La trasferta di Spezia, che ha visto nel solo settore ospiti 635 tifosi azzurri, aveva fatto bene sperare nel superamento del record stagionale di presenze per le gare interne giocate allo stadio Castellani. Effettivamente il colpo d’occhio visto sabato pomeriggio contro la Pro Vercelli è stato importante ma i numeri certificano che ancora il record non è stato superato e si può quindi fare meglio.

Nonostante una nutrita presenza dei bimbi della scuola del tifo, il dato ufficiale (ricordiamo che questi numeri sono sempre al lordo degli abbonati sottoscritti) per la partita di sabato scorso è stato di 4984 presenze, collocandosi al quarto posto nelle classifica delle presenze stagionali. Il record, anche in quel caso fu determinate la presenza dei bimbi, è ancora quello della gara giocata contro il Carpi con 5423, seguito dalla gara con il Foggia (qui complice la presenza dei tanti ospiti) con 5142 e poi quella con il Palermo con 5128.

La prossima gara interna si giocherà con il Novara il prossimo 28/04, una gara che potenzialmente potrebbe anche rappresentare un match point, una gara in cui è necessario che tutti i cuori azzurri siano presenti.

45 Commenti

  1. Tanto è inutile farsi le se..e mentali. Senza uno stadio decente con tanto di CURVA sarai sempre meno perche da fuori (e non solo) non ti ci vemgpno piu!
    E comunque in rapporto alla popolazione non siamo certo pochi ANZI…e considerando pure che metà sono nanacce!!
    Comunque voglio vedere CON QUALE CORAGGIO ci si vuole ripresentare in A con questo stadio. Comune vergogna !!!!

    • Io non posso incolpare il comune dato che non l’ho mai votato.Magari al massimo quelli che continuano a votarlo…e comunque il comune ne avrebbe di cose a cui pensare….altro che lo stadio:in primis la sicurezza di alcune zone,ormai preda di furti incontrollati e stazionamenti di soggetti poco raccomandabili e la viabilità con alcune zone diventate pericolosissime per i transito selvaggio di veicoli.

      Intanto si preoccupino di questo,e di altri problemi, ben più sensibili in tema di interesse collettivo,poi si parli dello stadio…

      • Scusa Nicola (sei Nicola Checcacci vero?) ma che c’entra il Comune con i soggetti poco raccomandabili? Sai che questo Comune non mi sta simpatico ma a certe cose ci devono pensare le forze dell’ordine…

        • tu sai chi sono io…sarebbe carino sapere chi sei tu…cmq..io la penso così…forze dell’ordine=polizia municipale=comune…poi chiaro che il comune non è la panacea di tutti i mali però…intanto sarebbe un buon inizio…

          • Mi conosci si gioca (poche volte ultimamente per il tuo infortunio) a calcetto insieme il martedì! Ora tocca a te indovinare!!!!!!!!

          • Il buonismo della sinistra.. ha rovinato tutta la nazione.. se ci fosse la certezza della pena.. la certezza della legge sulla difesa personale.. forse si starebbe meglio tutti.. ora i delinquenti vengono presi.. e poi dopo un ora vengono mandati via e si torna a deinquere di nuovo.. la sinistra faccia una riflessione.. che dal 41per cento sono ora sondaggi odierni al 15 per cento..

    • Ora non per fare l’avvocato del comune ma a me sembra che quest’ultimo non abbia mai posto veti sullo stadio. Anzi secondo me poteva essere più severo e raggiungere un accordo migliore per la cittadinanza. Ma queste sono opinioni personali. Chi latita e chi ha latitato è stato l’Empoli FC che dopo le roboanti uscite mediatiche non ha mai di fatto seguire azioni concrete. Ricordo che stiamo ancora aspettando il progetto definitivo. Cosa doveva fare il comune? Far cominciare i lavori senza nemmeno sapere dove si va a parare. Non ci dimentichiamo che questo intervento avrà riflessi per almeno mezzo secolo sulla città quindi a mio avviso il comune ha fatto bene a chiedere delle rassicurazioni che però ancora tardano ad arrivare…
      Tutto il resto mi sembra futile zizzania politica…

  2. Ma quale stadio, siamo primi, la squadra diverte, biglietti scontati, sole, ma che vuoi di più? Se si faceva un campionato anonimo s’era 2000 ad anda’ bene. È una battaglia persa, quella dei numeri..

  3. Oltre alle nane e strisce, una gran parte della popolazione non è ne empolese ne italiana per cui la % nostra è di gran lunga superiore a certe grandi centri che fanno la serie a. Cmq quello che manca a Empoli è l entusiasmo. Siamo sempre a cercare il pelo nella uovo.

  4. Quello che manca a Empoli sono i tifosi dell’Empoli…l’altro giorno viaggiavo con la macchina per le vie del centro e nel giro di venti secondi vedo prima un telo da spiaggia viola con un giglio rosso al centro appeso ad un balcone ad asciugare e poi un ragazzino sul ciclomotore con il casco della Fiorentina…sabato dopo la partita, venendo via dallo stadio, mi accorgo che la macchina che mi seguiva aveva la tappezzeria interna bianca e viola (giuro), con un gagliardetto della Fiorentina che pendeva dallo specchietto retrovisore ed un adesivo a forma di giglio accanto alla targa…ieri ero momentaneamente parcheggiato a Sovigliana… Due uomini passano accanto alla mia automobile augurandosi a vicenda di vedere la Fiorentina in Europa League….in tutto questo a Empoli non vedo nemmeno una misera bandiera o stendardo azzurro…fanno eccezione il Danzi in via dei Cappuccini e qualche isolato esercizio commerciale….quando a Firenze praticamente ogni carrozzeria, bottega artigiana, impresa edile ecc. ha l’insegna viola con il giglio annesso…a Empoli, ripeto, mancano i tifosi azzurri…la gente o è nana o non gliene frega niente del calcio…chi tifa davvero per la nostra squadra allo stadio già viene

    • Come fanno a tifare viola quando li defiscono campagnoli è assurdo o per le strisciate perché grazie ai milioni sono vincenti forse , io il mio Empoli non lo scambierei per nessuna ragione , quando è bello tifare e sostenere l’azzurro

      • basta vivere o lavorare a firenze come ho fatto io…Dopo un paio di giorni che ti trattano da campagnolo è difficile mantenere la passione non solo per la loro squadra ,ma anche per la gente che popola quella città…Almeno a me è successo così…

    • E’ un discorso lungo e non ci vuole due giorni per invertire la tendenza. Io sono meno pessimista, mi ricordo che a miei tempi a scuola solo io e pochissimi altri portavamo i colori azzurri. Adesso all’uscita della scuola vedo molti ragazzini con sciarpe, magliette, maglie dell’Empoli. Segno che qualcosa si sta muovendo. Guardando gli spalti vedo molti ragazzi giovani mentre fino a qualche anno fa vedevo solo facce conosciute che invecchiavano inesorabilmente. Piccoli segnali da tenere stretti. Ci vuole tempo, la nostra indipendenza da Firenze ormai è marcata e le nuove generazioni cresceranno di conseguenza. Anche mio babbo per dire glie per la fiorentina ma viene a vedere l’Empoli da una vita e nei duelli tifa azzurro ma la simpatia per la fiorentina è troppo radicata per essere estirpata. Ci vuole pazienza.

  5. Ragazzi è normale. Ci sono tante nane e strisciati è normale. Purtroppo Empoli non ha come città una storia alle sue spalle degna di sentire una appartenenza tale da avere un legame morboso come può avere Firenze o altre città. A livello calcistico stessa zolfa, Empoli ha una storia degli ultimi 20-25anni e per questo le generazioni tifose dell’Empoli sono solo dai 35 anni in giù. Ci saranno sempre più tifosi azzurri nei prossimi anni però il processo sarà molto lungo.

  6. Io fossi in voi mi metterei l’animo in pace. Guardate che a Empoli non siamo messi così male come dite. Siamo una città piccolissima e non abbiamo un territorio storicamente feudalizzato come hanno tutti i capoluoghi di provincia. Paragonati a Chievo (che cmq è un quartiere di Verona) e Sassuolo, Empoli è di gran lunga più calda e appassionata. Se in serie B ci sono in media 3-4000 spettatori e in serie A 7-10.000, a me non sembrano risultati modesti. Anzi. Su una popolazione residente di 50mila anime significa che quasi 1 su 10 in serie B e 1 su 5 in serie A, viene allo stadio. E’ come se a Firenze allo stadio ci fosse tutte le domeniche almeno 80 mila persone. Il problema semmai è che lo stadio, per come è fatto, fa sembrare le tribune più vuote di quelle che sono. Aggiungete poi che il calcio in televisione ha ammazzato tutti gli stadi e che i prezzi e le tessere hanno fatto passare la voglia anche ai più sfegatati. In trasferta ormai non ci va più nessuno, a parte i napoletani e pochi altri. Sicuramente fare lo stadio nuovo aiuterebbe, ma solo se fosse più piccolo e con i biglietti poco cari. Altrimenti la gente continuerà a vederla alla televisione. Ricordo infine, per l’ennesima volta, che il boccino del progetto dello stadio nuovo lo tiene il corsi e non la sindaca. Se loro non ci mettono gli sghei che occorrono lo stadio non si fa. E per gli sghei ci vogliono gli sponsor. Evidentemente questi fantomatici investitori si devono essere dileguati se da mesi ormai non se ne parla più.

    • devi considerare che c’è anche tanta gente che viene da fuori Empoli…io per esempio nato e vissuto ad Empoli adesso vengo da San Miniato… e non sono il solo

  7. Percentuale del rapporto abitanti/spettatori ottima! Poi, che c’entra, si potrebbe fare di più. Ma io Empoli con Pisa, pe’ dire, un la cambierei mai!

  8. fortunatamente le nuove generazioni che nascono sono tutte di fede azzurra grazie e dobbiamo dare atto alla famiglia corsi che ci ha portato in alto e siamo una società modello apprezzata e stimata in tutta italia .
    Noi dobbiamo spingere per lo stadio nuovo , vedrete come è successo ad Udine e Frosinone si raddoppia il numero di persone , dobbiamo spingere tutti insieme affinché questi disfattisti del comune e di un partito finito la smettono di mettere il bastone tra le ruote ad un progetto che porterebbe innovazione e luce ad una città famosa soprattutto grazie ai meriti calcistici , questo scempio orribile con le curve in ferro non a norma e una pista distrutta non si può vedere , non c’è lo meritiamo . UNITI SI PUO’ SEMPRE E SOLO FORZA EMPOLI

    • “Tutto il resto mi sembra futile zizzania politica…” C.V.D. Che cosa c’entra il partito finito con lo stadio nuovo di Empoli? Mah! Poi già detto sopra secondo me il comune non hai messo i bastoni tra le ruote. Forse potrebbero parlare così a Firenze ma ad Empoli ad oggi chi ha tirato il freno non è certo stato il comune. Comune che vuole contropartite per un bene della collettività che finisce in mano private. Non mi sembra fare una grinza.

      • invece c’entra , se il comune nel progetto vuole messo che la società deve fare mezza Empoli , addirittura pure le strade ma di cosa stiamo parlando , è un partito finito e hanno fatto finire una città e ora pure il calcio l’unica cosa che funziona ad empoli

  9. Mi sembra che abbiate detto tutto voi…soprattutto Forza Empoli e Niccolo’ Empoli. Che poi e’ sempre quello che ho sostenuto e pensato anche io…

  10. Scusate se intervengo ma forse qualcuno non ha ancora capito che lo stadio non va in mani private (se non in concessione). Il Corsi lo stadio non lo compra, lo ricostruisce ma la proprietà rimane del Comune…

  11. Ma l unione c.azzurri cosa fa x implementare il tifo a parte la bellissima iniziativa della scuola. I clubs in città sono scomparsi tutti, sullo stadio nicchiano, ci vuole più entusiasmo

  12. Per me quello del numero ufficiale delle presenze allo stadio è l’ultimo dei problemi.
    In primis dei quasi 3500 abbonati andrebbe capito quanti effettivamente le stanno vedendo tutte o quasi tutte (io credo che prima di sabato scorso si sia arrivati a punte di assenza del 15/20%), poi c’è il discorso del sabato pomeriggio, del maltempo abbastanza accentuato degli scorsi mesi, degli orari veramente poco invoglianti, di una parte che va comunque rispettata, anche se non condivido, che si è sdegnata l’anno scorso e non viene.
    I numeri dello zoccolo duro sono comunque questi.
    Il problema maggiore per me è lo scarso entusiasmo di chi viene allo stadio, non è bello vedere gente che arriva a 5 minuti dall’inizio sugli spalti e un poco coinvolgimento emotivo, si nota, si percepisce e non oso pensare se la stagione non fosse stata cosi positiva!

    Io mi ricordo un Empoli-Ternana della promozione in serie A di Sarri, era aprile, segnò Verdi sul finale e giocavamo in casa…avevano dato i biglietti a 1 o 2 euro per tutti…mi ricordo che tra abbonati e paganti si superò di poco i 4.000
    Con La Pro Vercelli considerando i 15 soli tifosi avversari abbiamo sfiorato i 5.000 nello stesso periodo dell’anno e con biglietti non regalati come l’altra volta (sebbene con tante agevolazioni) . Quindi il numero è un falso problema, ma semmai l’entusiasmo che dovrebbe essere maggiore!
    I 635 che erano a Spezia non sono rappresentativi dell’entusiasmo ricreato in questi ultimi tempi. Li c’era una trasferta finalmente vicina, orario e clima buoni, che veniva dopo tanti mesi di trasferte lontane (Perugia era stata il 28 dicembre infrasettimanale e Chiavari in ottobre!) per cui c’era la voglia di rivedere la squadra in trasferta per i non ultras che la seguono sempre…

  13. Si la proprietà e del comune , ma con la concessione per 90 anni ci guadagna solo il Corsi , se fallisce le beghe però sono del comune, Bergamo poi Genova con preziosi e Ferrero lo stadio lo comprano dal comune , dovrebbe farlo anche il nostro presidente ma e un furbone e io da cittadino che con le mie tasse lo stadio come tutti i cittadini è della città non ci sto’ .

  14. Possiamo e dobbiamo fare meglio, la scuola del tifo credo sia la cosa più bella in proiezione futura, spero che anche i desperados facciano il loro lavoro ma ripeto che possiamo fare meglio, ognuno di noi nel suo piccolo può fare tanto, con tutti i mezzi con tutta la buona volontà alla lunga arriveremo anche ad avere un gran bel pubblico ne sono sicuro, le premesse ci sono e lo stadio nuovo se fatto da 15000 posti sarà la consacrazione di tutto questo. Forza magico azzurro.

  15. Se come credo, non ci sono più normative relative alla capienza minima, ( ma questa deriva dagli spazi commerciali….), per noi tifosi basterebbe uno stadio da 12000 posti.
    In A il primo anno, con prezzi bassi, possiamo fare max. 9000 abbonati (compresi quelli per cui siamo la seconda squadra).
    3000 posti per gli ospiti mi sembrano già abbastanza.
    Con 20000 posti giocheremo sicuramente in uno stadio semivuoto.
    Non diamo la colpa alla politica ed all’impianto brutto se la gente viene poco allo stadio.
    Dopo tanti anni di calcio importante, secondo me, dovevamo avere più tifosi, più passione, colore senso di appartenenza.
    Rispetto al poco entusiasmo, fa eccezione in senso positivo la scuola del tifo.
    Ora godiAmoci questa insperata e bellissima stagione e cari concittadini venite a tifare allo stadio, la squadra lo meritA!!

  16. Ma che paxxe ancora con questa storia dello stadio!! Quello che si firma EMPOLI E BASTA è addirittura patetico!!! Vogliono fare lo stadio per 20000 persone quando si va bene ce ne sono 4000!! Chiedetevi il perché!! Se la family vuole lo stadio se lo paghi con i suoi soldi non con quelli miei E dei cittadini empolesi….. Il resto è solo un manipolo di gente con le fette di prosciutto sugli occhi

  17. Si và verso quella direzione, Nick: quasi tutte le squadre si stanno attrezzando per avere uno Stadio di proprietà o, quantomeno, adatto solo per il calcio. Il nostro attuale è veramente un obbrobrio e và migliorato. In più, col progetto, riqualifichi un’intero quartiere e disegni nuove viabilità. A vantaggio di tutti.

    • Ok claudio.. l empoli calcio farà lo stadio di propietà senza pista d atletica senza palestra al fermi.. senza rotatorie e senza strade.. ma io mi chiedo il comune del castellani cosa ne farà? forse adibito al pascolo pecore.. a appartamenti per richiedenti asilo.. forse per il corsi sarebbe meglio fare cosi.. con costi ridotti.. e lasciare il comune i comitati a gestire questo schifosissimo impianto..

  18. Si è vero quasi tutte le squadre si fanno lo stadio di proprietà, ma facendo l’offerta al comune proprietario, è come se io chiedo la casa a tizio la ristrutturò e io per 90 anni l’affitto è i soldi me li cucco io , e tizio lo prende in tasca in tutti i modi. Sveglia ci sono cose più importanti da fare in città, uno stadio da 20000 posti sarà una cattedrale nel deserto.

  19. Quindi fatemi capire, paladini della collettività e dell’interesse pubblico…..se l’Empoli F.c. ottiene la concessione della struttura, gestendola autonomamente ecc. ma facendo restando il Comune proprietario della stessa non va bene, mentre se l’Empoli F.c. presenta un’offerta di acquisto e se la compra, con il Comune che in futuro (lasciare stare se lontano o meno) non potrà vantare nessun diritto sull’immobile è tutto ok? Scusate, ma c’è qualcosa che non torna…….poi un’altra cosa: quelli che ancora oggi continuano a dire “Ma perchè l’Empoli non si costruisce uno stadio nuovo interamente di sua proprietà da un’altra parte?” hanno la segatura al posto del cervello o cosa? L’Empoli F.c. ha al massimo le risorse per un restyling della struttura già esistente, non per edificare dal nulla un nuovo stadio…..avete idea dei costi che dovrebbe sostenere?? Senza contare che il Castellani resterebbe desolatamente vuoto ed in larga parte inutilizzato, oltre che fatiscente (visto il trend del Comune nel mantenere i propri immobili)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here