Al termine del match perduto malamente dagli azzurri per 3-0 a Bari, nella zona mista dello Stadio San Nicola abbiamo realizzato le interviste one-to-one del dopo gara.

Ai nostri microfoni, oltre a mister Sarri, il portiere Bassi e Maccarone.

 

Le interviste sono state realizzate da Alessio Cocchi grazie alla collaborazione tecnico di Emilio Morrone.

 

 

 

17 Commenti

  1. La sensazione e’ che qualcosa di importante ci sta scivolando via tra le mani.. Tutti ne sono consapevoli ma nessuno ha la forza di cambiare questa situazione.. Mister devi inventarti qualcosa davvero adesso!!!

  2. Andiamo allo stadio e sosteniamoli ce lo stanno chiedendo in tutte le salse. La squadra fa caca’ ma anche noi come piazza e pubblico si fa caca’…non mi sto riferendo ovviamente a chi viene e sostiene l’Empoli sempre ma a chi rilascia commenti e se ne sta a casa e viene soli ai play off.. Dov’è tutta quella gente, eppure s’era tutti per gli stessi colori. Coraggio Empoli alza i culo!!!!!

  3. BIGLIETTI A 2 EURO E TUTTI AL CASTELLANI…CORSI SVEGLIATI SVEGLIAMOCI TUTTI O ORA O MAI PIU…E IL MOMENTO CRUCIALE DELLA STAGIONE SERVE UNA SCOSSA DA PARTE DI TUTTI..2 ANNI DI ALTA CLASSIFICA NON VANNI BUTTATI NE MOMENTO PIU IMPORTANTE!!!AVANTI EMPOLI RIALZATI E REAGISCI!!!

      • Costa di più andare a vedere una partita di seconda categoria che andare a vedere l’empoli !! corsi svegliati ikkè??? ma ci sei mai stato allo stadio?
        Forza Azzurro !!!!

        • Quoto! Reggina+Juve Stabia costavano 4,50 a partita, meno di un pacchetto di sigarette. Io non so che pretende la gente…ed Empoli costa già meno della media degli altri campi.

          • La squadra della mia città la Puteolana costa 8 euro un biglietto e gioca in serie D…Non so cosa debba fare più il presidente per portare la gente allo stadio e mi fa ridere il fatto che la gente contesta Corsi per i prezzi dei biglietti.

  4. In questo sito c’è tanta gente che non ha mai giocato a calcio che scrive banalità. Ieri qualcuno diceva che il Bari era la squadra adatta da incontrare vista la sua classifica, dimenticando che aveva battuto Lanciano, Pescara, Trapani, Avellino e aveva pareggiato con Crotone e Cesena. Noi non siamo più quelli del girone di andata. Per prima cosa perché in attacco ci sono Tavano e Maccarone, che hanno tirato la carretta per un anno e mezzo. Ma se la società avesse voluto andare in serie A a gennaio avrebbe cercato un’alternativa. Ieri Tavano è stato il fantasma di se stesso. Moro non è più quello dell’anno scorso. E non servirebbe cambiare allenatore o sistema di gioco per far tornare i risultati. Se Vettel avesse guidato una vecchia Minardi non avrebbe vinto nemmeno un gran premio. Accontentiamo di partecipare ai playoff nella migliore posizione possibile. Ma non aspettiamoci miracoli con la Ternana perchè gli umbri hanno perso sfortunatamente dopo 12 risultati consecutivi. Se ci riusciremo significherà che qualcosa è girato. Ma la sosta di un mese è stata nociva. Anche il Sassuolo l’anno scorso ha avuto un crollo ed è riuscito a ottenere la serie A soltanto all’ultima giornata contro il Livorno. Non dimentichiamoci che Tonelli era la riserva di Pratali e Regini e ha cominciato a giocare dopo l’infortunio del Pampa. Pucciarelli due anni fa giocava in C2, ed Eramo non è l’alternativa di Croce, come non lo è neppure Castiglia. Aggiungo una banalità: ma se Bassi dovesse farsi male, pensate che abbiamo un’alternativa valida in panchina? Per andare in serie A serve una rosa lunga. Chi pensa che mettendo un primavera al posto di un titolare le cose cambiano in meglio non conosce il calcio. Perchè secondo voi in Lega Pro e in serie D c’è l’obbligo di far giocare un certo numero di giovani (in Lega pro c’è la media di età in campo)? Perchè altrimenti non troverebbero mai spazio con gente che ha esperienza. Non pretendo di essere capito, ma ho detto la mia. Non a caso nel periodo di Natale avevo manifestato la mia perplessità a voler puntare alla serie A con Michelidze come alternativa a Big Mac e a Ciccio, ma tutti allora erano euforici per la vittoria di Pescara.
    Giudicare partendo dal risultato è semplice per tutti. Ricordo l’anno scorso che “qualcuno” criticava Sarri perché schierava Tonelli dicendo che non poteva giocare nemmeno in Lega Pro. Poi…dopo i gol segnati a Bari e Vicenza (o a Carpi quest’anno) ha avuto il coraggio di fargli i complimenti e di dirgli: “Lo dicevo che sei il difensore centrale più forte della serie B”.

    • «Ieri qualcuno diceva che il Bari era la squadra adatta da incontrare vista la sua classifica, dimenticando che aveva battuto Lanciano, Pescara, Trapani, Avellino e aveva pareggiato con Crotone e Cesena»
      Non so se ti riferisci a me, mi auguro di no.
      Perché vorrebbe dire che non solo non hai capito nulla del mio discorso, ma che hai sputato la tua sentenza senza neppure leggere la mia replica.
      In ogni caso, nella sola ipotesi che tu ti riferisca a me, ti ripeto che io dicevo solo che “alla luce del calendario delle PROSSIME GIORNATE, la partita di Bari era contro la squadra che aveva meno punti assieme al Novara!” Questo era (ed è) un dato di fatto. In quest’ottica, e solo in questa, mi auguravo di vincere, perché sulla “carta” (ovvio solo su quella), vincere a Bari poteva sembrare più facile che vincere a Cesena. O no? Ovviamente si parla di opinioni, la mia, ci mancherebbe.
      E questo, dicevo ieri, a prescindere dal momento d’oro del Bari: il mio discorso si basava sui “freddi” numeri.
      Ma come vedi, la mia riflessione era completamente diversa dalla tua (errata) interpretazione.
      Quindi: se ti riferivi a me (oggi), sappi che ti sbagliavi.
      Altrimenti, fai conto che non ti abbia risposto.

      «in questo sito c’è tanta gente che non ha mai giocato a calcio che scrive banalità»
      E meno male! Ti immagini che noi se ci fossero solo esperti come te, con anni ed anni di calcio giocato in serie A!
      😉

  5. tuttocuoio fa un bel commento
    il problema di gennaio pare che si stia ampliando per mancati pagamenti…..altro che comprare
    se queste sono le premesse per un salto in A è bene fare una profonda riflessione
    a chi merita un’avventura che potrebbe avere reazioni a catena per qualche anno
    la squadra da due anni è ai vertici e tira con le energie che ha
    la panchina è quello che è e diversi giocatori sono di medio/basso livello
    sono state fatte cose straordinarie ma evidentemente la tensione accumulata in questo lungo periodo sta logorando fisicamente e psicologicamente il gruppo
    il mister non può tirare fuori il coniglio dal cilindro
    la rosa è questa, la società ad inizio anno ha chiesto la salvezza forse perchè non ha nessuna intenzione di fare il salto
    il mercato di gennaio è lo specchio della situazione
    forza ragazzi abbiamo fatto trenta….facciamo trentuno

  6. Non credo ci siano problemi economici e comunque in serie A avresti tante maggiori entrate per diritti televisivi, ecc. Il problema di dover spendere per essere competitivi non sussiste perché molto spesso puoi avere giocatori in prestito che da altre parti sono fuori rosa o che magari sono giovani e non trovano spazio. Nelle gare di trotto il cavallo che parte subito forte spesso non arriva alla fine. Il Palermo è partito lento, lento e poi… Purtroppo il campionato non dura un girone di andata. Bisogna disputare anche quello di ritorno, e una pausa prolungata come avvenuto in questi ultimi due anni può essere deleteria. Immaginiamo poi se la rosa è corta… E per corta parlo di sostituti all’altezza dei titolari. Croce sembra un giocatore poco importante ma la sua assenza per 3 giornate e poi quella di ieri si sentono eccome. Spero che Eramo da un giorno all’altro esploda, ma a questo punto credo che sia quello che abbiamo visto finora. Sono amareggiato e molto pessimista. Ma già prima di Bari. Il Bari mi è sembrato noi a Pescara. Come ho scritto in altri casi, l’anno scorso ci affidavamo anche alle reti di altri giocatori, oltre ai due davanti. Quest’anno sono soprattutto loro e Pucciarelli a essere andati in gol. La coppia Rugani-Tonelli ha segnato meno di quanto non avessero fatto Regini-Pratali-Tonelli l’anno scorso. Speriamo che questa battuta d’arresto sia come l’anno scorso a La Spezia (0-3), ma 2 punti nelle ultime 4 trasferte sono davvero pochi per pensare di mantenere il secondo posto fino alla fine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here