, se dovesse realmente partire Mori ci potrebbe essere un felice ritorno, sempre da Siena, non sarebbe da escludere il rivedere Gabriele Angella in magli azzurra. Si guarda però anche al difensore del Barletta, Mengone, che sarebbe stato richiesto dal tecnico Carboni.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSerie A | Le probabili formazioni del 20-21 dicembre 2011
Articolo successivoCalcioscommesse: alcuni dettagli su Empoli-Grosseto
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

11 Commenti

  1. Mandiamo Mori a Udine prima che un finale di stagione pessimo (i due regali a Sforzini sono solo un anticipo, temo…) possa far venire in mente all’Udinese di non comprare l’altro 50% ancora nostro…
    Compriamo un difensore “esperto”, di categoria o di Lega Pro ma che abbia “tanta tanta fame di campo e di notorietà” ed affianchiamolo a Stovini e Ficagna. Al riguardo, io lascerei perdere Angella, che verrebbe a Empoli dopo un’annata in cui è stato fermo (e perciò la sua “forma” andrebbe “attesa” con l’obbligo di “farlo giocare”…) e senza oramai più stimoli per una maglia che non gli appartiene più (a tale proposito mi sembra che Dumitru docet)
    Poi prendiamo un attaccante che faccia goal, in qualsiasi categoria, di qualsiasi età, ma che faccia goal.
    Esempi e/o sogni?
    -Mastronunzio che ci fa a Spezia, dove ha giocato solo 6 partite con un goal? Un’accoppiata Vipera e Cobra non la vedrei male…
    -Eder in prestito?

  2. La rosa va ‘ sfoltita perché abbiamo troppi giocatori e se davvero ci saranno queste cessioni andrebbero bene anche se non vedo il nome di dumitru che andrebbe fatto tornare a Napoli, per quanto riguarda gli acquisti dobbiamo prenderci un attaccante….fioretti non sarebbe male anche se come ha detto” usualemi” non lo vedrei male mastronunzio che a Spezia sembra stia rendendo meno perché demoralizzato dalla categoria……e per quando riguarda eder sembra che sia vicino alla Samp ……..se va via mori dobbiamo prenderci un difensore che faccia il vice di ficagna e stovini ma io boccierei l’ ipotesi angella.

  3. …in effetti, Andrea Mengoni, sprecato in lega Pro, difficilmente avrebbe fatto saltare, con tanta facilità e per ben 2 volte , il maremmano Sforzini.

  4. no,ma io richiamerei,tosto,vannucchi,cappellini,guarino ecc,via mori,dumitru ecc ecc,peccato che i soldi li facciamo con questi per il ns settore giovanile,lo volete capire o no?

  5. Sì certo, Mastronunzio ad Empoli.

    1) Non prende uno stipendio da Empoli
    2) Non so se seguite l’Empoli, ma ha un po’ il dente avvelenato con la nostra dirigenza.

    • Io l’Empoli lo seguo eccome…
      Guarda, dopo aver visto riprendere (ai tempi) Daniele Baldini dal Ravenna, credo fermamente che i denti avvelenati possano sempre venir “curati”… se si vuole…

  6. Eder a Empoli a fatto benissimo e la coppia col Cobra funzionava alla grande, cio’ nonostante non lo riprenderei, viene anche da due stagioni imbarazzanti in A, punterei molto piu’ su Mastronunzio o su qualche altro attaccante di esperienza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here