Abbiamo contattato Claudio Coralli al centro di voci di mercato che lo danno ormai lontano da Empoli e prossimo a firmare per il Cittadella. Con il Cobra abbiamo fatto un consuntivo della sua esperienza empolese che sta giungendo al termine, con il contratto che  scade il prossimo 30 giugno.

 

Ciao Claudio, ieri si era parlato di un tuo accordo con il Cittadella, con relativa firma, confermi?

«Assolutamente no, ho letto anche io ma per ora sono solo voci. Sicuramente sarebbe una destinazione di mio gradimento, non lo voglio negare, ma non c’è ancora nulla di concreto».

 

Ci sono altre possibilità che stai vagliando?

«Il mio procuratore mi ha detto che ci sono altre soluzioni, ma sinceramente non mi ha riferito quali altre squadre sono interessate. Faremo le dovute riflessioni del caso, poi, certo io un’idea di massima me la sto già facendo».

 

Insomma la tua esperienza a Empoli può dirsi conclusa?

«Penso proprio di si, per mio grande dispiacere. La società ha fatto altre scelte ed io le accetto con grande serenità, io devo tanto a questa piazza in cui sono nato e cresciuto tanto. Ora devo cercare una realtà dove io possa giocare, e penso che Cittadella, per tornare al discorso si prima, per me sarebbe ideale».

 

Per te gli ultimi due anni sono stati decisamente sfortunati

«La stagione 2011-12 non era per me finita malissimo, con l’esperienza alla Cremonese con i due gol nei play-off, poi purtroppo questa stagione è stata costellata di infortuni. Non cerco alibi ma l’annata era iniziata con altri presupposti poi la gara di coppa Italia è stata l’inizio della fine.».

 

Nei tuoi trascorsi a Empoli c’è un annata, o un momento che ricordi con particolare piacere?

«Non c’è stato un momento in particolare, per me Empoli ha rappresentato una tappa importante della mia carriera. Devo ringraziare tutti perchè qui mi sono trovato a mio agio, e la gente mi ha sempre fatto sentire uno di loro. Spero di poterci tornare un giorno magari a fine carriera».

 

Questa stagione per te è stata negativa, ma c’è stato un momento per te immagino emozionante; l’ingresso in campo nella gara con il Bari, sei D’Accordo?

«Quello scampolo di partita per me ha rappresentato un momento significativo, essere accolti in quel modo dalla maratona mi ha riempito di gioia, li ringrazio per l’emozione che mi hanno dato. Questa maglia per me ha rappresentato davvero molto, ma adesso devo cercare una sistemazione per giocare con maggiore continuità, e tornare a fare gol

.

Per PianetaEmpoli.it

Stefano Scarpetti

19 Commenti

  1. Coralli è uno che a il goal nel sangue e se starà bene a Cittadella, dove si sente a casa (un po’ come Big Mac qui da noi), segnerà tanto.
    Tante volte ho esultato x i suoi goal e l’anno con eder accanto è stato strepitoso.
    Purtroppo però, x quanto riguarda me, la sua scelta di abbandonare la barca al momento del bisogno, al di là del concorso di colpa della società, ha rappresentato un gesto che come tifoso non dimenticherò.
    Quest’anno avrebbe potuto riscattarsi e riconciliarsi col pubblico, ma il suo ginocchio… non ha condivuso questo progetto.
    Ciao Claudio

  2. ..strana Empoli. Coralli fondamentalmente non ha fatto peggio rispetto ad altri “individui” che veramente hanno mancato di rispetto a città e tifosi, solo che con lui ci s’ha a cane, all’altri invece s’è perdonato/si perdona tutto. Boh…..

    • provo io a risponderti.
      Forse perchè Ciccio Panino ha fatto sempre il giocatore attaccato alla maglia e ai tifosi e poi borda! quando si è trattato di scappare, è scappato a gambe levate, peraltro nel momento decisivo della stagione che vedeva l’empoli in posizioni critiche.
      Non è andata così?? che rilasci una dichiarazione

  3. In riferimento a quanto scritto da God Dog, vorrei sapere a chi si riferisce quando scrive “individui” che veramente hanno mancato di rispetto a città e tifosi,

    ci fai qualche nome?

  4. A me di Flachi non frega nulla, però vorrei sapere dall’utente “anonimo” quando, come e perchè Flachi avrebbe “mancato di rispetto a città e tifosi”
    Grazie

  5. Falchi, che non stimo per un miliardo di motivi, ha fatto il suo, senza lodi e senza infamie. Il “cinghio” è stato buono a leccare il C ai nostri 50 ultras e poi via, come il miglior capitaschettino.
    Adios gringo

  6. A me pare,senza voler prendere le difese di nessuno,tantomeno di Coralli,che non è certo mio parente,che i problemi inerenti la societa’ e il suddetto,se ci sono stati,sono solo fatti loro……Il tifoso puo’ giudicare quanto gli pare,ma sarebbe piu’ giusto che giudicasse i COMPORTAMENTI IN CAMPO,che quelli fuori campo….soprattutto quando MAI C’E’ STATA DICHIARAZIONE….NE DALL’UNA…NE DALL’ALTRA PARTE….Stessa cosa vale per Pratali,Bassi….o se volete ci aggiungo anche Stovini…..I problemi che hanno i giocatori con i presidenti o i presidenti con i giocatori a me personalmente interessano O……Se poi qualcuno sa quello che ha detto Coralli al presidente o il presidente a Coralli nell’occasione dell’arrivo di SuperMac…..lo dica….così almeno qualcuno smette di parlare solo su supposizioni o perlomeno così ci mettiamo una pietra sopra e non parliamo piu’ dell’argomento!Ma se lo sa,non deve essere per sentito dire….senno’ non la finiamo mai!

  7. Claudio Coralli nel cuore di tutti!!! Basta stronzate!! Non dimenticate il passato e quello che ha fatto per questa squadra !! Giudicate questo se proprio dovete parlare !!

    • parla per te bah.

      per me coralli ha perso tutti i punti che aveva (e ne aveva parecchi) quando decise di scappare da un empoli in caduta libera e per paura della concorrenza.

      C1ao schettino.

    • Se parli per me, guarda bene cosa ho scritto, visto che certo non ho negato di aver apprezzato il Cobra per i due anni in cui ha segnato tanto…
      Poi, permettimi, proprio perchè, come dici Te, «non dimentico il passato», mi ricordo cosa ha fatto quando ci ha lasciati nel momento del bisogno.
      Punto.
      Che poi ci sia stato un concorso di colpa anche della società, non me ne frega niente.
      Lui, ai tempi, per quel diceva lui stesso, bada bene, in merito al suo presunto “attaccamento alla maglia”, per il fatto che era vice-capitano, perché quando segnava spesso si metteva la mano al cuore… insomma, non era un “giocatore qualunque” dell’empoli, uno di quelli che passano e non te ne accorgi.
      Da uno così, fosse anche che la società gli abbia detto (ma non ci credo), se te ne vuoi andare fallo perchè viene Maccarone e non giocherai più titolare, avrebbe dovuto “stringere i denti”, restare e dimostrare di essere “meglio di BogMac”.
      Questo era il comportamento che noi tifosi ci saremmo aspettati da uno come lui.
      Ripeto, non uno qualunque.
      E poi, scusami, per andare dove? al Milan? all’Inter? ma neppure alla Reggina, dico io, addirittura alla Cremonese (senza offesa per i grigiorossi, che poverini lottano da anni per tornare in B e sempre per sfortuna non ce la fanno…)
      Vedi DMax, non so se se mai stato innamorato, perchè potresti capire: il calcio è una fede, come si didce, ma più di tutto è una passione, un’amore.
      Più ti affezioni, più non accetti certi comportamenti.
      Tutti noi sappiamo che i giocatori bandiera non esistono più, che molti calciatori sono solo mercenari e via dicendo: però fra questo e vedersi “lasciati”, nell’anno (la stagione scorsa) peggiore degli ultimi 10 anni (mai si erano visti passare 3+1 allenatori da empoli tutti in una stessa annata…), da quello che poteva certo considerasi un giocatore “simbolo”… beh, capirai bene che in molti abbiano aggiunto all’elenco di soprannomi di Coralli (che simpaticamente l’utente Vannucchi ha elencato in altro commento) anche quello di “Schettino”.
      Forse, chissà, se quest’anno non si fosse fatto male… ed avesse segnato, approfittando delle sue occasioni.. magari diventando il terzo attaccante della squadra… magari i tifosi, anche quelli che ce l’hanno con lui, avrebbero dimenticato tutto.
      Però, come si dice, con i “se” e con i “ma” non si scrive la storia.
      Mi ripeto: per me a Cittadella tornerà ad essere un grande attaccante, ne sono sicuro. Se diventerà anche un grande uomo, non lo so, non mi interessa, ma glielo auguro

  8. anche maccarone fece la stessa cosa alla Samp. dall’intervista a un sito blucerchiato:

    «Davanti all’idea della B, avevo voglia di restare, perché nessuno voleva prendersi più rivincite di me – racconta il giocatore dell’Empoli – poi vennero acquistati altri attaccanti, su cui società ed allenatore sembravano puntare più di me. A quel punto, ebbi poco spazio».

    è la stessa cosa di cui attaccate coralli. proprio quando venne preso in prestito lui, evidentemente ciccio cora non bastava più per la società(giustamente), inoltre quale concorrenza ci sarebbe stata fra lui e big mac? senza offesa ma il novarese vale 10 coralli. per cui non sussiste l’accusa di vigliaccheria

  9. Peccato che Coralli abbia scelto di andarsene, fosse anche xchè non rientrava nei piani della società, proprio l’anno che stavamo retrocedendo in lega pro…
    Come dice l’utente Vannucchi, se “Coralli ha una storia diversa da raccontare che lo faccia”!
    Punto e virgola
    😉

  10. Mai stato un giocatore. Non Sa! Saltare di testa, non corre, non ha dribbling, nemmeno il senso del gol. Ha un po’ di tiro e talvolta una discreta protezione di palla. ė sempre stato evidentemente sovrappeso.. Ma ve lo ricordate che al 30esimo del primo tempo era già finito 6 volte in forigioco?
    Vai vai corallino in serie C che se fosse per me la B tu la vedresti con il pacchetto di SKY a 99 euro compresi playoff

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here