Nel corso dell’incontro di calcio Empoli – Latina, disputato il 24 agosto scorso allo stadio Castellani, durante il secondo tempo, un tifoso del Latina accendeva un fumogeno all’interno del settore ospiti (Curva Sud), per poi passarlo ad un altro soggetto rimasto ignoto. L’episodio, ripreso dalle telecamere di videosorveglianza dello stadio, veniva subito notato dagli operatori di polizia presenti allo stadio, che provvedevano all’identificazione dell’autore dell’accensione, un uomo di 40 anni, in occasione dell’uscita dallo stadio, quando questi si accingeva ad allontanarsi da Empoli. L’uomo è stato deferito all’autorità giudiziaria per la violazione dell’art. 6 ter. della Legge 401/89 e successive modifiche ed è stata avanzata proposta per l’applicazione del Daspo.

.

fonte: LaNazione

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'arbitro di Empoli-Trapani
Articolo successivo" Il Punto ", con Alessandro Marinai
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

15 Commenti

  1. Da tifoso penso che prendere un daspo per un fumogeno
    sia allucinante.
    Non è corrispettiva e paritaria la pena di un daspo per un fumogeno.
    Se lo aveva tirato in campo o a qualcuno si.
    Comunqe no alla violenza sempre.

  2. Io credo che si esageri un Po’, da condannare è l’uso che si fa del fumogeno, se lo tiri in campo o in tribuna fanno bene a farti il culo, ma l’uso coreografico fatto da un adulto al massimo dovrebbe essere punito con un ammenda per accensione di fuochi, l’allontanamento dalle manifestazioni sportive per un anno mi pare tanto. Si rompe le palle spesso ai singoli per poca roba ma poi non si sa prevenire una sassaiola o sedare scontri di gruppo, si redarguisce uno che si sofferma sulle.scale a chiaccherare o si leva l’ ombrello al vecchietto ma poi ci si caga sotto davanti a minacciosi gruppi di facinorosi. L’esperimento stadio senza polizia sta funzionando grazie alla civiltà degli empolesi, non certo per ‘efficenza degli Stewart

  3. Daspo per un fumogeno??? ma via…
    che esagerazione inutile.. siamo passati dai fumogeni liberi (che senza esagerare, tipo tirarli in campo o addosso alle persone, erano anche belli da vedere secondo me) al daspo se uno lo accende??
    che schifo

  4. Almeno che non mi fraintenda e abbia equivocato gli eventi, il signore è stato raggiunto ed identificato dagli omini con la pettorina non dalla telecamera, poi forse ho visto male dalla maratona

  5. A roma accendono fumogeni, petardi e mortaretti ma i daspi ci si guiarda bene dall’emetterli….siamo nell’assurdo che lo stadio di Empoli è uno dei più sicuri d’italia alcontrario dello stadio più impirtante d’italia…
    Due italia come al solito…
    Poi invece di spendere soldi e risorse per daspare e controllare chi accende i fumogeni le impiegassero per cose ben più importati…

  6. Cavolo..troppo severa come decisione venvia..
    Ma tanto è sempre stato così….io punirei invece chi commette delle cose peggiori allo stadio, come ad esempio quei cori razzisti che fanno davvero pena e si sentano ancora nonostante siamo nel 2013….

  7. I tifosi della Roma hanno tutti la DASPO.
    All’incontrario però: se stanno a casa fanno danni, quindi li convocano tutti allo stadio.
    I tifosi della Roma sono quelli che hanno fatto danni a Empoli e pisciato a cielo aperto verso i poliziotti (visti con i miei occhi).
    La Roma dovrebbe fare qualche anno di purgatorio in lega pro. Stile Inghilterra, dove gli hooligans hanno lasciato il posto alle famiglie a pochi metri dal terreno di gioco. Un po’ come vorrebbero fare i Della Valle per la squadra color interno bara e che speriamo facciano anche da noi al Castellani…

  8. …tralasciando il “babbeismo” latente di chi le fa queste leggi, e di chi le applica, c’è da dire che se tutto ciò è lecito è anche grazie all’ottusità dell’opinione pubblica, secondo la quale, tutto ciò che commesso in uno stadio e da perseguire severamente, salvo poi lagnarsi qualora sia a loro perpetrato un atto dal loro punto di vista esagerato. Se si sostiene le crociate, queste vanno portate sempre avanti, non solo quando comoda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here