sarri-festa-300x279Lo abbiamo detto sia in tv che qua su PE negli ultimi tre giorni. Non deve diventare una telenovela e soprattutto ci deve essere chiarezza verso la piazza e di conseguenza verso la società. L’argomento è la decisione di mister Maurizio Sarri che ad oggi sembra appeso ad un filo virtuale tra l’addio all’Empoli, dopo tre magnifici anni, ma anche la possibilità, netta e concreta, di rimanere per continuare questo ciclo tutt’altro che finito.

E del nostro stesso avviso sembra essere anche la stessa dirigenza azzurra, al netto anche dell’incontro conoscitivo che c’è stato tra Sarri e la Samp, incontro poi negato dal vulcanico presidente doriano, Ferrero.

 

In questa direzione, infatti, da Monteboro hanno fissato una data, ultima, entro la quale mister Sarri dovrà decidere il suo futuro: dentro o fuori.

Inutile dire quelle che sarebbero le volontà del Presidente Corsi e dei suoi uomini, che guardacaso collimerebbero pari pari con quelle di tutti noi, ma giustamente Sarri se dovesse avere la possibilità di vivere un’esperienza che possa accrescere ancora la sua carriera, sarebbe giusto lasciarlo andare, come giusto che l’Empoli abbia eventualmente tutto il tempo per prendere le proprie decisioni e capire, cosa difficilissima, con chi ripartire.

Il 3 giugno. Questa la data. Una settimana da oggi, tre giorni dopo la fine della stagione che si chiuderà domenica sera contro l’Inter. Tra l’altro, il giorno dopo, avremmo invitato il tecnico (l’Ufficio Stampa azzurrao ha già ricevuto la nostra richiesta) per l’ultima puntata di PEnAlty, che potrebbe essere il miglior palcoscenico per raccontare quelli che potrebbero essere i progetti futuri sulla nostra panchina o fare il bilancio di tre anni da incorniciare.

 

Non resta che attendere, cercando di capire qualche sfumatura che i prossimi giorni potrebbero raccontare ancora. Poi da quella data, con o senza Sarri, si inizierà a programmare e costruire la stagione di serie A 2015/16.

 

Alessio Cocchi

18 Commenti

  1. …come il titanic…è “andato” 🙂
    …è ora, sotto con Bersellini……m’è venuto così ah ah ah ah ah
    …comunque a me è sempre garbato. Ovviamente si scherza eh, prima che qualcuno se ne risenta, essendo questo un sito pieno di gente permalosa. 🙂

  2. Mi sembra giusto che raggiunto il traguardo della salvezza il Mister ed anche i giocatori che ambiscono a platee più blasonate inizino a guardarsi intorno
    Non credo che Corsi e Carli se ne siano stati con le mani in mano dato che alcuni nomi per il dopo Sarri sono apparsi anche su PE e televideo RAI
    Credo che dopo questi 3 anni intensi e bellissimi, dal baratro della Lega pro ad una salvezza con 4 giornate di anticipo, un ciclo si sia chiuso anche se il Mister rimane perchè tanti ragazzi se ne andranno, anche per fare cassa, e sarà difficilissimo fare meglio di quello che è stato fatto
    Comunque vada è stato un successo
    Grazie Mister, grazie ragazzi

  3. Come avevo già detto ieri….
    ********************************
    Bel nodo da sciogliere; ma si scioglierà presto facciamo finire la stagione e poi dopo max una settimana si saprà che Mister Sarri….
    *********************************
    Dobbiamo solo avere pazienza
    Tutto e subito … Dobbiamo imparare a pazientare…
    ….dobbiamo andare ancora a far follie a Milano…
    Godiamoci la trasferta con l Inter!!!

    Fiducia in Corsi Carli e comunque vada sempre grande Maurizio Sarri …

  4. MILAN, SEI PRIMAVERA AGGREGATI IN PRIMA SQUADRA

    Negli allenamenti di ieri svolti a Milanello dalla prima squadra, sono stati aggregati nel gruppo anche sei ragazzi della Primavera. Una linea verde mai adottata finora dal tecnico rossonero che in settimana potrà lavorare con il difensore Calabria, i centrocampisti Felicioli, Mastalli, Modic e Piccinocchi e l’attaccante Di Molfetta.
    In ottica dell’ultima giornata di campionato contro l’Atalanta, Inzaghi potrebbe lanciare qualcuno dei giovani come nella gara contro il Torino dove è avvenuto l’esordio di Mastalli. O potrà essere proprio quest’ultimo, magari, ad esordire dal primo minuto visto l’impatto positivo che ha avuto nella sua prima apparizione.
    Il tecnico prenderà le sue decisioni sulla base degli allenamenti. Stiamo pronti: i giovani fremono e potremmo vedere un altro esordio.

      • Sarà qualcuno che mette le mani avanti per la società in vista della prossima stagione: se C&C smantellano e fanno numero con i primavera promossi in prima squadra, potranno dire che seguono l’esempio di un grande (?!) club e non c’è da preoccuparsi.

  5. Credo che la società abbia ascoltato ed ha fatto bene. Sarri a vita per me, ma ci deve dare una risposta ed una data da mettere era giusta

  6. Ragazzi calma e gesso,non facciamo psicodrammi inutili.Se Sarri rimane,benissimo,altrimenti verra’ fuori un altro.E’la gestione Corsi che sara’ terribile da sostituire se e mai se ne andra’

    • ..perfettamente d’accordo!!!…quando dopo vicenza disse che voleva mollare ho avuto un infarto peggio della partita appena conclusa.nel panorama italiano non esiste un altro presidente cosi!!…e ve lo dico io che non sono toscano…quindi assolutamente “super partes”….

  7. Resto della mia idea: se Sarri va altrove sbaglia. Mi sembra che in molti anni da allenatore non abbia mai raggiunto i risultati che ha raggiunto ad Empoli. E questo perché a Empoli ci sono condizioni particolari, che ti fa lavorare in pace e che ti sostiene anche quando le cose non vanno bene. Poi capisco che se chiamasse il Milan o il Napoli la tentazione per lui sarebbe grande. Ma cambiare per andare a Genova non so se gli convenga poi molto.
    Comunque nell’interesse dell’Empoli spero il Mister rimanga.

  8. Il concetto secondo me non è questo…a livello di ambizione ed economico probabilmente è comprensibile che se ne vada..ma Empoli è speciale perchè è Empoli..può giocare alla pari con quasi tutte le squadre ma soprattutto fare l’allenatore qui gli consente di esprimere i suoi concetti di calcio..se andasse via dovremmo essere maturi per capirlo..ha dimostrato di aver dato tanti a noi empolesi..ha dimostrato tanto tantissimo a tutti noi, con la sua umiltà e cultura del lavoro..dimostriamo di essere una grande squadra anche se in provincia perchè come dicevo Empoli è speciale compreso la dirigenza

  9. Secondo me già ora ha deluso tutti come uomo soprattutto. Sarebbe meglio andasse. L’empoli come ha scovato lui ne scoverà un altro e speriamo che sia un uomo non un montato che non ricorda da dove sia venuto….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here