il Presidente dell’Empoli è stato ospite questa mattina diSky Sport 24. Argomenti a tutto tondoDal futuro di Sarri a quello di Valdifiori e Rugani, fino al passato e ad aneddoti da svelare. A partire, però, dal commento alla stagione quasi finita:

corsi1La prestazione di squadra e di gruppo c’è sempre stata, tranne in un paio di partite. Ci siamo fatti valere su tutti i campi, indipendentemente dal risultato. E’ stata un’annata splendida. Sarri? Il brutto è che adesso lo vogliono tutti, il punto interrogativo c’è anche se non lo vorremmo. Purtroppo è la nostra realtà, eventualmente ci faremo trovare pronti per voltare pagina. Con lui ci parla il nostro direttore Carli, questo è un momento di difficoltà emotiva anche se ne parliamo in maniera serena e trasparente, come nostro consumo. E’ un personaggio simpatico, anche se sembra burbero.”

 

Gli argomenti hanno poi toccato anche i calciatori più cercati sul mercato a partire da Valdifiori:

E’ un ragazzo che si è costruito con la propria volontà e la propria disponibilità, Sarri gli ha costruito addosso questo ruolo come Ancelotti fece con Pirlo. Ora c’è carenza di difensori e di giocatori che tessono il gioco, alla fine molto spesso succede che chi gioca più avanti viene trasformato in regista basso. Valdifiori ha la maturazione giusta per un grande club. Non ci sono impegni, ci sono chiacchiere piuttosto concrete in certi frangenti. Ma ora è il momento degli allenatori… De Laurentiis recentemente non ci ha chiamato, so che gli piace Mirko e mi sembra logico però che di giocatori se ne parlerà dopo la scelta del nuovo allenatore.”

 

Saponara e Mario Rui?

Riccardo lo riscatteremo, lo abbiamo già comunicato a Galliani. Riccardo è al suo 80%, ci regala invenzioni impagabili. C’è l’interesse di tanti club su di lui, abbiamo qualche domanda ma non trattative vere e proprie. Il ragazzo è convinto che un’altra stagione da protagonista gli faccia bene, ma ci dovremo confrontare con lui su quello che arriverà dal mercato. Mi sto accorgendo che ci sono interessi impensabili fino a qualche settimana fa. Mario Rui è un ragazzo che doveva essere un’alternativa e adesso è protagonista affermato. Fino a gennaio tante cose sono girate storte, dopo molte meno. Ma abbiamo sempre fatto grandi prestazioni, come a Torino con la Juventus.”

 

Il prossimo allenatore?

A Maurizio verrà detto che entro la prossima settimana dovremo sederci e progettare il futuro, non è neanche giusto sennò. Vorremo evitare di andare troppo in là”.

8 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here