COVERCIANO, DA MARTEDÌ 2 LUGLIO QUARTA SETTIMANA DEL CORSO PER ALLENATORE PROFESSIONISTA DI SECONDA CATEGORIA – UEFA A. PER LA PRIMA VOLTA IN PROGRAMMA UNA LEZIONE DI ORIENTEERING

 

FIRENZE, 28 giugno 2013 – Da martedì 2 a venerdì 5 luglio a Coverciano si terrà la quarta (terzultima) settimana di lezioni del corso per Allenatore professionista di Seconda categoria – UEFA A.

Come assoluta novità nel programma è stata inserita una lezione di orienteering * della durata di 4 ore che si articolerà nella struttura del Centro.

 Antonio Buscè con la maglia azzurra

Al corso partecipano i seguenti allenatori: Massimiliano Alvini, Roberto Baronio, Alessandro Birindelli, Antonio Buscè, Fabrizio Cammarata, Gaetano Catalano, Fabio Celestini, Matteo Centurioni, Roberto Chiappara, Cristiano Ciardelli, Mirko Conte, Daniele Corazza, Nicolas Andres Cordova San Cristobal, Bernardo Corradi, Roberto D’Aversa, Arturo Di Napoli, Alessandro Erra, Stefano Donatello Esposito, Luca Facchetti, Giuseppe Favalli, Gianluca Fenucci, Antonio Filippini, Michele Fini, Ivan Franceschini, Elio Garavaglia, Giuseppe La Bianca, Pino La Scala, Emilio Longo, Giampiero Maini, Christian Manfredini Sisostri, Michele Marcolini, Giancarlo Marini, Marianna Marini, Cristiano Masitto, Massimo Mutarelli, Alexandre Nizelik, Christian Panucci, Massimo Placanti, Davide Possanzini, Vincenzo Potenza, Francesco Punzi, Gert Rimmel, David Sassarini, Gennaro Scarlato, Pierluigi Sterpi, Lorenzo Stovini, Manuela Tesse, Richiard Vanigli, Matteo Villa, Marco Zaffaroni, Carlos Antonio Zago, Andrea Zanchetta, Marco Zanchi, Cristiano Zanetti, Cristian Zenoni, Fabrizio Zuccarin.

 

* L’Orienteering è nato come pratica militare nei paesi dell’Europa del Nord. Nel 1897 si è svolta a Nordmarka, vicino a Oslo, Norvegia, la prima gara fuori dall’ambito militare. Lo sport arriva in Italia nel 1974: la prima gara dimostrativa è in Trentino. Da qui è un crescendo fino al 1986 quando viene creata la Federazione Italiana Sport Orientamento (www.fiso.it).

L’Orienteering è, in pratica, l’insieme delle tecniche che consentono di riconoscere la propria posizione all’interno di un percorso delineato. Oltre che per fini sportivo-agonistici viene utilizzato nella formazione manageriale. In questa disciplina, come nel quotidiano aziendale di ogni manager, si verificano momenti di forte stress in cui bisogna essere in grado di prendere decisioni. L’Orienteering aiuta a gestire questi momenti. Insegna a fermarsi, a fare autoanalisi e poi ripartire, non a correre senza avere l’esatta cognizione di dove si sta andando.

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here