Il direttore sportivo azzurro Marcello Carli, già al lavoro per costruire l’Empoli del prossimo anno, è intervenuto ieri sera alla trasmissione di Antenna 5 PEnAlty Estate. Ecco i passaggi più importanti del suo intervento:

 

carliMartusciello nuovo mister? Ciò che ha fatto Giovanni finora come calciatore e come collaboratore dell’Empoli è importante, ma è diverso da quello che andrà a fare. Dobbiamo essere tutti felici perché abbiamo bisogno di un entusiasmo straordinario per centrare la terza salvezza di fila. Senza alcun tipo di problema posso dirvi che è stata una scelta venuta dal presidente, anche se poi la ho condivisa in pieno anche io: è una scelta giusta per le qualità morali e tecniche di Giovanni. Come è nata l’idea? È stata una cosa nata nel momento in cui abbiamo capito le titubanze di Giampaolo nel continuare con noi. Lui era venuto qui per rilanciarsi e per sentirsi nuovamente importante e ci è riuscito molto bene. Magari a forza di convincerlo sarebbe anche rimasto, per la riconoscenza che nutre nei confronti della società, ma non sarebbe stato corretto. Così, dopo aver analizzato attentamente la situazione, mi son trovato d’accordo col Presidente che la soluzione migliore fosse la promozione di Martusciello. La cessione di Tonelli? Con il Napoli abbiamo fatto una grande operazione, non solo per le cifre ma anche perché avendolo venduto a maggio la plusvalenza rientra in questa annata. La cessione di Lorenzo ci permette di avere, per la prima volta da anni, un tesoretto da poter mettere da subito o quasi sul mercato. I prossimi ceduti Saponara e Mario Rui? Tutto farebbe pensare a questo, ma un calciatore ha bisogno anche di offerte per poter andare via. Siamo nella fase di attesa, possiamo aspettare tranquillamente perché non abbiamo la pistola puntata alla testa. Pensiamo che arriveranno le offerte, ma se non saranno serie i ragazzi rimarranno. Se abbiamo già parlato con qualcuno? Noi l’anno scorso non eravamo nella condizione di poter far nulla, se non di aspettare gli ultimi giorni di mercato. Quest’anno vorremmo arrivare in ritiro con quasi la rosa al completo, magari lasciando due o tre posti per calciatori in entrata. Il grosso lo dobbiamo fare prima del ritiro, per fare le cose con più calma. Nomi in testa ce li abbiamo, qualche discorso lo abbiamo abbozzato ma ancora è presto. La questione portieri? Noi vorremmo ripartire dai portieri dell’anno scorso, Skorupski, Pelagotti e Pugliesi. Voglio parlare con Lukasz per capire le sue motivazioni, ma se il ragazzo avrà la stessa voglia dello scorso anno faremo di tutto per tenerlo. Stesso discorso per Pelagotti, se l’entusiasmo sarà lo stesso vorremmo confermarlo. Alla ricerca ancora dei giocatori per il 4-3-1-2? Certamente, l’idea è quella. Partendo dal fatto che Saponara rimarrà a Empoli nel caso non pervenga un’offerta degna, vogliamo prendere un altro calciatore sulla trequarti, che eventualmente – nel caso di conferma di Ricky – possa muoversi anche da seconda punta. E Marcello Carli rimane a Empoli? Io a Empoli sto benissimo e ho lo stesso entusiasmo di sempre nel fare le cose. Sono stra felice di essere qui, ma se arrivasse un’offerta da un’altra piazza ne sarei lusingato e ci penserei. Non voglio fare l’ipocrita e dire che resterò sempre a Empoli, l’importante è svegliarsi la mattina e dare tutto per la tua società.”

 

Simone Galli

14 Commenti

  1. Parole che son musica per le nostre orecchie…..
    Voglion consegnare a Martusciello una grande squadra prima dell’11 luglio!

  2. Il passaggio fondamentale è questo: “La cessione di Lorenzo ci permette di avere, per la prima volta da anni, un tesoretto da poter mettere da subito o quasi sul mercato.”…. Se c’è la volontà di investire e non di andare avanti solo a prestiti si ragiona da grande società. La bravura sarà quella di andare a pescare i giocatori giusti e avere la squadra pronta al 80-90% per il ritiro. Grande Carli… buon lavoro.

  3. Primo passaggio fondamentale: “…è stata una scelta venuta dal presidente, anche se poi la ho condivisa in pieno anche io”…tradotto: scelta imposta dall’ alto, che ho condiviso obtorto collo, perché costretto a restare ad Empoli per mancanza di offerte.

    Secondo passaggio fondamentale: “… arrivasse un’offerta da un’altra piazza ne sarei lusingato e ci penserei.”…tradotto: se arrivasse l’ offerta di una piazza (qualunque aggiungo io, ma si capisce) saluto tutti perché questo progetto presidenziale non mi convince per niente.

    • Allora mettiamoci d’accordo:se uno dice che vuole diventare il Ferguson dell’Empoli e poi va via è un bugiardo,ingrato,incoerente e quant’altro.Se uno dice (correttamente ) che nel mondo del calcio e nell’Empoli non esistono contratti a vita è invece uno che sta qua solo perché non ha altre offerte.Ma se arrivasse la Roma o il Real Madrid il Carli farebbe come hanno sempre fatto tutti da noi ovvero saluterebbe ringrazierebbe e adieu.Perchè è così che vanno le cose nel calcio empolese ed è naturale che così vadano visto le cifre in ballo in questo giochino.Secondo me è invece il discorso su Saponara la verà novità:ovvero non si vende perché obbligati ma solo in presenza di offerte ritenute congrue.

  4. Grande Imam claudio, si sa che invece sai sempre tutto te! Nostro faro! Nostra unuca guida spirituale! Lapadula u akbar!!!

  5. Carli doveva andare a Roma per sostituire Sabatini perchè fortemente voluto da Spalletti.
    Ora in seguito alla vicenda Totti, Spalletti ha meno potere (e forse va in nazionale) e Sabatini dovrebbe restare…
    Chiaro che se a Carli arriva un’offerta migliorativa la prende in considerazione, altrimenti rimane a Empoli, anche se alcune ingerenze del Corsi incomincia a tollerarle meno!

  6. Averne di tifosi come Claudio! Se non arriveranno Caprari e Lapadula pazienza ma son convinto che anche lui come me ed altri è “sopravvissuto” a calciomercati dove si comprava Cimarrusti e Castorina,Monaco D’Amico etc etc.Sicche’!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here