Allievi sconfitti in finale: 1-0 Milan

Allievi sconfitti in finale: 1-0 Milan

0 1 Campionato Allievi Nazionali FINALE Giovedì 16 giugno 2011 – EMPOLI  – Milan  0- 1 – Dallo Stadio “Bonelli” di Montepulciano Fabrizio Fioravanti (foto di Florin Ionut Dolcianu) – EMPOLI Ricci, Mattiello, Bellavigna, Kabashi, Bachini, Hisaj, Ghelardoni, Altieri, Temp

Commenta per primo!
0
1

Campionato Allievi Nazionali

FINALE

Giovedì 16 giugno 2011

EMPOLI  – Milan  0- 1

Dallo Stadio “Bonelli” di Montepulciano

Fabrizio Fioravanti

(foto di Florin Ionut Dolcianu)

EMPOLI

Ricci, Mattiello, Bellavigna, Kabashi, Bachini, Hisaj, Ghelardoni, Altieri, Tempesti, Bencini, Rovini

A disposizione: Pacini,  Risaliti, Iozzi, gatto, Diarrà, Saccà, Kabangu,Montella, Frugoli

Allenatore: Martino MELIS

Sostituzioni

al 35’ entra Diarra esce Kabashi
al entra Gatto esce Ghelardoni
al 53’ entra Kabangu esce Bencini
al 72’ entra Frugoli esce Altieri
al 78’ entra Saccà esce Bellavigna

Milan

Narduzzo, Piacenza, Speranza, Bosisio, Bastone, Guzzo, Bende, Pedone, Speziale, Cristante, Boateng. A disposizione.: Brunelli,Dal Compare, Pacifico, Bortoli, Cosmai, Calvetti, Vita, De Feo, Petagna. Allenatore: Cesare BAGGI

Sostituzioni

al 31’ entra Bortoli esce Bende
al 50’ entra De Feo esce Speranza
al 65’ entra Petagna esce Speziale
al 76’ entra Pacifico esce Boateng

Arbitro: Sig. Illuzzi   (Molfetta)

Assistenti: Sig. Sbrescia (Castellamare di stabbia) e Sig. Agostini (Frosinone)

GOL

23’ Boateng (M)

AMMONITI

74’ Gatto (E) – 79’ Narduzzo (M)

ESPULSI

Nessuno

LA GARA

Mai risultato è stato più bugiardo di quello di oggi al “Bonelli” di Montepulciano. Vero, l’Empoli regala un tempo al Milan, il primo, nel quale gli azzurri sono apparsi impacciati, quasi timorosi, privi di quella baldanza che ne aveva sempre caratterizzato le prove. Il Milan fa poco o niente, favorito da errore del centrocampo azzurro per fare il suo gol, graziato dall’arbitro. Ma quel poco  che fa basta alla squadra rossonera per portarsi a casa – immeritatamente! – lo scudetto tricolore. C’è di mezzo, dicevamo,  un episodio che ha visto protagonista in negativo l’arbitro, venuto da Molfetta per dimostrare una scarsa capacità di dirigere una gara così importante. Siamo convinti della sua assoluta buona fede quanto della sua assoluta mancanza di qualità tecniche.

L’Empoli si schiera con il solito 4.3.3, con in difesa Bellavigna e Mattiello in fascia, Bachini e Hisaj centrali, Kabashi, Altieri e Ghelardoni a fare il centrocampo, Bencini “trequartista” molto avanzato e davanti Tempesti e Rovini. Il Milan gioca a 5 dietro quando difende, con Piacenza, Bosisio, Guzzo e Speranza ed infine Bastone davanti alla difesa per permettere lo sganciamento in avanti di Piacenza o Bosisio quando fa la fase offensiva; a centrocampo Bende, Pedone e Cristante per i lanci su Speziale e Boateng. E’ quest’ultimo che crea i maggiori grattacapi alal difesa azzurra, con le sue progressioni in fascia che l’Empoli non riesce a contrastare efficacemente. La cronaca non è ricca di episodi: si segnalano al 6’ un colpo di testa di Boateng su angolo, molto lento, che Ricci ferma a terra ed al 12’ un tentativo di Rovini dai 25 metri che non passa lontano dall’incrocio dei

pali della porta milanista. L’Empoli va vicino al gol 15’ quando Guzzo,per liberare un appoggio di testa in area di Tempesti a Rovini, manda la palla a battere sulla traversa e poi a perdersi in angolo. La manovra dell’Empoli però è lenta, impacciata, non ha quella fluidità che siamo abituati a vedere, complice anche la non buona condizione fisica di Kabashi e qualche incertezza di troppo. Ed è proprio d una incertezza che nasce il gol milanista. E’ il 23’ e Altieri perde un facile pallone a centrocampo; la palla va a Boateng che, da posizione centrale, infila la retroguardia azzurra e trafigge Ricci in uscita. L’Empoli tenta di riproporsi ma non sembra avere la forza fisica e la condizione atletico per farlo con lucidità.  Ecco dunque che il Milan controlla non senza troppa difficoltà tentando di riproporsi in avanti con il solito Boateng.  Nella ripresa vediamo un Empoli diverso, più convinto, in grado di dimostrare quella personalità e quelle capacità di gioco che ha. Meriterebbe ampiamente il pari la squadra azzurra ma ci si mette di mezzo l’arbitro Illuzzi di Molfetta che al 7’ nega agli azzurri un rigore grosso come una casa e regala al Milan la mancata espulsione del portiere Narduzzo. C’è un lancio a Tempesti sulla destra, si porta in area ed anticipa il portiere che lo atterra clamorosamente. La palla va verso la rete ma un difensore del Milan ci arriva e respinge. Clamoroso! Al 17’ è ancora tempesti che tenta con un diagonale di impensierire in numero 1 rossonero ma il tiro è debole. Al 32’ mister Melis mette dentro anche Frugoli am l’Empoli comincia ad accusare la stanchezza e non ce la fa. Una prova di orgoglio comunque quella dei ragazzi in maglia azzurra che avrebbero ampiamente meritato il pareggio e di giocarsela poi ai supplementari. La sconfitta di oggi non cancella un stagione straordinaria nella quale i ragazzi allenati da mister Melis hanno fatto sempre buon calcio e non cancella la qualità di un lavoro che regala all’Empoli tanto talento.

Domani saranno online le interviste video.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy