Nuovo appuntamento con i Più e Meno, la rubrica su pro e contro della prossima sfida degli azzurri, che nella fattispecie sarà contro il Brescia.

I PIÙ
– La striscia positiva dell’Empoli
– Il Brescia subisce almeno un gol a partita
– La squadra difficilmente sbanda

I MENO
– La stanchezza degli azzurri
– Il cambio di allenatore ha rigenerato il Brescia
– L’attacco dei lombardi

La trasferta di Brescia si presenta come non facilissima. I lombardi hanno acquisito maggiore consapevolezza e dall’arrivo di Dionigi non hanno ancora perso. Di contro l’Empoli può pagare un po’ di stanchezza, vista la grande mole di partite ravvicinate. Da non sottovalutare il potenziale dell’attacco bresciano, sicuramente uno dei top in Serie B.

Ci sono però anche aspetti positivi. Intanto, nonostante la mancata vittoria contro la Reggiana, la squadra pare in salute, non si scoraggia mai, ci prova sempre. Sembra molto equilibrata, richiamando a pieno le caratteristiche del suo allenatore. Inoltre il Brescia è sì forte in attacco, ma pecca talvolta in difesa: solo in una occasione è riuscita a mantenere la porta inviolata, la gara casalinga contro il Lecce, vinta 3-0 il 16 ottobre.

19 Commenti

  1. Alcune curiosità. Da quando c’è Dionigi alle guida delle Rondinelle, in casa hanno vinto 2 volte con lo stesso punteggio ( 3-1) e pareggiato fuori, 2 volte ( 1-1). In tutte le 4 gare ha utilizzato 4 moduli differenti, tranne la sua specialità ( 343). Bel personaggio il Mister Emiliano.

  2. Non c’è una partita quest’anno nella quale abbiamo pareggiato senza che molti sentenziassero
    “Due punti buttati, abbiamo incontrato una squadra modesta, mediocre” e conseguentemente
    Accuse a Dionisi di clamorosi errori tattici e di cambi ritardato o incomprensibili.
    Non siamo il Liverpool, tra l’altro, i tifosi avversari, dopo averci incontrato sui loro siti, esprimevano più o meno gli stessi concetti “contro questo Empoli, si doveva vincere”. Per fortuna il calcio non è una scienza esatta, perché sulla carta Lecce, Spal, Monza, Brescia, Frosinone hanno una rosa superiore, da parte mia quindi, un applauso a mister e squadra. Purtroppo durante la stagione subiremo ancora sconfitte e pareggi. Come succederà a tutte le altre squadre, da sempre la Serie B è così, ogni partita può rivelarsi una trappola.
    Ogni volta che non si vince non si deve infamare allenatore e giocatori, è fisiologico aver alti e bassi, non siamo una squadra in grado di dominare tutto e tutti.

    • Anche con Sarri. 3 a 0 bello secco.E’ in casa nostra che non ci si vince da vent’anni.Ma a Brescia le ultime due/tre mi pare di averle vinte noi.

  3. Io mi ripeto: campionato di livello, a settembre avrei firmato per questo risultato, anzi se me lo avessero detto io gli avrei detto “ma sei matto, magari!!!”, però devo anche ammettere che l’appetito vien mangiando e comunque “certe partite” (tipo quella di martedì), che tu sia primo o ultimo, vanno vinte!!!!
    Complimenti a questo Mister e questi giocatori che onorano la maglia sempre, 6pt in più (quelli che mancano) era una gratifica ulteriore (più per loro che per noi) per il gran lavoro che stanno facendo.

    • Mancano Casomai solo i 2 con il Vicenza , quelli con il Cittadella invece di 3 alla fine potevano essere Zero.
      Con Chievo e Reggiana non hai meritato di vincere ….ma siamo in una posizione di classifica oggi che nessuno pensava il 1’ settembre

      • No no, mancano 6pt ….. anche a Cittadella se non gli concedevi gli ultimi 5 minuti avevi vinto e non ti puoi permettere di concedere nemmeno 30 secondi….
        Dionisi è bravo, ma ancora deve mangiare tanto pane e calcio!!!!!

        • ….i minuti di una partita sono dal 1’ al fischio finale perciò gli ultimi 5’ se sbagli ….sbagli pericolosamente per il risultato finale , a Cittadella hanno concesso 10 minuti e dopo il pareggio e L espulsione hanno avuto 3 palle goal . Vediamo la realtà

      • Beh, secondo me nella vita (e nello sport) merita di vincere chi si impegna in modo proposito per farlo, non chi lucra sugli errori altrui.
        Quindi, per me, con la Reggiana la vittoria sarebbe stata strameritata…

  4. Ma che firmato ,bisogna guardare che campionato è !e vedendolo cosi scadente direi che se fossi al posto del Brescia mi girerebbero di molto i coglioni, dico anche che se si pensa che si poteva avere più punti non giocando benissimo a me un po mi rammarica….

  5. Daccordo. Campionato livellato in basso (a dispetto di molti esperti o presunti tali) simile all’anno scorso, con due differenze:
    – il Benevento superiore a tutti;
    – accesa lotta per non retrocedere, mentre quest’anno due squadre sembrano già segnate.
    Classifica 14° giornata 2019/2020
    1.  Benevento  31 2.  Crotone   22
    3.  Pordenone  22 4.  Cittadella 22
    5.  Perugia   22 6.  Ascoli   21
    7.  Chievo   21 8.  Pescara   20
    9.  Pisa    20 10. Frosinone 20
    11.Salernitana 19 12. Entella   19
    13.Empoli    18 14.Venezia   17
    15.Cremonese  17 16.Spezia   16
    17.Juve Stabia  14 18.Cosenza   13
    19.Trapani   13 20.Livorno   11

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here