Nella settimana più importante e delicata della stagione, dove la squadra ha chiesto una settimana di “isolamento” per trovare serenità e carica, ha preso la parola il Presidente dell’Unione Clubs Athos Bagnoli che ha parlato sulle pagine odierne de “La Nazione”

Adesso dobbiamo soltanto stringersi intorno ai ragazzi e spingerli per queste due partite. Non solo quella con l’Atalanta ma anche quella col Palermo: soltanto con la determinazione e la voglia di raggiungere tutti quanti la salvezza possiamo dare una mano alla squadra. Dobbiamo mettere da parte tutte le polemiche, perché sappiamo che in momenti del genere non portano a nulla. E’ capitato spesso di arrivare all’ultima giornata con un risultato ancora in bilico e in tante occasioni abbiamo festeggiato proprio grazie all’unione che ha sempre caratterizzato il nostro ambiente. Dobbiamo evitare i malumori e mettere da parte il nervosismo: dobbiamo pensare soltanto a sostenere la squadra. Ora  non dobbiamo guardare alla prestazione o al bel gioco: dobbiamo stringerci intorno alla squadra e far valere il nostro cuore azzurro. I tifosi a volte mugugnano quando si vede una giocata sbagliata o un errore tecnico, ma se vogliamo aiutare i ragazzi dobbiamo dimenticare tutto questo e incitarli ancora di più. Tra quindici giorni tireremo le somme, ora bisogna pensare a tifare

24 Commenti

  1. Bravo athos concordo pienamante con te, bè che dire speriamo nell isolamento dai tifosi e il silenzio stampa che portino frutti vediamo se questa sarà un soluzione giusta.

  2. Intanto è certo che Levan non gioca. La società continua a negare ciò che ormai tutti sanno, il segreto di Pulcinella, cioè che la stagione è finita (nuova!!!!). Per una città delle dimensioni di Empoli, mi sembra di vivere in un regime, con la stampa che fa la parte della Pravda

  3. Non dobbiamo commettere l’errore fatto a Cagliari. E cioè di partire lancia in resta, pressando alto. Così facendo spalancheremmo praterie per i velocisti dell’Atalanta. Bisogna rimanè tranquilli, lasciarla fare A LORO la partita. E colpire al momento giusto, con freddezza e cinicità.

  4. ATHOS = RAGIONE

    INCAZZARSI PER IL PESSIMO CAMPIONATO E FARGLIELO SENTIRE E’ GIUSTO
    DALL’ALTRA PARTE PERO’ NON POSSIAMO PRETENDERE PER FORZA CHE VINCANO
    CI STANNO DANDO QUELLO CHE HANNO (TUTTA LA LORO FRAGILITA’)
    —-
    NON FARE GIOCO + CONTROPIEDE = VITTORIA

  5. Domenica lo stadio (o perlomeno la Maratona) deve essere una bolgia…poi per tutto il resto rimandiamolo a dopo. L’EMPOLI SIAMO NOI!! i giocatori, l’allenatore il prossimo anno possono essere da un’altra parte, la serie A se la perdiamo la perdiamo noi!!

  6. GIUSTO!!! C’È UN TEMPO PER TUTTO, ORA SOSTENIAMO LA SQUADRA, SALVIAMOCI (PERCHÉ È ANCORA POSSIBILE) ….. A SALVEZZA OTTENUTA, OGNIUNO, DA UOMO, SI PRENDA LE PROPRIE RESPONSABILITÀ.

  7. Domenica tappiamoci il naso torniamo TUTTI allo stadio TIRIAMO fori la voce x una volta almeno e poi si vedrà…
    Comunque come diceva RICCIOTTO (x chi dei vecchi empolesi come me sa chi era) mentre scendeva in bici da montrappoli senza freni: “non vedo l’ora d’arrivá in fondo per vede icchè mi son fatto” !!!!

  8. Sarà importante secondo me, non fischiare subito ai primi passaggi sbagliati,questa squadra é parecchio fragile non c’è niente da fare poi alla fine si valuterà il da farsi.

  9. gente, e un c è da sbagliare questa partita bisogna essere concentrati come non abbiamo fatto mai in questa stagione non delapidiamo un patrimonio della città.Gente se non si vede impegno ALLORA CI SI INCAZZA!!!!!!!!!!!!!

  10. PianetaEmpoli pubblica ciò di cui è a conoscenza o di cui viene informato attraverso i canali ufficiali della Società. Il resto è chiacchiericcio! Va bene per fare conversazione ma non per dare notizie. Se poi qualcuno sa cose che non sappiamo lo scriva…ma in calce alla nota ci metta pure la firma. Troppo facile fare insinuazioni senza assumersene la responsabilità.

    • E se è così – come del resto dovrebbe essere – dovete citare la fonte: tizio ha detto, il capo dello staff medico dott. ha dichiarato ecc.ecc. I chiacchiericci, come li chiami tu, nascono perché non ci sono notizie ufficiali. Chiaro? E dovete essere voi a esigerle e a comunicarcele, con nomi e cognomi delle fonti stesse. Così si fa (o si dovrebe fare). Attenzione, perché PE era fino all’anno scorso un sito invidiabile, quest’anno è insoddisfacente (e mi dispiace).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here