Si è tenuto nel tardo pomeriggio l’incontro tra la società azzurra, capitanata dal Presidente Corsi, ed il tecnico Marco Baroni.

 

Il colloquio è servito per scoprire le carte e provare a capire se le due parti possono trovare quel punto in comune che potrebbe poi scaturire nel conferimento del ruolo da allenatore dell’Empoli per la prossima stagione.

Potremmo definirla, sulla falsa riga di quanto raccontato per Carli stamani, un’altra fumata grigia, ma  i toni sono assolutamenti chiari, andanti verso il bianco.

Su tutto, il tecnico nato a Firenze nel 1963, avrebbe tra i suoi requisiti, quello di saper lavorare bene con i giovani, oltre quello di una grande fame per un occasione che segnrebbe inevitabilmente la sua svolta professionale da tecnico. Se aggiungiamo i diversi feedback positivi arrivati a casa Corsi ed un ingaggio sulla linea che adotterò l’Empoli, il gioco è fatto.

 

Ci sono però alcune cose che vanno sistemate, su tutte la situazione contrattuale che lega ad oggi Baroni alla Juve. Da parte bianconera ci dovrebbe essere il placet per il via libera, ma va detto per correttezza che il contratto tra le due parti è in scadenza nel giugno 2013 e quindi il nulla osta bianconero è fondamentale.

 

Sorrisi e strette di mano hanno contraddistino il finale del briefing, e molto probabilmente la giornata si è conclusa in un arrivederci all’inizio della prossima settimana, dove il tutto, ed usiamo sempre il condizionale, dovrebbe trasformarsi nel mettere nero su bianco.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMister Foscarini rinnova con il Cittadella: sarà l'ottavo campionato consecutivo
Articolo successivoNews mercato serie B
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

7 Commenti

  1. PUNTO IN COMUNE.
    1) l’ingaggio è bassino e su questo Baroni ci pensa.
    2) il progetto è pericoloso non tanto per la salvezza ma
    per le qualità dei giocatori giovani che mancano o devono esplodere, per i giocatori esperti in scadenza di contratto e infine per la socetà che tribola con poche certezze.
    3) la juve farà di tutto per trarre dei vantaggi sui nostri giocatori per il nulla osta.
    Morale: possibile ma difficile Baroni deve fare una scomessa.

  2. Mi sembra un’ottima scelta!! Anche Aglietti veniva dalla primavera e non mi sembrava che ci fosse tutto questo scetticismo. Per Baroni rappresenta l’ultima grande possibilità di entrare nel calcio che conta e sono sicuro che darà il mille per cento. Se ripartiamo con umiltà, da Empoli per intenderci, possiamo fare un ottimo campionato …. Io sono molto fiducioso!!! ps la prarazione la deve fare il Selmi, non si accettano altri preparatori!!!

  3. Personalmente non ho nulla contro Baroni, c’è solo il rischio che per liberarlo la Juventus imponga di valorizzare i suoi giovani al posto di quelli dell’Empoli e per la Società non sarebbe tanto conveniente !!!!!!!!

  4. se vi ricordate aglietti era un semisconosciuto come baroni, e con una squadra molto azzardata rimase imbattuto per 16 giornate, sfiorando i play off e non centrandoli per quel famoso 1-1 con il torino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here