Come anticipato da PianetaEmpoli.it, Spinazzola potrebbe approdare al Novara nel corso di questa sessione invernale del mercato.

 

Arrivano notizie che confermano l’interesse della società allenata da Alfredo Aglietti (sarebbe partito proprio dall’ex allenatore dell’Empoli l’ammiccamento) che in queste ore, nella sede milanese del calciomercato, sta parlando con la Juventus (società detentrice del cartellino) per capire come si possa arrivare al giocatore.

 

Da Milano arrivano notizie sul forte interessamento del Novara che avrebbe raccolto anche il “placet” del giocatore (precisiamo che non abbiamo sentito Spinazzola) per il cambio di maglia.

La Juventus deve capire alcune cose, soprattutto le garanzie della valorizzazione del giocatore, perché la società bianconera lascerebbe, stando sempre a quanto ci arriva, tranquillamente il ragazzo ad Empoli.

 

L’Empoli è per adesso spettatore, ma la filosofia è chiara, e quindi se i tasselli del puzzle andranno ad incastrarsi non metterà certo i bastoni fra le ruote ad una situazione che ha tutto l’aspetto della concretizzazione.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedente2013: L'anno del Cobra
Articolo successivoMercato Azzurro | Bianchi torna alla base
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

3 Commenti

  1. Le qualità ci sono ma lo spazio per giocare no. Due sono i giocatori che con grande rammarico non abbiamo visto lanciarsi nella nostra squadra: Spinazzola e Pecorini. Qualità di gioco in campo che avrebbero bisogno di maturare esperienza. Pecorini l’abbiamo visto ancora meno ma sembra un giocatore con il senso della posizione in campo, con la palla al piede è in grado di saltare l’avversario, qualità non indifferenti per un difensore nato centrocampista. Giovanissimo si ma non sarebbe stato male vederlo in quelle zone del campo.
    Giovani calcisticamente dotati che se non giocano perdono un anno di carriera, meglio lasciarli andare.

    • Per Boniperti un discorso a parte: lo stanno cercando a “chi l’ha visto” ma era meglio tenere almeno una sua fotografia in panchina come deterrente e monito per gli arbitri ostili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here