Si è chiuso con il posticipo Reggina-Bari il nono turno del campionato di Serie B. Nel pomeriggio si era temuto per il regolare svolgersi della partita visto il violento nubifragio che si era abbattuto sulla città in riva allo stretto, poi invece il campo ha retto bene e, sotto il riflettori, si è potuto giocare il match anche se il terreno di gioco si è presentato piuttosto allentato.

 

Pronti-via e dopo cinque minuti la Reggina è in vantaggio con Rizzato che, nel tentativo di crossare in area per Bonazzoli, beffa il portiere barese Lamanna e porta in vantaggio i padroni di casa. Pareggio del Bari sei minuti dopo con l’ex centravanti del Gubbio Marotta, il quale supera l’estremo difensore Marino con una conclusione dalla rara bellezza balistica: 1-1.

 

Cresce la Reggina che mette alle corde il Bari. Al 39′ il vantaggio dei calabresi; ancora capolavoro sulla fascia di Rizzato, cross in mezzo e deviazione vincente di Ragusa, a sorpresa schierato in campo dal primo minuto dal tecnico Breda. Reggina meritatamente in vantaggio. Si chiude 2-1 per gli amaranto il primo tempo.

 

Secondo tempo – Bari alla caccia del gol del pareggio, Reggina pungente con veloci azioni di contropiede. Al quarto d’ora della seconda frazione la Reggina cala il tris con la doppietta di Ragusa. Azione travolgente di Missiroli che serve l’attaccante amaranto, con una finta mette a sedere Borghese e poi supera Lamanna in uscita: 3-1.

 

Il Bari prova a riaprire il match con l’ex empolese Forestieri, la Reggina punge in contropiede e reclama un rigore con Bonazzoli. Finisce 3-1 per la Reggina che sale a 14 punti e affianca in classifica proprio il Bari.

 

Gabriele Guastella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here