L’Empoli di fatto non ha sua “Hall of Fame”, ma in quella virutale, in uno dei primi posti, per forza di cose ci sarebbe lui: Giuseppe Vitale.

 

L’ex DG azzurro, dopo aver dato le sue dimissioni da dirigente della squadra azzurra, suscitando, come logico, uno scossone mediatico e non solo a livello nazionale, si è ritirato nel suo privato per metabolizzare la non semplice decisione e per ricaricare le batterie (ricordiamo che ha comunque lavorato fianco a fianco agli altri dirigenti per alcune operazioni di marcato da lui avviate) dal mondo del calcio che tanto gli ha dato ma che tanto gli ha anche preso.

E’ notizia di poche ore ore fa, ripresa anche da “La Gazzetta dello Sport” che Vitale potrebbe tornare in corsa nel ruolo di DG in un club di serie B: lo Spezia.

 

Dopo le dimissioni di Nelso Ricci da quel ruolo nella squadra del patron Volpi, la società delle aquile si è messa alacremente al lavoro per cercare un degno sostituto visti i propositi importanti che il club ligure ha, scatenando di fatto una vera bagarre nella quale sono invischiati personaggi di un certo calibro come Perinetti e Capozzucca.

Vitale però, più silenziosamente, avrebbe mosso i suoi passi ed avrebbe scalato alcune posizioni che potrebbero far pensare ad un colloquio che a giorni potrebbe dare delle risposte.

Lo Spezia, nel corso di questa pausa invernale, dovrebbe provvedere anche al cambio di tecnico, sollevando dal suo incarico Michele Serena:  in questo ambito potrebbe farsi largo il nome di Gianluca Atzori, che arriverebe proprio come prima pedina di Vitale.

 

Non nascondiamo che farebbe un certo effetto, se un domani, magari prossimo, dovessimo trovare il nostro “Pino” come avversario.

 

Ore 15,00

Integriamo questo pezzo scritto stamani, perchè da pochi minuti sono uscite alcune dichiarazioni dello stesso Vitale che danno conferma a quanto PE ha scritto, confermando sia l’intesa con lo Spezia (addirittura indicando in 2 giorni il tempo per la possibile concretizzazione) sia la volontà di portare Atzori come tecnico. Vitale pare sia già a lavoro per trovare una buona uscita per il tecnico laziale che è ancora sottocontratto con la Samp.

 

Ni. Raf.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMercato Azzurro | Cori verso la Lega Pro
Articolo successivoLa posta di PE | Jhonny l'altro "cannolo"…
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

17 Commenti

  1. Lo spezia farebbe senz’altro un buon affare ad ingaggiarlo e non vedo nessun motivo per il quale ad empoli dovrebbe fare un certo “effetto”, visto che era ormai da alcuni anni che la grande maggioranza dei tifosi faceva di tutto per allontanarlo, cosa si aspettavano che rimanesse a casa a fare la calza.
    Io sono sempre stato un suo estimatore e continuerò ad esserlo visto che ha dimostrato con i fatti di essere un dirigente capace, mantenendo la squadra fra la A e la B con risorse economiche da società di serie C

  2. Be’ certo che farebbe effetto trovarselo davanti come avversario..un uomo che per me ha fatto del bene ad Empoli, facendo squadre sempre competitive sia a livello di serie A che di serie B, con davvero pochi soldi….lo Spezia ad ingaggiarlo farebbe un grande colpo, BUONA FORTUNA PINO!!!

  3. ..alcune sue scelte, nel corso degli anni, discutibilissime. Però, va dato atto che le squadre, nel bene e nel male, le ha sempre fatte lui. Quando c’è stato da prendersi le proprie responsabilità l’ha fatto (anche quando, magari, non erano, in toto, sue) cosa abbastanza rara, se non unica, nel calcio. Solo una cosa m’ha sempre dato noia, che non si sia mai adattato a pronunciare Empoli come si deve, e non con la E larga da fiorentino. Nonostante tutto, grazie tante.

  4. negli ultimi tempi era un Vitale diverso, ed io onestamente sono tra quelli contenti che se ne sia andato. detto questo ha fatto bene e se abbiamo fatto una partecipazione uefa è anche merito suo.
    Per quanto riguarda la pronuncia di Empoli credo che a tanti desse fastidio ma credimi, lavoro a firenze centro da una vita ed i fiorentini la e di empoli la chiudono, lui la diceva a modo suo

  5. se ti riferisci a carli,ighli,e’ vero sta facendo malissimo,un settore giovanile dal quale sono usciti,fabbrini,musacci,angella,lodi,mori,tanto per citarne alcuni,e in squadra oggi,pucciarelli,hisay,oltre ai rugani,rovini,gia’ promessi a iuve,udinese, e naturalmente saponara che prese proprio carli dal ravenna:e mi scuso se ho dimenticato qualcuno,direi proprio un cattivo lavoro,ciao ighli

  6. si fa anche senza pino , digli che vada in fabbrica a fatto bene è vero , ma è falso aveva detto smetteva con il calcio è invece poteva parlare chiaro che era solo un discorso economico , x questo pino vai a cacare …..!!!!!!!!

  7. Ma quanta ipocrisia vedo in giro! Vitale non lo poteva vedere più nessuno e ora tutti a piangere….ma via….io sono felice che se ne sia andato, lui e la sua schiera di servitori fedeli e mangiapane…Ha fatto bene? Vero, ma non è stato il solo… Guarda casa se ne è andato in un momento di crisi economica dell’Empoli…MA GUARDA CASO!!!!!!!! Diamo tempo a Carli di fare i suoi errori visto che per ora ne ha fatto pochi, nonostante all’inizio c’era chi lo voleva impallinare! E sopratutto continuiamo con il nostri settore giovanile…alla faccia di Vitale!!! PECCATO CHE NON VADA DALLA VIOLA….

  8. Buoma fortuna Pino sono sicuro che farai delle grandi cose. E per i vari Igli o S’Ostina voi nom siete veri tifosi e neanche dei veri uomini. L’invidia e la bassezza sono il vostro codice d’onore.
    Forza Azzurri Sempre !!!

  9. L’arrivo di Pino Vitale nel ’99 fu salvifico.Arrivò in una società allo sbando dopo l’addio di Lucchesi,non sostituito da nessuno,e con una squadra piena di giovani di talento ma all’epoca lontanissima dalla quadra e in piena crisi.Con Pino,che fece prendere Silvio Baldini che allora era un grandissimo mister,ponemmo le basi per altri quindici anni di gloria.Non ci dimentichiamo mai chi siamo,è dal ’96 che non vediamo la C e se in questi anni siamo cresciuti come nome,come immagine ed abbiamo visto certi giocatori dobbiamo dire grazie anche a Pino Vitale.Ovviamente,chi non fa errori ha sempre da nascere,anche lui li ha fatti ma credo che fra il male e il bene la bilancia penda ampiamente dalla parte del bene.La sua uscita a giugno fu quasi doverosa,ormai si era rotto un certo clima e a quel punto è bene cambiare.

  10. Oh bravo Pino sn contento x te, un po’ meno x lo Spezia vedrai che botta!! Vitale+ Atzori mmm mmm secondo me fanno una bella botta!! Ora caro Pino facci un altro favore portati dietro anche il buon Cappellini, Callistri etc… etc… piano piano c dissanguano. Buona fortuna Pino e grazie d tutto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here