L’Empoli vince 3-0 al Granillo di Reggio Calabria con una prestazione da grande squadra. Gli azzurri sono meno travolgenti di altre volte, giocano cercando di limitare gli avversari e al tempo stesso di eseguire le proprie manovre corali. Ma ciò che colpisce è il cinismo con cui la squadra di Sarri colpisce appena si presenta l’occasione, e il grande gioco di squadra mostrato anche al cospetto di una squadra, la Reggina, che non ha demeritato e che, anzi, ha avuto un pizzico di sfortuna (traversa di Fishnaller) e ha trovato almeno due volte sulla sua strada un bravo Pelagotti (su Bombagi prima e su Freddi nel finale).
.
PRIMO TEMPO – Parte forte la Reggina, l’Empoli soffre, ma neanche più di tanto; gli azzurri si limitano a controllare e ripartire veloci in contropiede. Pelagotti dice no su un bolide dal limite di Bombagi, Maccarone prova a replicare ma il portiere calabrese para. Alla mezzora la svolta. Lancio in verticale di Valdifiori, Maccarone taglia da sinistra verso destra e apre la difesa, Tavano si inserisce e, anche complice un errore di Adejo e l’estremo difensore Baiocco, si impossessa del pallone, Adejo lo prende per la maglietta e Tavano va giù. E’ rigore, che lo stesso Tavano realizza per lo 0-1. Pochi minuti dopo Fishnaller, ben imbeccato da Rizzato, entra in area e supera Regini lasciando partire un destro che si stampa sulla traversa.
.
SECONDO TEMPO – Avvio ancora importante della Reggina che colleziona angoli in serie. Pelagotti non corre però particolari pericoli, a parte un tiro fuori ravvicinato di Ceravolo finito comunque fuori. I calabresi passano ad uno spregiudicato 3-4-3 con ben quattro attaccanti di ruolo in campo e cercano di schiacciare l’Empoli nella propria metà campo. Proprio nel momento migliore dei padroni di casa gli azzurri costruiscono con un’azione palla a terra l’azione del raddoppio, rifinita da Saponara e finalizzata da Tavano. Ancora una chanche poi per la Reggina, ma il colpo di testa ravvicinato di Freddi è respinto da Pelagotti; Sarri poi manda in campo i centimetri di Mchedlidze, ed è proprio il georgiano a confezionare l’assist per Maccarone che a tre minuti dal 90′ sigla lo 0-3 facendo calare il sipario su una partita che alla vigilia presentava numerose insidie.

.

Montaggio video sintesi di Gabriele Guastella

.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here