emp_roma (21)Alla fine della stagione uno dei destini che dovrà essere deciso sarà quello di Lukas Skorupski. Il portiere polacco, in prestito dalla Roma, ha disputato indubbiamente una stagione strepitosa, migliorando partita dopo partita, dimostrandosi uno dei migliori estremi difensori del campionato. Come noto il portiere da più di un mese (ultima gara a Torino con la Juve) è fermo a causa di un problema al gomito che ha reso necessario l’intervento chirurgico, facendo cosi terminare in anticipo la stagione di “Ice Man”.

Su di lui c’è l’opzione per il prestito anche nella prossima stagione ma, come da accordi preventivi tra le parti, sarà di fatto la Roma ad avere l’ultima parola.

 

Parlando proprio oggi con alcuni colleghi giallorossi, quello che da Roma sta trapelando è che per Skorupski ci sarebbe tutta l’intenzione di rinnovare il prestito lasciandolo cosi un’altra stagione in azzurro. Indipendentemente da quello che  può essere il pensiero soggettivo di chi scrive e di chi legge, dobbiamo precisare che si parla di valutazioni che attualmente starebbe facendo la società capitolina, soprattutto nell’attesa di capire realmente quello che potrà essere il destino di Szcesny. Quello che però ci viene confermato è che difficilmente verrà data nella prossima stagione la possibilità a Skorupski di essere il portiere titolare della Roma.  Per il ruolo di secondo e di terzo verranno confermati gli attuali portieri mentre in caso Szcesny  dovesse far ritorno all’Arsenal, in casa Roma, si starebbe pensando alla figura di Rulli come titolare.

 

Ovviamente anche da Roma ci viene confermato che Lukas è stato attentamente seguito e non sono certo passati in osservati i risultati che il portiere ha dimostrato nel corso di questa stagione. Proprio per questo c’è appunto la volontà di far crescere ulteriormente  con un altro anno empolese il ragazzo.

Staremo ovviamente a vedere com’è la cosa si evolverà, dovendo però tener presente anche di quanto sta facendo in questo momento Alberto Pelagotti  sul quale, almeno che non sia lui ad accettare una determinata situazione, si dovrà prendere una decisione importante.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteGiudice Sportivo serie A
Articolo successivoDal campo | Prima seduta in vista dell'Inter con Tonelli
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

20 Commenti

  1. Sarebbe un ottimo inizio per costruire la squadra per l’anno prossimo. Skorupski titolare, Pelagotti riserva, con la certezza di avere un secondo più che all’altezza. L’anno dopo Pelagotti possibile titolare.

    • Il comico Roberto Benigni negli anni ’90 andava ripetendo il ruolo terapeutico di Emilio Fede per molti adolescenti: “Se lui è direttore del tg4 tu come minimo diventi astrofisico nucleare”, avrebbero detto le mamme per consolare i figliuoli in ansia per il futuro.
      Allo stesso modo il buon Cocchi è terapeutico per i nostri giovani.

  2. Skoro e Pela ancora un anno sarebbe tanta roba veramente!!!! Con un difensore centrale e un terzino sx in più, la difesa (considerata quella di domenica ecce) sarebbe già a posto ….. e non sarebbe poco!!!!

  3. Se Skorupski è motivato e intenzionato a rimanere, sarebbe fantastico averlo anche il prossimo anno. Io seguo l’Empoli dal 1997 e penso sia il più forte tra i portieri che abbiamo avuto in questi anni.

  4. Se resta il polacco sarebbe giusto dare al Pela la possibilità di giocare con continuità in un’altra piazza. A quel punto va trovato un secondo affidabile, se non si vuol “promuovere Pugliesi”.

  5. Io non capisco una cosa: in molti rimproverano ad Alessio Cocchi il suo italiano. Io non lo conosco, ma dubito che sia un giornalista professionista e, in questo caso, mi sembra che abbia tutto il diritto di poter sbagliare, perché errori/orrori d’italiano ne fanno spesso anche i laureati in giornalismo (ammesso che ci sia questo tipo di laurea). 😉 E non parlo, è ovvio, di distrazioni, come potrebbe essere dimenticare di mettere un accento, ma proprio il contrario: mettere quel segnetto grammaticale quando non va (ad es. su fà, và, pò etc.)! 🙁

  6. Pelagotti si merita di diventare il primo portiere e ha fatto meno bischerate di Skoru all’esordio…poi almeno quando ci s’hanno facciamo giocare i nostri di proprietà!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here