IMG_4652Per la serie “come passa il tempo” siamo già arrivati alla fine del girone di
andata. Se n’è andata dunque la prima metà di questo campionato e come
giusto che sia questo è il miglior momento per tracciare un serio bilancio
di quanto fatto fino ad oggi, nella stagione in corso.

 
Scontato, scontatissimo, dire che il campionato azzurro è abbondantemente
sopra le righe ma abbondantemente sopra è anche ogni più rosea previsione
che si potesse fare alla vigilia di questa stagione iniziata sulle ceneri della sconfitta nella finale di Livorno e con due importantissime cessioni nel mercato estivo. Forse quest’anno nessuno ha mai
creduto davvero alla storiella dei 51 punti e della sola lotta per la
salvezza, però è chiaro, conosciamo tutti la situazione ed i budget, conosciamo quelle che
sono le potenzialità e le criticità e magari, come detto, nonostante venissimo da una finale playoff non poteva certo essere fatta la scommessa a priori che si potesse giocare con maggior forza per la promozione.

 
I numeri parlano da soli, forse sarebbe anche retorico e fin troppo scontato
andare a sciorinarli ancora una volta uno per uno, su tutti crediamo che parli il
momentaneo piazzamento, ovvero quel secondo posto, dietro alle spalle del
fortissimo Palermo: un secondo posto che vorrebbe dire Paradiso.
Ma al di là del piazzamento,  al di là di una difesa più che ermetica, al di là di
un attacco supersonico ed al di là di un grandissimo centrocampo che smista e tocca
un infinità di palloni, la cosa che sta dando maggiore soddisfazione è il
gioco che la squadra sta facendo vedere da molto tempo ad oggi.
Anzi, da questo punto di vista, paradossalmente, e lo diciamo veramente per
fare una battuta, a questa squadra proprio non riesce vincere giocando male.
Qualcuno sicuramente si attaccherà anche alle occasioni perse, potrà dire
che in alcune circostanze si poteva fare forse di più, in funzione di quello visto sul campo 
che per strada si sono lasciati dei punti punti preziosi, punti che per
guardare al paradiso, forse, un domani potrebbero anche perché no costare
cari. Ma sono discorsi che lasciano il tempo che trovano, sono discorsi che
semmai, potranno essere affrontati in un secondo momento, non certo adesso che di rimpianti proprio non ce sono.

 
Adesso c’è da solo da essere orgogliosi di quanto questa squadra, questa società in ogni suo strato, sta facendo. L’Empoli, quello targato Maurizio Sarri, quello 2013-14, st facendo divertire la gente, sta regalando emozioni. E lo sta facendo attraverso il lavoro meticoloso di tutti i giorni, un lavoro costruito prima in una stanza d’ufficio e poi riportato sul campo, con un uomo a guidare tutto affiancato da grandi professionisti che curano ogni dettaglio con una minuzia cara ai migliori artigiani.

 
sotto la maratonaIl bilancio della stagione,ad oggi, è positivo, discorso chiuso. Potremmo davvero non aver bisogno di aggiungere altro, ma vogliamo invece ricordare alcune emozioni, alcuni risultati che ci sono stati regalati e che erano insperati, facendoli diventare cosi ancora più dolci e sublimi.
E su tutto, le situazioni davvero memorabili da citare sono le vittorie di
Palermo e quella avvenuta proprio ieri a Pescara.
Forse è proprio la partita di ieri che fotografa meglio quella che è la nostra
squadra,  nella sua realtà, una squadra che gioca da squadra che offre
prestazioni da squadra soffrendo quando c’è da soffrire e andando a
fare male quando sa di poterlo fare.
Una squadra che sa fare quadrato che nonostante un momento in cui il mondo sembra ti possa cadere addosso, è li che trova la forza per reagire e vincere.

 

Si va quindi al riposo, alla lunga pausa di gennaio, guardando al futuro con la consapevolezza di aver fatto un girone d’andata splendido, dove questa fetta di virtuale paradiso è stata conquistata con merito.

 

Alessio Cocchi

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedentePescara vs Empoli | La Fotogallery
Articolo successivoMercato Azzurro | Catanzaro aspetta Ronaldo
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

20 Commenti

  1. Ci è mancata una cosa sola, rispetto a qualche altra squadra: Fare il filotto di 3 vittorie consecutive. E’ solo per questo che il Palermo ci stà davanti e l’Avellino alle calcagna…

  2. per P.E. :potreste però dare due numeri su quello che è il confronto con i punti fatti lo scorso campionato da l’empoli e dalle altre squadre anche negi scorsi campionati di serie b a tre punti… tanto per rendersi conto del percorso che stiamo facendo… Sempre se avete tempo e voglia… comunque grazie allo staff di p.e. per quanto fatto finora …
    auguri a tutti
    bigblu

  3. Premetto che stiamo facendo un grande campionato e che abbiamo fatto un 2013 stellare. Abbiamo una squadra forte e che gioca a memoria.
    Per il 2014 auguriamoci la ciliegina sulla torta, che per me può essere rappresentata da 2 cose: 1) maggiore maturità nelle partite “alla portata” ( ricordiamo i punti persi con Bari, Trapani, Cittadella, ecc) 2) Maggiore partecipazione delle “riserve” al gioco e alle vittorie dei titolari, in modo che questi ultimi possano arrivare in fondo senza scoppiare (ricordiamo ad esempio che abbiamo 2 attaccanti formidabili ma anzianotti)

  4. dobbiamo però tenere conto delle sacrosante parole del mister nel dopogara. Il girone di ritorno sarà più difficile perchè le squadre si rinforzeranno e soprattutto verrano fuori quei valori che non contanpo in campo come potere e blasone ( vedi Siena e Pescara)
    insomma se non si sale diretti tocca ad una di queste due….

  5. Io credo che questi ragazzi soprattutto ci hanno regalato emozioni a non finire….e non e’ mai facile ricominciare un discorso o un percorso dopo la grande cavalcata dell’anno scorso……Io e’ da inizio anno che continuo a dire che noi abbiamo una grandissima rosa e sabato dopo sabato chi subentra ai titolari non fa che confermarmelo, quindi da febbraio potra’ anche cominciare un altro campionato, ma credo che nessuno possa negare che questa squadra ha chiuso la prima parte del campionato con diversi punti in meno di quello che meritava…….Siena e Cesena sicuramente almeno 4 e l’UNICA SCONFITTA DAVVERO MERITATA e’ stata solo quella di Avellino…….Quindi diciamo che se noi fossimo stati baciati non dalla fortuna, ma “dal giusto merito” dopo 21 partite avremmo potuto avere in tutta tranquillita’ almeno 45-46 punti…….Se vado a considerare che son praticamente quasi 2 mesi che ci manca in campo un “marziano” come Moro, che l’impressione e’ quella di aver ancora buoni margini di crescita e che i giovani acquisiranno sempre piu’ sicurezza in campo……mi sa che le altre squadre dovranno rinforzarsi e parecchio per recuperare punti a questo Empoli e che comunque non e’ detto che se capita l’occasione non possa arrivare anche da noi qualche pedina giusta che ci faccia rinforzare una rosa gia fortissima…..perche’ penso che la dirigenza, discorsi di salvezza a parte, sappia benissimo che quella e’ gia nel cassetto…..e che se non ci andiamo quest’ anno, chissa’ quanto riaspetteremo per avere un occasione cosi per raggiungere “il sogno”…..

  6. Leggendo i commenti tra giovedì e oggi mi stupisce più di ogni altra cosa la facilità con cui certa gente ribalta totalmente i propri giudizi: fenomeni quando si vince, brocchi quando si perde. La “trasformazione” qualche volta avviene addirittura nell’arco di poche azioni, come ieri: 0-1 (grande squadra), (1-1) (giocatori da lega pro), 1-2 (empoli=brasile)…ma andate a vedere e commentare l’Avane, via! Detto col massimo rispetto per i gialloneri ovviamente.

    • Hai ragione, certo e’ che le grandi passioni ti rendono molto spesso poco obiettivo. Comunque non siamo fenomeni adesso e non eravamo brocchi dopo il Cittadella. Continuo a ripetere che è una questione di spazi ….. E ripeto attenzione a Siena e Pescara.

    • Marta ottima osservazione è un po il difetto del tifoso, non è un male inguaribile, io sono uno che critica spesso l’operato di Sarri e i risultati numerici mi danno torto, così è… Continua ad affiancare Croce a Valdifiori nei calci d’angolo togliendo un uomo dall’area avversaria, questo come lo chiami?
      Spesso gli episodi decidono le partite e meno male che ZAURI il n. 6 del Pescara ha deviato con la mano la traettoria del pallone lanciato da Croce mettendo il portiere fuori traettoria mentre Pucciarelli insaccava…
      non te la prendere

      • Posso non essere d’accordo, ma la tua è un’opinione rispettabilissima: vedi determinate cose in un certo modo e avanzi le tue osservazioni motivandole…nulla da ridire, ci mancherebbe! Io mi riferisco a quelli che saltano dall’ “HANNO perso” all’ “ABBIAMO vinto” a seconda di come vanno le cose e che son buoni solo a dare di incapace a destra e a manca senza un barlume di logica.

        • Aaeeee la logica? e chi se la può permettere… diciamo che il tifo è una momentanea esternazione di emotività. In giro se ne sentono di cassate…
          Forza Empoli e vediamo dove s’arrivA.

  7. ….complimenti a tutti al direttore in primis che tutti noi appena nominato abbiamo storto un po’ la bocca….complimenti al presidente che sa essere adesso più’ che mani un vero presidente complimenti al mister che ha saputo amalgamare e dare un fisionomia e gioco..e sopratutto complimenti a questi ragazzi che ci stanno dando delle emozioni uniche…personalmente la vittoria di ieri la paragono a quella di San Siro con l’inter e visto che ero in tribuna la Meazza vi posso garantire che non pensavo di avere altre emozioni così forti dopo 8 anni…altra storia ma ieri dopo tanti anni precisamente dal 2004 ho visto davvero squadra davvero forte con un pizzico i di fortuna ma con una sua mentalità’ di gioco da altra categoria….Forza Ragazzi il sogno continua……

  8. Io credo che le critiche facciano parte del gioco del calcio probabilmente da sempre……ed e’ chiaro che una sconfitta viene sempre mal digerita da qualsiasi tifoso, quindi non ci si deve sorprendere se tutti si diventa allenatori, che tutti si pensa di sapere il rimedio, che il primo colpevole di giornata diventi l’allenatore……..certo andrebbe visto solo il 2 posto in classifica e forse sarebbero elogi e basta……..Una cosa e’ sicura, finche’ si parla di critica costruttiva, e per critica costruttiva intendo il parlare dei problemi che si vedono quando la squadra gioca non propio al massimo, credo che sia cosa piu’ che legittima…….C’e’ chi parla del trequartista, chi del tourn over, chi di chi farebbe giocare fra Rui e Hisaj, fra Pucciarelli e Verdi, chi pensa che Levan sia troppo poco utilizzato, chi pensa che Sarri faccia sempre le stesse sostituzioni, chi pensa che faccia giocare sempre i soliti e che alla lunga la squadra arrivi in fondo con la lingua di fuori, chi pensa che nelle partite interne ad un cambio di modulo visto i 5 pareggi consecutivi…..ma questo fa parte del gioco e se i tifosi lo pensano non c’e’ niente di male, probabilmente viene detto solo perche’ veder perdere questo Empoli cosi forte dispiace e fa stare il vero tifoso con il magone per diversi giorni…..Altra cosa e’ certamente offendere giocatori, allenatori, dire che Levan non e’ buono a niente, Signorelli idem con patatine…..certo possono piacere o non piacere, ma basterebbe che nei commenti si giudicasse la loro prestazione e basta…..oppure stare sempre a dire che questa e’ una squadra che raggiungera’ la salvezza a malapena…….quando classifica e prestazioni dicono l’esatto contrario….Io personalmente credo, e ormai lo sa anche i mi nonno da quante volte l’ ho detto, che abbiamo la rosa e quindi la squadra piu’ forte e che Sarri potrebbe in certe partite magari ravvicinate far giocare alcuni giocatori della panchina che si sono fatti valere gia piu di una volta…..ma questo solo in funzione di un campionato lunghissimo e di una paura che forse e’ solo mia……..perche’ e’ chiaro che quegli undici titolari che vanno da Bassi a Tavano…..nessuno si sognerebbe di cambiarli

  9. ..da pescara: bravi!.. davvero bravi!..
    In bocca al lupo per il prosieguo!.. Noi naturalmente speriamo di esserci!..
    Auguri di buon anno!

    • Quando vedi degli sportivi….così sportivi capisci che il calcio puo’ anche unire e non solo dividere le tifoserie…..io personalmente non posso che augurare anche a te un felice anno nuovo e che dire….speriamo di ritrovarci tutti e due in serie A e ogni tanto ritorna su Pianeta Empoli…sei sempre ben accetto!

  10. Le critiche che piovono in caso di non vittoria sono generate dalle grandi potenzialità di questa squadra! Quando perdi in casa col cittadella e dopo tre giorni vai a vincere in 10 a Pescara è normale che il tifoso, ma anche il semplice appassionato di calcio, si chieda perché

  11. ero a Pescara e posso dire solo una cosa: Questa squadra ha un cuore e due palle grandi così! Grazie ragazzi per le emozioni che mi avete dato ieri e per tutto questo stupendo 2013! Speriamo di riuscire a raggiungere il sogno l’ anno prossimo!

  12. Quella di marta è una ottima osservazione…qui c’è gente che pensa che quando si vince siamo campioni, quando si perde dei brocchi.

    La realtà è ben altra cosa. Questa è una ottima squadra che può puntare in alto, e come tutte le squadre ha delle giornate ottime e delle giornate storte. In questo campionato per me le giornate davvero storte sono state solo due (Avellino e Cittadella) e, ragazzi, due partite su venti si possono sbagliare! Soprattutto se si gioca da agosto a dicembre senza soste per la nazionale e con più turni infrasettimanali rispetto alla serie A.

    Quindi è sbagliato attaccare la squadra e l’allenatore dopo una sconfitta come quella di domenica, dicendo che siamo finiti, che questa è una squadra da metà classifica e che non siamo boni. C’è anche da dire che è sbagliato anche difendere a spada tratta i nostri beniamini anche quando tutto va storto…si può solo sostenerli!

    Io dopo la partita col Cittadella mi limitai a dire che la squadra aveva giocato male, probabilmente la peggior partita dell’ anno e che forse si dovrebbe cambiare modo di giocare contro queste formazioni che si chiudono dal primo al novantesimo.

    Dopo la partita di ieri invece ho elogiato il cuore di questa squadra che è stata capace di vincere in 10 sul campo di una squadra che veniva da 5 vittorie di fila e davanti a 12.000 spettatori, perchè è giusto così. D’altronde il Pescara non è certo il Cittadella, è molto più forte, ma ci ha lasciato più spazi per cercare di vincere la partita dopo il gol del pareggio…e in uno di quelli si è infilato croce che ha fatto così il capolavoro che abbiamo visto per Pucciarelli. Un gol così a una squadra chiusa come il Citta è difficile farlo.

    Siamo forti con le grandi che ci lasciano fare il nostro gioco, con le piccole soffriamo un pò di più perchè si chiudono ma è anche una questione di lucidità. A inizio anno le partite con le piccole riuscivamo comunque a vincerle, ultimamente è mancata solo la lucidità sotto porta (lo specchio di questo è il rigore di tavano a pescara, tirato malissimo per uno come lui), perchè le occasioni le abbiamo avute. Vedrete che dopo la sosta e il meritato riposo avremo meno problemi, la mia opinione è questa…

  13. Si tutto vero pero’ non si puo’ neanche dare addosso a chi dopo la partita con il Cittadella si domandava : “Ma come si puo’ aver giocato così male con una squadra che ha la meta’ dei nostri punti e quindi come ha dimostrato il campo nettamente inferiore alla nostra?” E’ chiaro che una giornata storta ci sta,ma è anche comprensibile la delusione dei tifosi,perchè a differenza di altre partite e vedi in fundis quella con il Cesena dove ci sono state occasioni grandissime ma anche un gioco d’assieme di notevole spessore,con il Cittadella abbiamo giocato una pessima partita e poco vale aver avuto qualche occasione per almeno pareggiare la partita!La mia impressione era stata dal campo di una squadra stanca soprattutto mentalmente e che la cosa si sia ripercossa anche in quegli ultimi tentativi disperati di raddrizzare la partita…..Ecco perché tanti e io stesso abbiamo pensato che nella seconda delle 3 partite se schierate forze fresche forse quella partita si poteva anche non perdere……Certo chi ha detto che eravamo finiti o pensava che la partita con il Pescara avesse poi alla fine detto questo è stato servito……anche perché se si fosse perso a Pescara,come molti(forse tutti) hanno preventivato dopo l’espulsione di Tonelli,la squadra avrebbe chiuso a 36 punti,quarta e a solo 1 punto dalle seconde…..Direi che alla fine mi sembra cosa ingiusta,anche in considerazione di quello che sta chiedendo in primis la nostra dirigenza…..”una tranquilla salvezza….e poi vedremo…… Qui tutti si spera in qualche acquisto che ci possa rendere ancora piu’ competitivi….per me l’unico ruolo davvero scoperto è il trequartista dove Verdi almeno per il girone di andata ha dimostrato DI NON ESSERE PADRONE DEL RUOLO….all’attacco credo ciecamente in Levan e per quel che riguarda l’altra punta in caso Ciccio non giochi….c’è Pucciarelli che puo’ ovviare alla cosa,ben sapendo che alla fine giocando di punta non puo’ che essere il suo ruolo naturale…….Recuperiamo Moro…..ma soprattutto non ci priviamo di nessun giocatore della rosa,compreso quel Signorelli che a Pescara ha giocato una buonissima partita e che se riuscira’ a smentire tutti i suoi detrattori(me compreso…..ma solo per un ruolo ed un modulo che non vedo adatto a lui))credo che alla fine tutti i tifosi saranno contenti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here