Calcio&Tavola | Torta Russa… dalla città degli innamorati

Calcio&Tavola | Torta Russa… dalla città degli innamorati

Ed eccoci arrivati alla 5° tappa del nostro cammino….Chievo ai giorni nostri è diventato uno dei quartieri della 3ª circoscrizione del Comune di Verona. Ed è proprio alla città degli innamorati per eccellenza che vogliamo legare la ricetta di una torta, La Torta Russa.  L’etimologia del nome

Ed eccoci arrivati alla 5° tappa del nostro cammino….Chievo ai giorni nostri è diventato uno dei quartieri della 3ª circoscrizione del Comune di Verona. Ed è proprio alla città degli innamorati per eccellenza che vogliamo legare la ricetta di una torta, La Torta Russa.  L’etimologia del nome racconta di un pasticcere veronese, che lavorava sulle navi e che si trovava proprio nei pressi di Odessa quando nel 1966 s’inventò questa torta e per questo motivo la chiamò Torta Russa. All’esterno c’è una pasta sfoglia che racchiude all’interno un morbido impasto di mandorle amare e dolci macinate assieme. Se vi trovate a Verona in occasione della trasferta potete gustarla alla Pasticceria Cordioli a pochi passi dalla casa di Giulietta, il locale è una delle botteghe storiche della città.

Ingredienti

Torta russa di Verona
Torta russa di Verona

  • 170 g di farina 00
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 100 g di amaretti
  • 100 g di farina di mandorle
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 3 uova
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 1 bicchierino di rum
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

Preriscaldate il forno a 180° statico. Rivestite una teglia di 22 cm di diametro con la pasta sfoglia, avendo cura di mantenere il foglio di carta forno che la riveste (foto 2). Pestate gli amaretti fino a ridurli in piccoli pezzi (utilizzate un sacchetto da congelatore per facilitare il lavoro). Sciogliete il burro a bagnomaria (in alternativa potete usare il forno a microonde, ma attenzione a dare pochi secondi alla volta altrimenti rischiate di farlo bruciare). In una ciotola (foto 3) montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e gonfio (foto 4), quindi incorporate il burro fuso, la farina di mandorle, gli amaretti tritati, la farina setacciata, il lievito, il bicchierino di rum e il pizzico di sale (foto 5). Amalgamate per bene tutti gli ingredienti (foto 6) e versateli all’interno della teglia rivestita con la pasta sfoglia (foto 7). Ripiegate i bordi della pasta sfoglia eccedenti sul composto, appoggiandoli delicatamente (foto 8). Cospargete con mandorle in scaglie. Cuocete in forno già caldo per circa 40 minuti. Fate raffreddare.     logo-Lady-Cake A cura di Lady-cake.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy